Falcon 5

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Falcon V
SpaceX falcon v.png
Informazioni
ProduttoreSpaceX
Nazione di origineStati Uniti Stati Uniti
Costo per lancio18 mld USD
Dimensioni
Altezza47 m
Diametro3,75 m
Massa155 t
Stadi2
Capacità
Carico utile verso orbita terrestre bassa4100 kg
Cronologia dei lanci
StatoCancellato
Basi di lancioVandemberg AFB SLC-3W
Omelek Island
Cape Canaveral SLC-40
Wallops Island
1º stadio
Propulsori5 Merlin 1B
Spinta1890 kN
Impulso specificoslm: 255s
vuoto: 304s
Tempo di accensione200s
PropellenteRP-1/LOX
2º stadio
Propulsori1 Merlin 1B vacuum
Spinta409 kN
Impulso specifico309 s
Tempo di accensione265 s
PropellenteRP-1/LOX

Il Falcon 5 era un progetto per un razzo vettore a due stadi riutilizzabili progettato dalla SpaceX, abbandonato in favore del Falcon 9, più potente e performante.[1]

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Il primo stadio sarebbe stato spinto da 5 motori Merlin[2] mentre il secondo da un solo motore, entrambi alimentati con RP-1 e ossigeno liquido. Insieme al Falcon 9 rimane l'unico razzo progettato per essere completamente riutilizzabile.[3]

Il Falcon 5 sarebbe stato il primo razzo americano dal Saturn V ad avere la capacità detta "engine out", ovvero in caso di perdita di un motore sarebbe stato comunque in grado di completare la missione con i motori rimanenti.[4] In confronto lo Space Shuttle aveva una capacità engine out parziale, ovvero non avrebbe raggiunto l'orbita stabilita con i motori ancora funzionanti.[4]

Prestazioni[modifica | modifica wikitesto]

Versione avio-lanciata[modifica | modifica wikitesto]

Magnifying glass icon mgx2.svgLo stesso argomento in dettaglio: Falcon 9 Air.

Nonostante il Falcon 5 originale non fu mai costruito, nel dicembre 2011 Stratolaunch Systems annunciò di aver progettato un derivato del Falcon 9 con quattro o cinque motori[5]. Il razzo vettore era pianificato per essere: " simile al Falcon 4 [sic] o 5"[6] e sarebbe stato in grado di lanciare 6100 kg in orbita bassa.[7]

Questa versione si sarebbe chiamata Falcon 9 Air, ed era pianificato di usare solo motori Merlin 1D. Tuttavia lo sviluppo fu bloccato alla fine del 2012 quando la SpaceX e Stratolaunch decisero di chiudere la loro collaborazione poiché il veicolo della Stratolunch si era allontanato troppo dalle specifiche di SpaceX.[8]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b (EN) SpaceX Falcon 9 Data Sheet, su www.spacelaunchreport.com. URL consultato il 30 dicembre 2015.
  2. ^ (EN) Under the Hood with the SpaceX Merlin Engine – Linux Academy Blog, su linuxacademy.com. URL consultato il 09 settembre 2016.
  3. ^ (EN) SpaceX, Press Center, su SpaceX. URL consultato il 30 dicembre 2015.
  4. ^ a b c (EN) Falcon 5, su www.astronautix.com. URL consultato il 30 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 1º dicembre 2011).
  5. ^ (EN) WebCite query result, su www.webcitation.org. URL consultato il 30 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2011).
  6. ^ (EN) WebCite query result, su www.webcitation.org. URL consultato il 30 dicembre 2015 (archiviato dall'url originale il 14 dicembre 2011).
  7. ^ (EN) Stratolaunch Aims To Break Affordability Barrier, su aviationweek.com. URL consultato il 30 dicembre 2015.
  8. ^ (EN) Stratolaunch and SpaceX part ways, su Flightglobal.com, 27 novembre 2012. URL consultato il 30 dicembre 2015.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Astronautica Portale Astronautica: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di astronautica