Fortuna

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Sei fortunata se incontri uno come lui, Daniele, una persona che ti cambia la vita in meglio, oh mi sono innamorata. Ti sposerò.

Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Fortuna (disambigua).

La definizione di fortuna varia a seconda del contesto filosofico, religioso, letterario o emotivo.

Secondo l'editore e lessicografo statunitense Noah Webster, la fortuna è "una forza senza scopo, imprevedibile e incontrollabile che plasma gli eventi in maniera favorevole o sfavorevole per un individuo, un gruppo o una causa".[1] Secondo il dizionario della lingua italiana di Giacomo Devoto e Gian Carlo Oli, è la "presunta causa degli eventi e delle circostanze non spiegabili razionalmente".[2]

Quando viene intesa come un fattore indipendente dal proprio controllo, cioè che non riguarda la volontà, l'intenzione o il desiderio, la fortuna può essere interpretata in almeno due sensi: nel senso "prescrittivo" indica un concetto soprannaturale e deterministico secondo il quale vi sono forze che determinano il verificarsi di certi eventi, nel senso "descrittivo" si parla di fortuna in seguito ad eventi che portano ad essere felici o infelici. Il significato del termine fortuna può quindi inglobare diversi concetti che vanno dalla aleatorietà passando per la fede e la superstizione.

Etimologia[modifica | modifica wikitesto]

Il termine latino fortuna deriva da fors, che vuol dire sorte ed ha la stessa radice di ferre, che indica portare; quindi "fortuna" può voler dire "ciò che porta la sorte".

Impatto sociale[modifica | modifica wikitesto]

La fortuna ha importanti impatti sulla società: basti pensare che nei giochi la fortuna ha un ruolo quasi essenziale. Altri aspetti in cui essa è coinvolta sono la numerologia, la lotteria ma anche la scienza.

Simboli[modifica | modifica wikitesto]

Alcuni simboli della fortuna sono la coccinella, il quadrifoglio (soprattutto nella cultura irlandese), il ferro di cavallo e il maneki neko (in Cina e Giappone).

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Google Books
  2. ^ Il dizionario della lingua italiana, Le Monnier, Devoto & Oli (1993)

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Letteratura Portale Letteratura: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di letteratura