Elimination Chamber (2010)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Elimination Chamber (2010)
WWE Elimination Chamber.png
Colonna sonoraRise Up dei Cypress Hill
Prodotto daWWE
BrandRaw
SmackDown
SponsorNational Guard
Data21 febbraio 2010
SedeScottrade Center
CittàSt. Louis, Missouri
Spettatori17.000[1]
Cronologia pay-per-view
Royal Rumble (2010)Elimination Chamber (2010)WrestleMania XXVI
Progetto Wrestling

Elimination Chamber (2010) è stata la prima edizione dell'omonimo evento in pay-per-view prodotto annualmente dalla WWE. L'evento si è svolto il 21 febbraio 2010 allo Scottrade Center di Saint Louis (Missouri).[2]

Il concetto principale dell'evento è ruotato intorno al fatto di avere come match principali due Elimination Chamber matches, una per il WWE Championship di Raw e una per il World Heavyweight Championship di SmackDown!, e a questo è dovuto il nome del PPV (votato dai fan attraverso il sito ufficiale della WWE, che hanno potuto scegliere tra questo, "Heavy Metal", "Battle Chamber", "Chamber of Conflict", o la vecchia nomina del PPV: "No Way Out")[3][4].

Poco prima dell'inizio dell'Elimination Chamber match per il World Heavyweight Championship, accade un episodio davvero singolare: The Undertaker, durante il suo ingresso sul ring, fu coinvolto in un incidente pirotecnico provocato dalle fiamme a sparare da sotto la rampa d'entrata. Ha poi iniziato e combattuto comunque il match, ma gli furono date alcune bottiglie d'acqua con cui lo stesso poté raffreddarsi le gambe, il petto e il viso, arrossati notevolmente a causa delle varie ustioni[5]. La sua partecipazione all'incontro fu consentita solo dopo essere stato brevemente curato da un medico a bordo ring.

Antefatto[modifica | modifica wikitesto]

Nella puntata di Raw del 1º febbraio il General Manager della serata, William Shatner, annunciò un Elimination Chamber match con in palio il WWE Championship di Sheamus per Elimination Chamber. Più avanti, la sera stessa, si svolsero degli incontri per determinare gli altri contendenti al titolo; dai quali si qualificarono John Cena (sconfiggendo Cody Rhodes), lo Unified WWE Tag Team Champion Triple H (sconfiggendo Jack Swagger), Randy Orton (sconfiggendo lo Unified WWE Tag Team Champion Shawn Michaels), Ted DiBiase (sconfiggendo Mark Henry) e Kofi Kingston (sconfiggendo Big Show per squalifica)[6].

Nella puntata di SmackDown del 5 febbraio il General Manager dello show, Theodore Long, annunciò un Elimination Chamber match con in palio il World Heavyweight Championship di The Undertaker per Elimination Chamber. Più avanti, la sera stessa, si svolsero degli incontri per determinare gli altri contendenti al titolo; dai quali si qualificarono John Morrison (sconfiggendo l'Intercontinental Champion Drew McIntyre e Kane in un Triple Threath match), R-Truth (sconfiggendo Mike Knox), CM Punk (sconfiggendo Batista per count-out), Chris Jericho (sconfiggendo Matt Hardy) e Rey Mysterio (sconfiggendo Dolph Ziggler)[7].

Nella puntata di SmackDown del 12 febbraio, il match tra Kane e l'Intercontinental Champion Drew McIntyre terminò in doppio count-out dopo che Kane aveva colpito McIntyre con una Chokeslam fuori dal ring. Un match tra i due con in palio l'Intercontinental Championship fu poi sancito per Elimination Chamber.

Nella puntata di Raw del 4 gennaio, dopo che la Divas Champion Melina era stata costretta a rendere vacante il titolo a causa di un infortunio al legamento crociato anteriore (legit), fu annunciato un torneo per decretare la nuova detentrice del Divas Championship[8]. Nella puntata di Raw del 25 gennaio Maryse e Gail Kim si qualificarono per la finale del torneo dopo aver rispettivamente sconfitto Eve Torres e Alicia Fox in semifinale. La finale tra Maryse e la Kim con in palio il vacante Divas Championship fu poi annunciata per Elimination Chamber[9][10][11].

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

# Incontri Stipulazioni Durata[1]
Dark Christian ha sconfitto Ezekiel Jackson Single match[12]
1 John Cena ha sconfitto Sheamus (c), Kofi Kingston, Randy Orton, Ted DiBiase e Triple H Elimination Chamber match per il WWE Championship[13] 30:10
2 Batista ha sconfitto John Cena (c) Single match per il WWE Championship[13] 00:32
3 Drew McIntyre (c) ha sconfitto Kane Single match per il WWE Intercontinental Championship[14] 10:06
4 LayCool (Layla e Michelle McCool) hanno sconfitto Gail Kim e Maryse Tag Team match[15] 03:35
5 The Miz (c) (con Big Show) ha sconfitto Montel Vontavious Porter (con Mark Henry) Single match per il WWE United States Championship[16] 13:02
6 Chris Jericho ha sconfitto The Undertaker (c), CM Punk, John Morrison, R-Truth e Rey Mysterio Elimination Chamber match per il World Heavyweight Championship[17] 35:40

Entrate ed eliminazioni dell'Elimination Chamber match (Raw)[modifica | modifica wikitesto]

Numero d'eliminazione Wrestler Numero d'entrata Eliminato da Tipo di eliminazione[18] Durata[1]
01 1 Randy Orton 04 4 Ted DiBiase Schienato dopo una Attitude Adjustment di Cena 24:02
02 2 Ted DiBiase 05 5 Kofi Kingston Schienato dopo un Trouble in Paradise 25:39
03 3 Kofi Kingston 02 2 Sheamus Schienato dopo una Pale Justice 26:13
04 4 Sheamus 01 1 Triple H Schienato dopo un Low Blow seguito da un Pedigree 28:38
05 5 Triple H 03 3 John Cena Sottomesso con la STF 30:22
06 Vincitore John Cena 06 6 N/A N/A N/A

Entrate ed eliminazioni dell'Elimination Chamber match (SmackDown)[modifica | modifica wikitesto]

Numero d'eliminazione Wrestler Numero d'entrata Eliminato da Tipo di eliminazione[18] Durata
01 1 R-Truth 01 1 CM Punk Schienato dopo una GTS (Go to Sleep) 3:34
02 2 CM Punk 02 2 Rey Mysterio Schienato dopo una 619 seguita da un Springboard Dive 9:58
03 3 Rey Mysterio 03 3 John Morrison Schienato dopo una Starship Pain 20:00
04 4 John Morrison 05 5 The Undertaker Schienato dopo una Chokeslam su una grata d'acciaio 28:24
05 5 The Undertaker 06 6 Chris Jericho Schienato dopo una Sweet Chin Music di Shawn Michaels 35:36
06 Vincitore Chris Jericho 04 4 N/A N/A N/A

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c WWE Elimination Chamber, Pro Wrestling History. URL consultato il 2 marzo 2010.
  2. ^ WWE presents Elimination Chamber, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 20 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 10 dicembre 2012).
  3. ^ Adam Martin, WWE to rename No Way Out PPV?, WrestleView, 24 settembre 2009. URL consultato il 20 dicembre 2009 (archiviato dall'url originale il 10 dicembre 2012).
  4. ^ Elimination Chamber Match rules, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 2 febbraio 2010.
  5. ^ More On Undertaker's Accident, RAW Correction, Lesnar's Next & More - WrestlingInc.com
  6. ^ Greg Adkins, Process of Elimination, World Wrestling Entertainment, 1º febbraio 2009. URL consultato il 2 febbraio 2009.
  7. ^ Mitch Passero, Opportunity knocks, World Wrestling Entertainment, 5 febbraio 2009. URL consultato il 6 febbraio 2009.
  8. ^ Divas Champion Melina injured, World Wrestling Entertainment. URL consultato il 13 febbraio 2010.
  9. ^ Greg Adkins, Hit Man, baby, one more time, World Wrestling Entertainment, 4 gennaio 2010. URL consultato il 13 febbraio 2009.
  10. ^ Greg Adkins, Tyson's rope-a-dope, World Wrestling Entertainment, 11 gennaio 2010. URL consultato il 13 febbraio 2009.
  11. ^ Greg Adkins, "Psych"-ed for the Rumble, World Wrestling Entertainment, 25 gennaio 2010. URL consultato il 13 febbraio 2009.
  12. ^ Elimination Chamber Dark Match Result From St. Louis, PWInsider, 21 febbraio 2010. URL consultato il 22 febbraio 2010.
  13. ^ a b Greg Adkins, Results:Intermittent reign, World Wrestling Entertainment, 21 febbraio 2010. URL consultato il 22 febbraio 2010 (archiviato dall'url originale il 30 luglio 2010).
  14. ^ Ryan Murphy, Results:McIntyre gets off scot-free, World Wrestling Entertainment, 21 febbraio 2010. URL consultato il 22 febbraio 2010.
  15. ^ Kevin Powers, Results:SmackDown thwarts gateway to Divas Title, World Wrestling Entertainment, 21 febbraio 2010. URL consultato il 22 febbraio 2010.
  16. ^ Aubrey Sitterson, Results:Make no Miz-take, World Wrestling Entertainment, 21 febbraio 2010. URL consultato il 22 febbraio 2010.
  17. ^ Michael Burdick, Results:Heartbroken, World Wrestling Entertainment, 21 febbraio 2010. URL consultato il 22 febbraio 2010.
  18. ^ a b WWE Elimination Chamber PPV Report, PWTorch. URL consultato il 22 febbraio 2010.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Wrestling Portale Wrestling: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di wrestling