Francesco Demuro

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Francesco Demuro
Francesco Demuro.jpg
Francesco Demuro in un'immagine del 2009
NazionalitàItalia Italia
GenereCanzone popolare
Opera lirica
Periodo di attività musicale1990 – in attività
Studio6

Francesco Demuro (Porto Torres, 6 gennaio 1978) è un cantante e tenore italiano.

È stato un rappresentante del Cantu a chiterra e dal 2007 ha intrapreso una carriera come cantante lirico.

Francesco Demuru ha tra l'altro insegnato canto tradizionale sardo alla Scuola Civica di Musica a Porto Torres.

La carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cantu a chiterra[modifica | modifica wikitesto]

Francesco Demuro ha iniziato giovanissimo ad esibirsi in pubblico, con un quartetto chiamato “Mini Cantadores”, composto da quattro bambini in età compresa fra i 10 e i 14 anni. Verso la fine degli anni novanta raggiunge una grande notorietà, fra gli amatori del canto sardo, ed è considerato uno degli interpreti più rappresentativi.[senza fonte] Nel 2003 insiseme a Maria Luisa Congiu realizza la sigla di uno dei programmi TV, della emittente sarda Videolina, più seguiti in Sardegna, "Sardegna Canta", un programma dedicato al folklore.

Opera lirica[modifica | modifica wikitesto]

Nel 2004, mentre continua ad esibirsi nelle piazze come cantadore, esordisce nell'opera lirica ne Il trovatore al Teatro Verdi di Sassari nel coro dell'Associazione Corale Luigi Canepa.

Dal 2003 al 2004 studiò al Conservatorio di Sassari e successivamente al Conservatorio di Cagliari, dove ebbe come maestra di canto Elisabetta Scano[1], e finalmente, nel 2007, fece il suo esordio al Teatro Regio di Parma nel ruolo di Rodolfo nella Luisa Miller di Verdi.

Sempre a Parma, nel 2008, si esibisce al Festival Verdi nella parte del Duca di Mantova nel Rigoletto, in seguito a Dresda, Hong Kong, al Teatro Regio di Torino, nel Simon Boccanegra ad Atene e nel La Bohème a Bari e Sassari.

Nel 2009, debutta nella parte di Nemorino ne L'elisir d'amore al Teatro Filarmonico di Verona e, l'anno successivo, alla Scala di Milano. Nel 2009 debutta negli Stati Uniti nella parte di Alfredo ne La traviata alla McCaw Hall Opera House di Seattle.[2].

Nel 2010 al Teatro Suntory Hall di Tokyo si esibisce nel Così fan tutte,[3] canta nella Lucia di Lammermoor ad Amburgo, nel La traviata e nel Der Rosenkavalier a Dresda ed a Vienna al Wiener Staatsoper.

Interpreta nuovamente la parte di Rodolfo nel La bohème a Detroit ed allo Wiener Staatsoper, nella Maria Stuarda ad Atene, ancora nell' Elixir d'amore ed una nuova produzione del Rigoletto al Wiener Festwochen.

Nell'estate del 2011 interpreta Alfredo all'Arena di Verona, dove riceve delle recensioni entusiastiche da parte degli esperti[4]. Lo stesso anno debutta a Londra alla Royal Opera House in Gianni Schicchi di Puccini diretto da Antonio Pappano.

Al Teatro Filarmonico di Verona interpreta il ruolo di Ernesto nel Don Pasquale, opera inaugurale della Stagione d'Opera e di Balletto 2013-2014[5].

Debutta al Met di New York nel novembre del 2014 nei panni di Rodolfo nella La Bohème e ci ritorna l'11 dicembre del 2014 ed interpreta Alfredo nella Traviata riscuotendo un clamoroso successo[6]

Repertorio[modifica | modifica wikitesto]

Repertorio operistico
Ruolo Titolo Autore
Arturo Talbo I Puritani Bellini
Nadir Les pêcheurs de perles Bizet
Nemorino L'elisir d'amore Donizetti
Roberto Leicester Maria Stuarda Donizetti
Edgardo Ravenswood Lucia di Lammermoor Donizetti
Ernesto Don Pasquale Donizetti
Faust Faust Gounod
Roméo Roméo et Juliette Gounod
Ferrando Così fan tutte Mozart
Rodolfo La bohème Puccini
Rinuccio Gianni Schicchi Puccini
Cantante italiano Der Rosenkavalier Strauss
Foresto Attila Verdi
Macduff Macbeth Verdi
Rodolfo Luisa Miller Verdi
Duca di Mantova Rigoletto Verdi
Alfredo Germont La traviata Verdi
Gabriele Adorno Simon Boccanegra Verdi
Fenton Falstaff Verdi

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Cantos a Kiterra, Amiata Records, 1996
  • Manzaniles, 2001
  • Boghes de Sardigna 2 vv, 2003
  • De seda e de oro, Zentenoa, 2004
  • Cantu a Chiterra, 2007
  • Chentu Cantones, 2007
  • Sa dispedita, 2007 accompagnato alla chitarra da Nino Manca
  • Canzoni italiane e napoletane, Tokyo Live 2011 Francesco Demuro accompagnato al piano da James Vaughan.

DVD[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ [1] in www.arena.it
  2. ^ Bernard Jacobson, "Casting choices spin gold in Seattle Opera's Traviata", The Seattle Times, 19 October 2009. Consultato il 6 novembre 2014
  3. ^ Chiho Iuchi, "Suntory Hall closes opera series with racy tale from Mozart" 26 February 2010 in The Japan Times, consultato il 6 novembre 2014
  4. ^ "Francesco Demuro: tenore", Arena di Verona su www.arena.it
  5. ^ in www.arena.it
  6. ^ Anthony Tommassini, A Late Curtain and a New Hero, Francesco Demuro Steps In to Save Met’s ‘La Traviata’, New York Times, 12 dic. 2014

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN196853846 · ISNI (EN0000 0003 5721 0458 · BNF (FRcb16644176b (data)