Farida

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Nota disambigua.svg Disambiguazione – Se stai cercando altri significati, vedi Farida (disambigua).
Farida
Concetta Gangi Farida.jpg
Ritratto Farida di Zbigniew Kresowaty
NazionalitàItalia Italia
GenerePop
Blues
Soul bianco
Periodo di attività musicale1968 – in attività
EtichettaRCA Italiana, ARC
Album pubblicati3

Farida brevemente nota anche come Luna, pseudonimo di Concetta Gangi (Catania, 26 settembre 1946), è una cantante italiana.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Catania sul finire degli anni quaranta da padre italiano e madre egiziana. Dopo aver partecipato a vari concorsi canori, con lo pseudonimo di Ketty Gangi, approda nel 1966 al Festival degli sconosciuti di Ariccia, manifestazione curata da Teddy Reno e Rita Pavone. Qui si impone all'attenzione dei discografici per l'energia interpretativa e le non comuni doti vocali che l'apparentano a interpreti quali Demetrio Stratos e Giuni Russo.

La prima incisione, nel 1968, è Supergiù Superman. Si tratta del lato B di un 45 giri curato da Ruggero Cini per la colonna sonora del film I tre supermen a Tokyo. Nello stesso anno ottiene il primo significativo successo di pubblico con brani come Non dirmi niente, Io per lui e La voce del silenzio, facendosi definitivamente conoscere come « Farida ». Negli spettacoli che tiene al Piper Club di Roma si dedica all'interpretazione di brani di cantautori come Mikīs Theodōrakīs, Charles Aznavour e Luigi Tenco, e di interpreti rock come Janis Joplin.

Nel 1970 partecipa al Cantagiro con il brano Pensami stasera. Nel corso della manifestazione viene notata dal cantautore polacco Czesław Niemen che la invita al Festival musicale di Sopot. Da questa partecipazione nasce per Farida una ampia popolarità nei paesi dell'Europa orientale che l'accompagnerà negli anni seguenti.

Nel 1979, in Italia, ha una partecipazione di rilievo allo spettacolo Erozero. Lo spettacolo, nato per consacrare definitivamente il carisma di Renato Zero presso le grandi folle, si svolge sotto un tendone da circo itinerante e riscuote un vasto successo di pubblico nel corso di una lunga tournée attraverso l'Italia. Nel corso dello spettacolo, Farida accompagna con le sue canzoni il personaggio della Donna, sorta di dea-madre che richiama il protagonista all'autenticità dei valori di fronte al caos della modernità.

Nel 1981 realizza il minialbum Complicità, prodotto ancora da Renato Zero, dove in quattro brani (Basta, Sì o no, Mentirò, Mister Uomo) tornano a sposarsi la sua potenza vocale e gli arrangiamenti di Ruggero Cini.

Nel 1983 una nuova collaborazione per l'artista siciliana con un grande cantautore, Franco Battiato. La PolyGram lancia sul mercato "Rodolfo Valentino" ed "Oceano Indiano" approfittando di uno dei passaggi televisivi di maggior successo del momento "Discoring". Da questo momento la cantante si ritira dalle scene discografiche limitandosi a riscuotere successo nelle serate.

Nel 1984 partecipa al Miccio canterino con il brano Formula uno.

Nel 1997 viene invitata da Paolo Limiti alla sua tramissione Ci vediamo in TV, dove presenta il brano Bambola.

Nel 1998 è ospite aalla festa di Sant'Anna in piazza Teatro Massimo a Catania dove interpreta in chiave rock una romanza di Bellini tratta dai "Capuleti e Montecchi", oh quante volte quante. Partecipa poi allo spettacolo teatrale di M. Miniati "Mai da così vicino" (quando Ketty è nell'aria) rappresentato a Firenze.

Nel 1999 torna con un nuovo spettacolo dal titolo "Tra melodia e rock" diviso in due parti; nella prima l'interprete canta i suoi vecchi brani melodici affiancandoli ad evergreen come Col tempo (L. Ferré) ed Io che amo solo te (S. Endrigo); nella seconda promuove invece i suoi nuovi brani di chiara matrice rock. Tra questi Eccoci qua ed Abbrutita che sono contenuti nel suo nuovo CD Trasferimento d'immagine con il quale Farida si rivela incontrastata regina del rock e della new wave. Viene inoltre invitata dal Comune di Ragusa ad interpretare quattro brani di "Le dodici terre", uno spettacolo corale muto (le dodici terre rappresentano le dodici province di Ragusa). Le fanno da cornice una grande orchestra,oltre a vari mimi e balletti. Uno di questi brani, dal titolo Il suono dentro, è presente nel CD tratto dallo spettacolo. Nello stesso anno è presente come guest star nel cd di un giovane artista pesarese Armando Dolci Non dorme mai, prodotto da Lucio Dalla. Nel luglio dello stesso anno a Viareggio, in occasione di uno spettacolo in memoria di Mia Martini, interpreta con grande classe una versione personalissima di Almeno tu nell'universo.

Il 2000 è l'anno dei concerti tenuti a Las Vegas con il tenore Pietro Ballo; La proposta dei propri successi abbinata ai maggiori evergreen internazionali le porta un ottimo successo di pubblico entusiasta.

Il 2001 è l'anno del tour "Trasferimento d'immagine". Prepara poi un tributo a Janis Joplin che presenta con successo all'estate Romana.

Inizia una nuova collaborazione con Walter Farina nel 2003 che vedrà Walter e Farida in un Tour Teatrale dove i due artisti duetteranno in brani editi ed inediti, Walter Farina produce per lei le nuove versioni acustiche di Vedrai, vedrai (Tenco), Io per lui (Crewe-Gaudio), Caruso (Dalla), L'istrione (Aznavour), Non andare via (Brel), nasce così il CD Decisamente complici che contiene anche la nuova versione/duetto di Basta (brano precedentemente scritto e prodotto da Renato Zero). La collaborazione tra Walter Farina e Farida continua negli anni e proprio nel 2009 i due artisti sono ospiti ad una grande manifestazione polacca dove torneranno nei mesi di settembre ed ottobre, di quell'anno, per una tournèe teatrale.

Nel dicembre del 2008 vediamo Farida in veste di attrice per interpretare il ruolo di Ester nel film Un attimo sospesi di Peter Marcias con Paolo Bonacelli, Fiorenza Tessari e Nino Frassica.

Discografia[modifica | modifica wikitesto]

Album[modifica | modifica wikitesto]

EP[modifica | modifica wikitesto]

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]