Francesca Scanagatta

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Francesca Scanagatta
Scanagatta.jpg
1º agosto 1776 – 20 novembre 1864
Nato a Milano, Ducato di Milano
Morto a Milano, Regno del Lombardo-Veneto
Dati militari
Paese servito Banner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Sacro Romano Impero
Forza armata Banner of the Holy Roman Emperor (after 1400).svg Esercito del Sacro Romano Impero
Anni di servizio 17971801
Grado Tenente
Guerre Guerre rivoluzionarie francesi

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Francesca Scanagatta (Milano, 1º agosto 1776Milano, 20 novembre 1864) è stata una militare italiana con cittadinanza austriaca, ufficiale dell'Esercito del Sacro Romano Impero, prima donna a essere arruolata nelle forze imperiali.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio assai singolare dell'Ottocento italiano, trascorse una vita normale fino al momento della malattia di uno dei suoi fratelli, Giovanni, che avrebbe dovuto frequentare l'Accademia Militare Teresiana di Wiener Neustadt[1]. Francesca Scanagatta si travestì allora da uomo e seguì al suo posto i corsi dell'Accademia, dal 16 febbraio 1794 al 16 gennaio 1797, combattendo poi nelle guerre rivoluzionarie francesi in Germania e in Italia[2]. Fu decorata e promossa.

Secondo un aneddoto, il padre si recò presso il comandante del reggimento in cui era arruolata la figlia Francesca. Poiché il padre non conosceva il tedesco, e il comandante non conosceva l'italiano, la discussione tra i due si svolse in latino. Il padre si espresse utilizzando il genere femminile, ma il comandante non si mise sull'avviso, interpretandolo come un errore dovuto all'ignoranza dell'interlocutore[3].

Nel 1800 fu scoperta e congedata, ma ottenne una pensione. Poi si sposò col nobile Celestino Spini e dal matrimonio nacquero quattro figli[4]. Il 6 giugno 1852, ormai anziana e vedova, si recò in divisa al galà per i cent'anni dell'Accademia Teresiana, in cui ricevette una medaglia d'oro al merito[5].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Pigni, pag. 149
  2. ^ Una milanese tenente dell'Imperiale Regio Esercito austriaco. Francesca Scanagatta (1776-1864)
  3. ^ Del Ninno, pag. 69
  4. ^ Mitì Vigliero Lami, La sorprendente storia del tenente Franz Scanagatta, Placida Signora - il blog di Mitì Vigliero, 13 maggio 2011. URL consultato il 13 maggio 2014.
  5. ^ (EN) Arturo Colombo, L'ufficiale Francesca che si finse uomo, in Corriere della Sera, 29 gennaio 2012. URL consultato il 13 maggio 2014.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN88175341 · GND: (DE13811322X · CERL: cnp01173833