Serie C 1951-1952

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Serie C 1951-1952
Competizione Serie C
Sport Football pictogram.svg Calcio
Edizione
Organizzatore Lega Nazionale
Date dal 9 settembre 1951
al 6 luglio 1952
Luogo Italia Italia
Partecipanti 72
Risultati
Vincitore Cagliari
(1º titolo)
Retrocessioni Marzoli Palazzolo
Siena
Lecco
Rivarolese
Fossanese
Casale
Savona
Ponte S. Pietro
Aosta
Saronno
Pro Vercelli
Crema
Seregno
Biellese
Varese
Gallaratese
Trento
S.A.I.C.I. Torviscosa
Pro Lissone
Forlì
Ravenna
San Donà
Cremonese
Mestrina
Pro Gorizia
Ponziana
Villasanta
Parabiago
Rovereto
Edera Trieste
Prato
Rapallo Ruentes
Chinotto Neri
Arezzo
Carbosarda
Chieti
Pontedera
Jesina
Anconitana
Spezia
Lanciotto Campi Bisenzio
Solvay Rosignano
Fermana
Maceratese
Cosenza
Bari
Brindisi
Catanzaro
Casertana
Crotone
Nissena
Palmese
Benevento
B.P.D. Colleferro
Marsala
Foggia
Reggina
Latina
Statistiche
Miglior marcatore Italia Anselmo Bislenghi (32)
Incontri disputati 1248
Cagliari 1951-1952.JPG
L'U.S. Cagliari Campione di Serie C 1951-1952.
Cronologia della competizione
Left arrow.svg 1950-1951 1952-1953 Right arrow.svg

La Serie C 1951-1952 fu la quattordicesima edizione della terza categoria del campionato italiano di calcio, la quarta gestita dalla Lega Nazionale.

Avvenimenti[modifica | modifica wikitesto]

Seppur il campionato raggiunse l'obiettivo da tempo prefissato di 72 partecipanti, di cui cinque provenienti dalla Serie B e dodici dalla Promozione, una svolta epocale era alle porte. La Federazione, come prospettato già nella seduta del Consiglio federale a Rapallo l'8 dicembre 1950,[1] decise infatti di operare la più grande riforma della piramide calcistica italiana dopo quella che nel 1929 aveva creato la Serie A: fu il Lodo Barassi, che stabilì infatti che dal 1952 la Serie C sarebbe andata incontro ad un cambiamento storico, uniformandosi in tutto e per tutto ai due campionati maggiori, e divenendo anch'essa un campionato a girone unico, nazionale e professionistico. La nuova categoria sarebbe stata però aperta a poche elette: solo tredici squadre del vecchio torneo vi sarebbero state ammesse, mentre le escluse avrebbero partecipato al campionato di Quarta Serie anch'esso riformato in senso elitario.

Il capocannoniere Anselmo Bislenghi.

Con un regolamento così stringente come quello di questa stagione, la lotta per l'unico posto per la promozione in B, e quella per la salvezza dalla D, si confusero totalmente fin quasi alle ultime giornate. Sostanzialmente netta fu la vittoria finale del Cagliari che si impose con un discreto margine sia nel girone dell'Italia centrale, sia in quello finale.

Salvezza in extremis per Alessandria e Molfetta, mentre nel lotto delle retrocesse si segnalarono tutte le cinque società provenienti dalla Serie B, le titolate Pro Vercelli e Casale, e squadre di grossi centri del Sud come il Bari e la Reggina.

Regolamento e classifiche[modifica | modifica wikitesto]

  • Prime
    • Le prime classificate disputano un girone finale che mette in palio un posto per la Serie B.
  • Seconde e terze
    • Le seconde e le terze qualificate permangono in Serie C.
  • Quarte
    • Le quarte classificate sono obbligate ad un girone finale in cui le due peggiori piazzate sono retrocesse in Quarta Serie.
  • Altre
    • Le quinte e successive classificate sono retrocesse direttamente in Quarta Serie.

Girone A[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Vigevano 51 34 21 9 4 66 28 +38
2. Sanremese 47 34 19 9 6 66 29 +37
2. Pavia 47 34 17 13 4 60 29 +31
Noatunloopsong.png 4. Alessandria 45 34 18 9 7 60 28 +32
1downarrow red.svg 5. Lecco 42 34 16 10 8 46 32 +44
1downarrow red.svg 6. Rivarolese 41 34 17 7 10 60 40 +20
1downarrow red.svg 7. Fossanese 34 34 13 8 13 47 39 +8
1downarrow red.svg 7. Casale 34 34 11 12 11 45 52 -7
1downarrow red.svg 7. Savona 34 34 13 8 13 48 67 -19
1downarrow red.svg 10. Ponte S. Pietro 33 34 11 11 12 31 38 -7
1downarrow red.svg 11. Aosta 29 34 11 7 16 53 56 -3
1downarrow red.svg 11. Saronno 29 34 11 7 16 48 56 -8
1downarrow red.svg 11. Pro Vercelli 29 34 10 9 15 32 45 -13
1downarrow red.svg 14. Crema 28 34 7 14 13 33 55 -22
1downarrow red.svg 15. Seregno 25 34 9 7 18 34 58 -24
1downarrow red.svg 16. Biellese 23 34 8 7 19 44 58 -14
1downarrow red.svg 16. Varese 23 34 6 11 17 25 63 -38
1downarrow red.svg 18. Gallaratese 18 34 5 8 21 25 52 -27

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Girone B[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Piacenza 55 34 23 9 2 78 26 +52
2. Parma 52 34 21 10 3 75 24 +51
2. Mantova 52 34 22 8 4 77 35 +42
Noatunloopsong.png 4. Marzoli Palazzolo 44 34 19 6 9 60 33 +27
1downarrow red.svg 5. Trento 40 34 15 10 9 63 42 +21
1downarrow red.svg 5. S.A.I.C.I. Torviscosa 40 34 15 10 9 55 49 +6
1downarrow red.svg 7. Pro Lissone 38 34 14 10 10 67 54 +13
1downarrow red.svg 8. Forlì 34 34 10 14 10 48 46 +2
1downarrow red.svg 9. Ravenna 31 34 10 11 13 51 60 -9
1downarrow red.svg 9. San Donà 31 34 11 9 14 41 49 -8
1downarrow red.svg 9. Cremonese 31 34 12 7 15 34 45 -11
1downarrow red.svg 12. Mestrina 30 34 10 10 14 43 51 -8
1downarrow red.svg 13. Pro Gorizia 29 34 11 7 16 50 52 -2
1downarrow red.svg 14. Ponziana 27 34 8 11 15 47 45 +2
1downarrow red.svg 15. Azzurro.png Villasanta "Aldo Sala"[2] 25 34 9 8 17 37 63 -26
1downarrow red.svg 16. Parabiago 24 34 8 8 18 42 69 -27
1downarrow red.svg 17. Rovereto 18 34 6 6 22 43 75 -32
1downarrow red.svg 18. Edera Trieste[3] 7 34 4 2 28 28 98 -70

Girone C[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Cagliari 52 34 22 8 4 75 24 +51
2. Empoli 45 34 17 11 6 60 24 +36
3. Sambenedettese 44 34 18 8 8 51 29 +22
Noatunloopsong.png 4. Siena 43 34 17 9 8 59 38 +21
1downarrow red.svg 5. Prato 42 34 15 12 7 52 31 +21
1downarrow red.svg 6. Rapallo 41 34 17 7 10 41 34 +7
1downarrow red.svg 7. Chinotto Neri 39 34 16 7 11 59 53 +6
1downarrow red.svg 8. Arezzo 38 34 15 8 11 44 38 +6
1downarrow red.svg 9. Carbosarda 36 34 13 10 11 44 46 -2
1downarrow red.svg 10. Chieti 31 34 12 7 15 54 58 -4
1downarrow red.svg 10. Pontedera 31 34 10 11 13 39 42 -3
1downarrow red.svg 12. Jesina 30 34 9 12 13 41 47 -6
1downarrow red.svg 13. Anconitana 29 34 9 11 14 38 49 -11
1downarrow red.svg 14. Spezia 27 34 7 13 14 28 39 -11
1downarrow red.svg 15. Lanciotto Campi Bisenzio 26 34 9 8 17 35 52 -17
1downarrow red.svg 16. Solvay Rosignano 25 34 9 7 18 39 59 -20
1downarrow red.svg 17. Fermana 22 34 6 10 18 25 58 -33
1downarrow red.svg 18. Maceratese 11 34 2 7 25 20 83 -63

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Girone D[modifica | modifica wikitesto]

Classifica finale[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1rightarrow.png 1. Toma Maglie 50 34 21 8 5 70 31 +39
2. Arsenaltaranto 46 34 20 6 8 74 38 +66
3. Lecce 45 34 20 5 9 69 35 +34
Noatunloopsong.png 4. Molfetta 43 34 16 11 7 59 37 +22
1downarrow red.svg 5. Cosenza 39 34 15 9 10 55 42 +13
1downarrow red.svg 6. Bari 36 34 14 8 12 56 36 +20
1downarrow red.svg 7. Brindisi 35 34 12 11 11 43 42 +1
1downarrow red.svg 7. Catanzaro 35 34 15 5 14 49 49 0
1downarrow red.svg 9. Casertana 32 34 12 8 14 45 56 -11
1downarrow red.svg 10. Crotone 30 34 11 8 15 47 48 -1
1downarrow red.svg 10. Nissena 30 34 11 8 15 49 52 -3
1downarrow red.svg 12. Palmese 29 34 11 7 16 52 81 -29
1downarrow red.svg 13. Benevento 28 34 10 8 16 36 53 -17
1downarrow red.svg 14. B.P.D. Colleferro 25 34 8 9 17 48 70 -22
1downarrow red.svg 15. Marsala[2] 24 34 9 7 18 43 61 -18
1downarrow red.svg 16. Foggia[4] 20 34 13 8 13 40 41 -1
1downarrow red.svg 17. Reggina[5] 17 34 14 6 14 51 58 -7
1downarrow red.svg 18. Latina 16 34 6 4 24 35 83 -48

Tabellone[modifica | modifica wikitesto]

Calendario[modifica | modifica wikitesto]

Gironi finali[modifica | modifica wikitesto]

Promozione[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1uparrow green.svg 1. Cagliari 11 6 5 1 0 12 5 +7
2. Piacenza 7 6 2 3 1 8 6 +2
3. Toma Maglie 3 6 1 1 4 7 10 -3
4. Vigevano 3 6 1 1 4 6 12 -6

Salvezza[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Squadra Pt G V N P GF GS DR
1. Alessandria 8 6 4 0 2 8 5 +3
2. Molfetta 7 6 3 1 2 11 10 +1
1downarrow red.svg 3. Azzurro e Bianco2.svg Marzoli Palazzolo 6 6 3 0 3 14 16 -2
1downarrow red.svg 4. Siena 3 6 1 1 4 7 9 -2

Verdetti[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Corriere dello Sport, 9 dicembre 1950. Le opposizioni dei club di C [1] furono respinte dall'apposita commissione preliminare riunitasi a Bologna.[2]
  2. ^ a b Un punto di penalizzazione.
  3. ^ Tre punti di penalizzazione.
  4. ^ Quattordici punti di penalizzazione per illecito sportivo.
  5. ^ Diciassette punti di penalizzazione per illecito sportivo.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

Libri

  • Almanacco illustrato del calcio, Milano, Rizzoli Editore, 1952 e 1953.

Giornali:

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Calcio Portale Calcio: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di calcio