Egon Spengler

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Egon Spengler
Egon Spengler nel primo film
UniversoGhostbusters
Lingua orig.inglese
1ª app.1984
1ª app. inGhostbusters - Acchiappafantasmi
Ultima app. inGhostbusters: Legacy
Interpretato daHarold Ramis
Voci orig.
Voci italiane
Caratteristiche immaginarie
SpecieUmano
SessoMaschio
EtniaStatunitense
Luogo di nascitaCleveland, Ohio
Data di nascita21 novembre 1944
ProfessioneScienziato

Il dottor Egon Spengler è un personaggio immaginario apparso per la prima volta nel film Ghostbusters - Acchiappafantasmi (1984) e nei suoi sequel Ghostbusters II (1989) e Ghostbusters: Legacy (2021). Raggiunse anche la popolarità con la serie televisiva a cartoni animati The Real Ghostbusters, spin-off del film. È interpretato da Harold Ramis. È doppiato da Mario Cordova nel primo film, e nelle prime due stagioni della serie animata The Real Ghostbusters, da Claudio Capone nel secondo film e dalla terza stagione in poi della serie animata The Real Ghostbusters, infine da Enrico Bertorelli nella serie animata Extreme Ghostbusters.

Biografia del personaggio[modifica | modifica wikitesto]

Egon Spengler nasce a Cleveland (Ohio) il 21 novembre 1944. È un individuo alto 1,88 m, allampanato, occhialuto e dai capelli corvini (biondi nella serie animata), mentre di carattere si presenta estremamente laconico e riflessivo. All'inizio del primo film lavora, insieme ai suoi colleghi Peter Venkman e Ray Stantz, come ricercatore per l'Università di New York, venendo poi espulso (insieme a Peter e Ray) perché ritenuto poco credibile. In seguito i tre uomini si mettono in società e diventano gli Acchiappafantasmi, una squadra di disinfestatori professionisti.

Laureatosi con il massimo dei voti in parapsicologia e ingegneria nucleare, Egon Spengler è inoltre il più colto dei membri del team nel campo del paranormale. La sua genialità gli ha permesso di ideare e costruire gli zaini protonici e tutta l'attrezzatura necessaria per la loro attività, compreso il contenitore ectoplasmatico fondamentale per racchiudere permanentemente i fantasmi (il cosiddetto "dispositivo di stoccaggio"). La sua prima grande invenzione fu il PKE, un potente rilevatore di attività ectoplasmatica. Egli è, assieme a Ray Stantz, il creatore dell'equipaggiamento degli Acchiappafantasmi, rendendolo il vero e proprio cervello del gruppo. Proprio per questa sua spiccata intelligenza viene talvolta preso in giro dal collega Peter Venkman. Forse Spengler non è particolarmente socievole, come dimostrato nelle sue brevi interazioni con la segretaria, Janine Melnitz, e Peter Venkman, il più chiacchierone del gruppo.

Spengler è il membro più serio e rigido degli Acchiappafantasmi. E' una persona estremamente scrupolosa, di poche parole e abbastanza introversa, anche se a volte si lascia andare a qualche battuta. Dei suoi hobby Spengler parla proprio nel primo film, dove attesta di collezionare "spore, muffe e funghi", aggiungendo nel secondo film che, durante la sua infanzia, l'unico gioco di cui disponeva era un misirizzi che però possedette per poco tempo, perché lo fuse per estrarne del piombo. Come ricordato nel primo film, è apparentemente un tossicomane di cibo spazzatura, a causa della sua passione per i dolci e i crackers. Nel secondo film, si aggiunge che a lui e Ray piacciono i cibi da asporto come la pizza, la cucina asiatica, greca e messicana. Nel primo film c'è anche una scena in cui Egon cena con cibo cinese da asporto con Peter e Ray, durante la quale mangia rotoli di uova. Secondo il videogioco della serie, Spengler dorme solamente 14 minuti al giorno, il che gli lascia "molto tempo per lavorare". Nonostante sia un timido professore stereotipato, Egon è incline a reazioni violente quando viene spinto troppo oltre dal punto di vista caratteriale, come dimostrato dal suo tentativo di aggredire il cinico e prepotente funzionario del Dipartimento dell'ambiente Walter Peck, a causa della sua codardia.

Nel terzo film della serie originale, Ghostbusters: Legacy, viene detto che il personaggio è veramente morto (come l'attore Harold Ramis,[1] mancato nel febbraio del 2014) in cui viene ucciso dagli spiriti maligni, conducendo un esperimento a Summerville, luogo in cui è ambientato il film. Ha una figlia single di nome Callie, e infine i suoi giovani nipoti, la dodicenne Phoebe e il quindicenne Trevor. Alla fine del film, nello scontro finale, compare sotto forma di spettro e aiuta i suoi vecchi colleghi rimasti e la sua nipote (con la quale condivide la passione per la scienza in cui indossa anche lei gli occhiali) a sconfiggere definitivamente Gozer il Gozeriano.

Curiosità[modifica | modifica wikitesto]

Inizialmente Egon Spengler doveva essere interpretato da altri attori ma a causa d'ingaggi per altri film e divergenze artistiche alla fine la parte andò ad Harold Ramis che era molto affezionato al personaggio. Per la parte furono considerati anche Christopher Walken, John Lithgow, Christopher Lloyd e Jeff Goldblum.[2] Anche John Candy era interessato al ruolo di Egon Spengler, ma era invece già impegnato sul set di Splash - Una sirena a Manhattan.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ian Spelling, ‘Ghostbusters: Afterlife’ Director Explains Why That Shocking Cameo Had to Happen, su Fatherly.com, 18 novembre 2021. URL consultato il 3 dicembre 2021.
  2. ^ Ghostbusters 1984: 10 cose che (forse) non sapete sui primi Acchiappafantasmi, su Radio Deejay, 28 luglio 2016. URL consultato il 29 luglio 2021.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • (EN) Egon Spengler, su Behind The Voice Actors, Inyxception Enterprises. Modifica su Wikidata