Peter Venkman

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Peter Venkman
Peter Venkman nel primo film
Peter Venkman nel primo film
Universo Ghostbusters
Lingua orig. Inglese
1ª app. 1984
Interpretato da Bill Murray in due film e un videogioco
Voci orig.
Voci italiane
Sesso Maschio

Peter Venkman è uno dei protagonisti del film Ghostbusters - Acchiappafantasmi del 1984, e del suo sequel del 1989, Ghostbusters II. Raggiunse anche la popolarità con la serie televisiva a cartoni animati The Real Ghostbusters, spin-off del film. È interpretato da Bill Murray nei due film, e doppiato da Oreste Rizzini sia nei film che nella serie animata. Murray ha dato anche la voce del personaggio nel videogame del 2009 Ghostbusters: Il videogioco.

Inizialmente Peter Venkman doveva essere interpretato da John Belushi, ma dopo la sua prematura scomparsa avvenuta il 5 marzo 1982, venne sostituito da Bill Murray.

Nel 2008, il personaggio di Peter Venkman è stato scelto dalla rivista Empire come uno dei 100 più grandi personaggi di film di tutti i tempi,[1] descritto da Nick de Semlyen come "l'ultimo vero eroe di New York: cinico, sarcastico, ma dalla natura segretamente dolce",[1] "un uomo posseduto da una spontaneità maniacale, con una gran voglia di volteggiare attorno agli altri ed in particolare alle donne che incontra". E' stato anche definito come il "personaggio più popolare interpretato da Murray".[2]

In Ghostbusters[modifica | modifica wikitesto]

Nato a Brooklyn, Peter Venkman è laureato in psicologia e parapsicologia e dedica i propri studi essenzialmente alla percezione extrasensoriale. Pur dotato di conoscenze, a differenza dei suoi due colleghi Ray Stantz e Egon Spengler, Peter si presenta essenzialmente come un imbonitore più che uno scienziato. Si dimostra inizialmente scettico sul tema dei fantasmi sino al suo primo incontro diretto con uno di questi. Il rettore dell'Università presso la quale lavora col gruppo lo definisce un "mediocre scienziato"

Grazie all'invenzione di Spengler, il dispositivo di stoccaggio che permette di intrappolare i fantasmi, decide di creare il gruppo degli Acchiappafantasmi/Ghostbusters. Appassionato di belle donne, si innamorerà poi della loro prima cliente, Dana Barrett, e insieme ai colleghi salverà lei e tutta New York dall'avvento del Dio sumero Gozer.

In Ghostbusters 2[modifica | modifica wikitesto]

5 anni dopo gli avvenimenti del primo, Peter è diventato un presentatore televisivo di un programma intitolato Mondo Medianico (in originale World of the Psychic with Dr. Peter Venkman). Si riunirà poi agli amici Acchiappafantasmi per impedire il ritorno sulla Terra di Vigo Il Carpatico, lo spirito di un tiranno del passato racchiuso in un dipinto che cerca di reincarnarsi in Oscar, il giovane figlio di Dana Barrett, la quale nel periodo tra il primo e il secondo film aveva lasciato Peter e si era rifatta una vita. Venkman e Dana si riuniranno alla fine del film dopo che con gli altri Acchiappafantasmi sconfiggeranno Vigo.

Ghostbusters: Il videogioco[modifica | modifica wikitesto]

2 anni dopo gli avvenimenti del secondo film, Peter assieme ai colleghi deve addestrare un nuovo Acchiappafantasmi e insieme sconfiggere lo spettro di Ivo Shandor, "l'architetto" fondatore della setta "gli adoratori di Gozer" che aveva costruito il palazzo in cui abitava Dana nel primo film e i tunnel che portavano la melma nel secondo, tornato sulla Terra per unire il nostro mondo con la dimensione del mondo dei fantasmi. Peter si infatua inoltre della Dott.ssa Ilyssa Selwy coinvolta anche lei con gli avvenimenti paranormali legati all'avvento di Shandor l'Architetto.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Empire's The 100 Greatest Movie Characters, Empire. URL consultato il 21 maggio 2010.
  2. ^ Nick de Semlyen, Ghostbusters – Too cool for Zuul, nº 242, Empire, 1º agosto 2009, p. 142. URL consultato il 1º ottobre 2011.