Florestano I di Monaco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Florestano I
FlorestanI-1-.png
Florestano I di Monaco in un ritratto del XIX secolo
Principe sovrano di Monaco
Stemma
In carica 2 ottobre 1841 -
20 giugno 1856
Predecessore Onorato V
Successore Carlo III
Nome completo francese: Tancrède Florestan Roger Louis Grimaldi
italiano: Tancredi Florestano Ruggero Luigi Grimaldi
Trattamento Sua Altezza Serenissima
Altri titoli Duca di Valentinois
Marchese di Baux
Nascita Parigi, 10 ottobre 1785
Morte Parigi, 20 giugno 1856
Luogo di sepoltura Cattedrale dell'Immacolata Concezione, Monaco
Casa reale Grimaldi
Dinastia Grimaldi-Goyon de Matignon
Padre Onorato IV di Monaco
Madre Louise d'Aumont Mazarin
Consorte Maria Carolina Gibert de Lametz
Figli Carlo
Florestina Gabriella Antonietta
Religione Cattolicesimo

Florestano I di Monaco (Parigi, 10 ottobre 1785Parigi, 20 giugno 1856) fu Principe sovrano di Monaco dal 1841 al 1856.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Infanzia[modifica | modifica wikitesto]

Il principe Onorato IV di Monaco in un disegno di Frédéric Christophe d'Houdetot del 1808

Tancredi Florestano Ruggero Luigi era il secondo figlio del principe Onorato IV di Monaco e di Louise d'Aumont Mazzarino, e succedette al trono paterno alla morte del fratello Onorato V.

Matrimonio[modifica | modifica wikitesto]

Florestano non era mai stato preparato, vista la presenza del fratello maggiore, per dover un giorno assumere le redini del governo del principato: durante la sua giovinezza si iscrisse al "Theatre de l'Ambigu-Comique" dove conobbe quella che poi divenne sua moglie, l'attrice Maria Carolina Gibert de Lametz. Per nulla interessato alle azioni di governo, frequentò poco anche il Principato, prendendovi contatti sporadici e concentrandosi soprattutto sulla gaia vita parigina.

Principe di Monaco[modifica | modifica wikitesto]

Florestano I, principe di Monaco

Quando però suo fratello Onorato V morì senza eredi, egli fu costretto ad assumere la corona del principato. La situazione ereditata non era delle più facili non solo per il carattere disinteressato del principe Florestano, ma anche per l'impopolarità della casata regnante, che si era inasprita a causa del pesante sistema di tassazione portato avanti da Onorato V. In questo clima di incertezze giocò un ruolo fondamentale la principessa consorte Maria Carolina, che prese energicamente le redini del governo, soprattutto nelle opere di riduzione del numero dei poveri. Florestano si occupò di migliorare l'istruzione dei bambini del principato dando luogo alla fondazione di diverse scuole e offrendo nuovo lavoro ai cittadini monegaschi.

Per diverso tempo Florestano fu in grado di far fronte alle condizioni economiche del Principato di Monaco, ponendosi sotto una nuova protezione, quella del Regno di Sardegna, e garantendosi il supporto regionale della Francia. Il Principe, inoltre, si accordò per la concessione di due costituzioni, ma la popolazione si rifiutò, soprattutto quella di Mentone. Quando videro il loro potere venir meno, i sovrani abdicarono in favore del figlio Carlo.

Questa riforma avvenne tuttavia troppo tardi. Incoraggiate dagli eventi del 1848, le città di Mentone e Roccabruna si rivoltarono dichiarandosi indipendenti. Esse erano intenzionate ad unirsi al Regno di Sardegna, ma questo non accadde, e le città rimasero in una sorta di "limbo politico" sino al 1861 quando Carlo III le cedette alla Francia.

Morte[modifica | modifica wikitesto]

Florestano Grimaldi in un francobollo

Malgrado le buone intenzioni di Florestano, alla sua morte nel 1856, Monaco si presentava come un paese diviso sotto molti aspetti per la prosperità finanziaria; egli demandò ai propri eredi il compito di rimediare alla situazione.

Discendenza[modifica | modifica wikitesto]

Florestano e Maria Carolina Gibert de Lametz ebbero i seguenti eredi:

Ascendenza[modifica | modifica wikitesto]

Genitori Nonni Bisnonni Trisnonni
Giacomo I di Monaco Jacques III Goyon de Matignon  
 
Charlotte Goyon de Matignon-Torigni  
Onorato III di Monaco  
Luisa Ippolita di Monaco Antonio I di Monaco  
 
Maria di Lorena  
Onorato IV di Monaco  
Giuseppe Maria Brignole Sale,
VII marchese di Groppoli
Anton Giulio II Brignole Sale, V marchese di Groppoli  
 
Isabella Brignole Sale  
Maria Caterina Brignole Sale  
Maria Anna Balbi Francesco Maria Balbi  
 
Maria Clarice Durazzo  
Florestano I di Monaco  
Louis Marie d'Aumont,
V duca d'Aumont
Louis Marie d'Aumont,
IV duca d'Aumont
 
 
Catherine de Guiscard  
Louis Marie d'Aumont,
VI duca d'Aumont
 
Victoire Félicité de Durfort Jean Baptiste de Durfort,
III duca di Durfort
 
 
Marie Angélique de Bournonville  
Louise d'Aumont  
Emmanuel Félicité de Durfort,
IV duca di Durfort
Jean Baptiste de Durfort,
III duca di Durfort
 
 
Marie Angélique de Bournonville  
Louise Jeanne de Durfort  
Charlotte Antoinette de La Porte Mazarin Guy Jules de La Porte Mazarin,
duca di Mazzarino
 
 
Louise Françoise de Rohan  
 

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Françoise de Bernardy, Princes of Monaco: the remarkable history of the Grimaldi family, ed. Barker, 1961

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN401156317449702350001