E3 Harelbeke 2012

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vai alla navigazione Vai alla ricerca
Bandiera del Belgio E3 Harelbeke 2012
Il percorso
Edizione55ª
Data23 marzo
PartenzaHarelbeke
ArrivoHarelbeke
Percorso203 km
Tempo4h51'59"
Media41,715 km/h
Valida perUCI World Tour 2012
Ordine d'arrivo
PrimoBandiera del Belgio Tom Boonen
SecondoBandiera della Spagna Óscar Freire
TerzoBandiera dell'Austria Bernhard Eisel
Cronologia
Edizione precedenteEdizione successiva
E3 Harelbeke 2011E3 Harelbeke 2013

La E3 Harelbeke 2012, cinquantacinquesima edizione della corsa, inclusa per la prima volta nel circuito dell'UCI World Tour, fu disputata il 23 marzo 2012 su un percorso di 203 km. Fu vinta dal belga Tom Boonen, al traguardo in 4h51'59" a una media di 41,715 km/h.

Furono 106 in totale i corridori che tagliarono il traguardo.

Percorso[modifica | modifica wikitesto]

Il profilo altimetrico

L'edizione 2012 parte ed arriva nella città di Harelbeke. Il percorso prevede 203 km ed un totale di 13 muri: rispetto all'edizione 2011 è aggiunto il muro di Grammont.

I muri da percorrere sono i seguenti: il muro di Grammont, seguito da quello di La Houppe, il Berg Stene, il Boigneberg, l'Eikenberg, lo Stationsberg, il Taaienberg, il Kruisberg, il Kapelberg, il Paterberg, l'Oude Kwaremont, il Knokteberg ed il Tiegemberg, posto a circa 15 km dall'arrivo.[1]

Squadre partecipanti[modifica | modifica wikitesto]

Lo stesso argomento in dettaglio: Partecipanti all'E3 Harelbeke 2012.

Sono state invitate venticinque squadre ciclistiche. Oltre alla presenza obbligatoria dei diciotto UCI ProTeam, sono state invitate sette UCI Professional Continental Team: Accent.jobs-Willems Veranda's, Cofidis, Team Europcar, Farnese Vini-Selle Italia, Landbouwkrediet-Euphony, Project 1T4I e Topsport Vlaanderen-Mercator.[2]

N. Cod. Squadra
1-8 RNT Bandiera del Lussemburgo RadioShack-Nissan
11-18 BMC Bandiera degli Stati Uniti BMC Racing Team
21-28 LBT Bandiera del Belgio Lotto-Belisol Team
31-38 OPQ Bandiera del Belgio Omega Pharma-Quickstep
41-48 ALM Bandiera della Francia AG2R La Mondiale
51-58 AST Bandiera del Kazakistan Astana Pro Team
61-68 EUS Bandiera della Spagna Euskaltel-Euskadi
71-78 FDJ Bandiera della Francia FDJ-BigMat
81-88 GEC Bandiera dell'Australia GreenEDGE Cycling Team
91-98 KAT Bandiera della Russia Katusha Team
101-108 LAM Bandiera dell'Italia Lampre-ISD
111-118 LIQ Bandiera dell'Italia Liquigas-Cannondale
121-128 MOV Bandiera della Spagna Movistar Team
N. Cod. Squadra
131-138 RAB Bandiera dei Paesi Bassi Rabobank Cycling Team
141-148 SKY Bandiera del Regno Unito Sky Procycling
151-158 GAR Bandiera degli Stati Uniti Team Garmin-Barracuda
161-168 SAX Bandiera della Danimarca Team Saxo Bank
171-178 VCD Bandiera dei Paesi Bassi Vacansoleil-DCM
181-188 ACC Bandiera del Belgio Accent.jobs-Willems Veranda's
191-198 COF Bandiera della Francia Cofidis, le Crédit en Ligne
201-208 FAR Bandiera del Regno Unito Farnese Vini-Selle Italia
211-218 LAN Bandiera del Belgio Landbouwkrediet-Euphony
221-228 PRO Bandiera dei Paesi Bassi Project 1T4I
231-238 EUC Bandiera della Francia Team Europcar
241-248 TSV Bandiera del Belgio Topsport Vlaanderen

Favoriti[modifica | modifica wikitesto]

Tra gli altri, partecipano i plurivincitori Tom Boonen (vinse consecutivamente dal 2004 al 2007) e Fabian Cancellara (campione in carica e vincitore dell'edizione 2010) e il vincitore dell'edizione 2009, Filippo Pozzato.

Resoconto degli eventi[modifica | modifica wikitesto]

La corsa inizia con una fuga di nove corridori: Luca Ascani, Sébastien Delfosse, Gert Dockx, Oscar Gatto, Damien Gaudin, Gregor Gazvoda, Kevin Hulsmans, Michael Mørkøv e Nico Sijmens. La prima parte della corsa vede molte cadute tra le quali quella di David Millar che, portato in ospedale, rimedierà una clavicola rotta.

Il plotone riassorbe tutti i fuggitivi eccetto Gatto che viene raggiunto da Sylvain Chavanel e da Dmitrij Murav'ëv: in seguito Gatto fora, lasciando i due in testa alla corsa. Alcuni corridori tentano di uscire dal gruppo, che non lascia spazio e chiude su tutti i tentativi riprendendo anche i due al comando.

Si arriva alla volata finale vinta dal belga Tom Boonen, che vince per la quinta volta la E3 Harelbeke. Dietro al belga chiudono Óscar Freire, Bernhard Eisel, Leonardo Duque, Sep Vanmarcke e John Degenkolb.[3]

Ordine d'arrivo (Top 10)[modifica | modifica wikitesto]

Pos. Corridore Squadra Tempo
1 Bandiera del Belgio Tom Boonen Omega Ph. 4h51'59"
2 Bandiera della Spagna Óscar Freire Katusha s.t.
3 Bandiera dell'Austria Bernhard Eisel Sky s.t.
4 Bandiera della Colombia Leonardo Duque Cofidis s.t.
5 Bandiera del Belgio Sep Vanmarcke Garmin s.t.
6 Bandiera della Germania John Degenkolb Project 1T4I s.t.
7 Bandiera della Francia Matthieu Ladagnous FDJ s.t.
8 Bandiera della Francia Alexandre Pichot Europcar s.t.
9 Bandiera dell'Italia Alessandro Ballan BMC s.t.
10 Bandiera della Francia Sébastien Turgot Europcar s.t.

Punteggi UCI[modifica | modifica wikitesto]

Classifica individuale
Pos. Corridore Squadra Punti
1 Bandiera del Belgio Tom Boonen Omega Pharma 80
2 Bandiera della Spagna Óscar Freire Katusha 60
3 Bandiera dell'Austria Bernhard Eisel Sky 50
4 Bandiera del Belgio Sep Vanmarcke Garmin 30
5 Bandiera della Francia Matthieu Ladagnous FDJ 14
6 Bandiera dell'Italia Alessandro Ballan BMC 6
Classifica a squadre
Pos. Squadra Punti
1 Bandiera del Belgio Omega Pharma-Quickstep 80
2 Bandiera della Russia Katusha Team 60
3 Bandiera del Regno Unito Sky Procycling 50
4 Bandiera degli Stati Uniti Team Garmin-Barracuda 30
5 Bandiera della Francia FDJ-BigMat 14
6 Bandiera degli Stati Uniti BMC Racing Team 6
Classifica per nazione
Pos. Nazione Punti
1 Bandiera del Belgio Belgio 110
2 Bandiera della Spagna Spagna 60
3 Bandiera dell'Austria Austria 50
4 Bandiera della Francia Francia 14
5 Bandiera dell'Italia Italia 6

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Giampaolo Almeida, E3 Prijs-Harelbeke 2012, il percorso, su spaziociclismo.it, 22 marzo 2012. URL consultato il 22 aprile 2012.
  2. ^ (EN) E3 Prijs Vlaanderen - Harelbeke 2012, su cyclingnews.com. URL consultato il 25 aprile 2012.
  3. ^ (EN) Brecht Decaluwé, Boonen victorious at E3 Prijs Vlaanderen-Harelbeke, su cyclingnews.com. URL consultato il 25 aprile 2012.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Ciclismo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di ciclismo