Edward Prescott

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Edward Prescott
Medaglia del Premio Nobel Nobel per l'economia 2004

Edward Charles Prescott, detto "Ed" (Glens Falls, 26 dicembre 1940), è un economista statunitense, vincitore, insieme a Finn Kydland, del premio Nobel per l'economia nel 2004, per «per i contributi alla macroeconomia dinamica: la consistenza temporale delle politiche economiche e le forze che determinano il ciclo economico».[1]

Dopo aver conseguito nel 1967 il dottorato presso la Carnegie Mellon University di Pittsburgh,[2] ha insegnato in varie università: alla University of Pennsylvania, alla Carnegie Mellon University, alla University of Minnesota e, dal 2003, è docente all'Arizona State University,[2] è anche consulente della Federal Reserve Bank di Minneapolis.

Pubblicazioni[modifica | modifica sorgente]

  • Rules Rather than Discretion: The Inconsistency of Optimal Plans, coautore Finn E. Kydland, in The Journal of Political Economy, Jun., 1977, vol. 85, no. 3, pp. 473-492.
  • Time to Build and Aggregate Fluctuations, coautore Finn E. Kydland, in Econometrica: Journal of the Econometric Society, Nov., 1982, vol. 50, no. 6, pp. 1345-1370.
  • Contractual arrangements for intertemporal trade, coautore Neil Wallace, Minneapolis, University of Minnesota Press, 1987.
  • Recursive methods in economic dynamics, coautori Nancy L. Stokey e Robert E. Lucas, Cambridge, Mass, Harvard University Press, 1989.
  • Barriers to riches, coautore Stephen L. Parente, Cambridge, Mass., MIT Press, 2000. Edizione italiana: Barriere alla ricchezza delle nazioni, Milano, EGEA, 2001.
  • Great depressions of the twentieth century, coautore Timothy J. Kehoe, Minneapolis, Federal Reserve Bank of Minneapolis, 2007.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ (EN) Il premio Nobel per l'economia del 2004. URL consultato il 7 febbraio 2008.
  2. ^ a b Fonte: The Concise Encyclopedia of Economics, riferimenti in Collegamenti esterni.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

Controllo di autorità VIAF: 66527523 LCCN: n86804541