Esch-sur-Alzette

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Esch-sur-Alzette
città
Esch-Uelzecht
Esch-sur-Alzette
Esch-an-der-Alzette
Esch-sur-Alzette – Stemma
Esch-sur-Alzette – Veduta
Localizzazione
StatoLussemburgo Lussemburgo
DistrettoLussemburgo
CantoneEsch-sur-Alzette
Amministrazione
SindacoVera Spautz
Territorio
Coordinate49°30′N 5°59′E / 49.5°N 5.983333°E49.5; 5.983333 (Esch-sur-Alzette)Coordinate: 49°30′N 5°59′E / 49.5°N 5.983333°E49.5; 5.983333 (Esch-sur-Alzette)
Altitudine279 - 426 m s.l.m.
Superficie14,35 km²
Abitanti33 286 (1-1-2015)
Densità2 319,58 ab./km²
Altre informazioni
Fuso orarioUTC+1
Codice STATEC00010004
Cartografia
Mappa di localizzazione: Lussemburgo
Esch-sur-Alzette
Esch-sur-Alzette
Esch-sur-Alzette – Mappa
Sito istituzionale

Esch-sur-Alzette (Esch-Uelzecht in lussemburghese, Esch an der Alzette in tedesco) è la seconda città del Lussemburgo. La popolazione è di circa 31.000 abitanti. Essa è anche posta nel cuore del bacino minerario del Lussemburgo. Situata nel sud, sul confine con la Francia, non va confusa con Esch-sur-Sûre, che si trova invece nel nord del paese. Per decenni è stata sede del Consolato d'Italia in Lussemburgo, prima che questo venisse spostato nella capitale nel 2010.

È stata scelta per essere capitale europea della cultura nel 2022, insieme a Kaunas.

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

Gemellaggi[modifica | modifica wikitesto]

Sport[modifica | modifica wikitesto]

Calcio[modifica | modifica wikitesto]

La squadra della città è la Jeunesse Esch, la quale detiene il maggior numero di titoli nazionali, 28. I colori della squadra sono il bianco e il nero. Vi gioca inoltre anche il Cercle Sportif Fola Esch.I colori della squadra sono il bianco e il rosso.

Ciclismo[modifica | modifica wikitesto]

Il 14 maggio 2002 la 3ª tappa del Giro d'Italia 2002 si è conclusa a Esch-sur-Alzette con la vittoria di Mario Cipollini.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autoritàVIAF (EN147826430 · LCCN (ENn85828303 · GND (DE10100039-X · BNF (FRcb11963670n (data)
Lussemburgo Portale Lussemburgo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Lussemburgo