Erminio Bercarich

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Erminio Bercarich
Bercarich.jpg
Nazionalità Italia Italia
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Attaccante
Ritirato 1962
Carriera
Giovanili
non conosciuta Eneo (Fiume)
Squadre di club1
1940-1942 non conosciuta Eneo ? (?)
1942-1943 non conosciuta Littorio 4 (?)
1945-1949 Reggina 80 (66)
1949-1950 Venezia 14 (4)
1950-1951 Prato 29 (27)
1951-1953 Cagliari 63 (42)
1953-1955 Legnano 36 (10)
1955-1956 Chinotto Neri 18 (11)
1956-1958 Carbosarda 45 (25)
1958-1959 Reggina 15 (5)
1961-1962 Carbonia 13 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Erminio Bercarich (Valdarsa, 8 novembre 1923Roma, 1º settembre 1986) è stato un calciatore italiano, di ruolo attaccante. È il calciatore che detiene il record assoluto di reti con la maglia della Reggina: ne ha messi a segno 71 in totale[1][2].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Centravanti molto prolifico e di grandi doti fisiche: era alto e dal fisico possente[3]; nonostante ciò, disponeva di un ottimo controllo di palla e di un veloce dribbling[3].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Inizia a giocare nell'Eneo[4] di Fiume, società partecipante ai campionati della Sezione Propaganda del Direttorio Locale di Fiume, società che poi confluì nella Littorio di Fiume partecipante al campionato di Prima Divisione della Venezia Giulia.
Arrivò a Reggio Calabria nel 1945 ed esordì con la Reggina il 3 febbraio 1946, ospite il Lentini[5]. Segnò la sua prima delle 71 reti in amaranto a Messina contro il Gazzi[5].

Rimase in maglia amaranto fino alla stagione 1948-1949, mettendo a segno 66 reti complessive[2].

Nell'estate 1949 fu acquistato dal Venezia, giocando pertanto in Serie A. Con i veneti disputa 14 incontri, segnando in 4 occasioni.

Bercarich (in piedi, primo da sinistra) nel Legnano del 1953-1954

Tornò ancora una volta in Serie C nel 1950 con la maglia del Prato, e dopo una sola stagione si trasferisce a Cagliari. In Sardegna disputò due stagioni, dal 1951-1952 al 1952-1953; conquistò la promozione in Serie B già al termine della prima, realizzando 30 gol in 32 partite. Tuttavia nella seconda stagione entrò in contrasto con l'allenatore Federico Allasio[6]: Bercarich era un accanito fumatore che dedicava infatti il suo tempo libero alle partite di poker ed ai divertimenti serali, rendendo di meno in allenamento[6].

Lasciò pertanto il Cagliari, ma ritrovò la Serie A con la maglia del Legnano nel 1953; rimase in Lombardia anche dopo la retrocessione in Serie B: in totale segnò 10 reti in due stagioni.

Nel 1955 passò alla Chinotto Neri in IV Serie, segnando 11 reti in 18 presenze[7]; già dalla stagione successiva approdò alla Carbosarda in Serie C, dove mise a segno 25 reti in due stagioni.

Vestì la maglia amaranto nella stagione 1958-1959, realizzando 5 reti in 15 incontri. Chiuse la carriera nel Carbonia dopo essere rimasto inattivo per ben due stagioni.

Erminio Bercarich è ancora oggi il primatista di gol segnati nella storia della Reggina (75 complessivi) e di gol nei derby contro il Messina: ne ha infatti messi a segno 6.

Statistiche[modifica | modifica wikitesto]

Presenze e reti nei club[modifica | modifica wikitesto]

Stagione Squadra Campionato
Comp Pres Reti
1945-1946 Reggina C 9 7
1946-1947 C 18 20
1947-1948 C 27 22
1948-1949 C 26 17
Totale Reggina 80 66[2]
1949-1950 Venezia A 14 4
1950-1951 Prato C 29 27
1951-1952 Cagliari C 36 30
1952-1953 B 27 12
Totale Cagliari 63 42
1953-1954 Legnano A 24 6
1954-1955 B 12 4
Totale Legnano 36 10
1955-1956 Chinotto Neri IV 18 11
1956-1957 Carbosarda C 25 13
1957-1958 C 20 12
Totale Carbosarda 45 25
1958-1959 Reggina C 15 5
Totali carriera 302 194

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Cagliari: 1951-1952

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ G. Branca, p. 235.
  2. ^ a b c Il numero complessivo di reti realizzate tra il 1945 ed il 1949 risulta essere incerto tra 69 e 70. Il tabellino dell'incontro Catanzaro-Reggina 3-1 del 24 febbraio 1946 non riporta i marcatori. Anche il libro La Reggina di tutti i tempi di Saverio Pedullà (Edizioni Parallelo 38; fine anni settanta) conferma il numero di 75.
  3. ^ a b Cagliari Calcio, p. 4.
  4. ^ Dibenedetto, p. 27.
  5. ^ a b G. Branca, p. 27-28.
  6. ^ a b Cagliari Calcio, p. 6.
  7. ^ Il dato è ricavato dai tabellini del Corriere dello Sport, consultabili presso l'emeroteca CONI, e da quelli de L'Unità consultabili online Archiviato il 2 dicembre 2013 in Internet Archive.. Le presenze tengono conto anche dei due incontri di spareggio promozione che la Chinotto Neri ha disputato contro il Siena: in entrambi i casi Bercarich è sceso in campo, senza segnare alcuna rete.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]