Douglass North

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Medaglia del Premio Nobel Nobel per l'economia 1993

Douglass North (Cambridge, 5 novembre 1920) è un economista statunitense, vincitore del premio Nobel nel 1993.

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Dopo aver conseguito il dottorato in economia presso l'Università della California, Berkeley[1] ha insegnato negli atenei di Washington, Houston, Cambridge[2] e, dal 1983, è stato docente di Economia e Storia nella Washington University in St. Louis.[1]

Nel 1993, assieme a Robert W. Fogel, è stato insignito del premio Nobel per l'economia con la seguente motivazione: «per aver rinnovato la ricerca di storia economica mediante l'applicazione di teoria economica e metodi quantitativi, al fine di spiegare il cambiamento economico e istituzionale».[3]

North è uno dei massimi esponenti della corrente istituzionalista. È un rappresentante della recente tendenza di leggere la storia economica attraverso la cosiddetta cliometria che applica le tecniche dell'analisi statistica ed econometrica.

Opere[modifica | modifica sorgente]

  • The economic growth of the United States, 1790-1860, Englewood Cliffs, N.J., Prentice-Hall, 1961.
  • Growth and welfare in the American past: a new economic history, Englewood Cliffs, N.J., Prentice-Hall, 1966.
  • The growth of the American economy to 1860, coautore Robert Paul Thomas, Columbia, University of South Carolina Press, 1968.
  • Institutional change and American economic growth, coautori Lance Edwin Davis e Calla Smorodin, Cambridge, University Press, 1971.
  • The rise of the Western world; a new economic history, coautore Robert Paul Thomas, Cambridge, University Press, 1973. Trad. italiana L' evoluzione economica del mondo occidentale, Milano, A. Mondadori, 1976.
  • Structure and change in economic history, New York, Norton, 1981.
  • Understanding the process of economic change, Princeton, Princeton University Press, 2005. Trad. italiana Capire il processo di cambiamento economico, Bologna, Il mulino, 2006. ISBN 88-15-11127-1.
  • Institutions, institutional change, and economic performance, Cambridge, Cambridge University Press, 1990. Trad. italiana Istituzioni, cambiamento istituzionale, evoluzione dell'economia, Bologna, Il Mulino, 2007. ISBN 978-88-15-06209-3.
  • Violence and social orders: a conceptual framework for interpreting recorded human history, coautori John Joseph Wallis e Barry R. Weingast, Cambridge, Cambridge University Press, 2009. Trad. italiana Violenza e ordini sociali: un'interpretazione della storia, Bologna, Il mulino, 2012. ISBN 978-88-15-23759-0.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ a b Fonte: The Concise Encyclopedia of Economics, riferimenti in Collegamenti esterni.
  2. ^ Enciclopedia Italiana, riferimenti in Collegamenti esterni.
  3. ^ Vedi la scheda biografica sul sito ufficiale del Premio Nobel, elencato nei Collegamenti esterni.

Voci correlate[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]

  • North, Douglass Cecil la voce nella Treccani.it L'Enciclopedia Italiana. URL visitato il 13/10/2012
  • (EN) Douglass C. North autobiografia nel sito Nobelprize.org, The Official Web Site of the Nobel Prize. URL visitato il 13/10/2012
  • (EN) Douglass C. North la voce in The Concise Encyclopedia of Economics, sito "Library of Economics and Liberty". URL visitato il 13/10/2012

Controllo di autorità VIAF: 24662607 LCCN: n79127766