Discografia dei Paramore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

1leftarrow blue.svgVoce principale: Paramore.

Discografia dei Paramore
Parahoy! 2014.jpg
I Paramore in concerto nel 2014
Album in studio5
Album dal vivo2
EP5
Singoli25
Album video2
Video musicali27

Questa è la discografia dei Paramore, gruppo musicale statunitense in attività dal 2004. Al 2018 hanno pubblicato cinque album in studio, due album dal vivo, cinque EP e oltre venti singoli.

Il loro album di debutto All We Know Is Falling, pubblicato nel 2005, riesce a raggiungere la 51ª posizione degli album più venduti nel Regno Unito, senza però riscontrare molto successo negli Stati Uniti. Nel 2014, a distanza di 9 anni dalla sua pubblicazione, riesce comunque a ottenere la certificazione di disco d'oro arrivando alla cifra di 500.000 copie vendute.

Nel 2007 realizzano il loro secondo album in studio, Riot!, che porta alla notorietà internazionale i Paramore grazie a singoli di successo come Misery Business e Crushcrushcrush. Il grande successo internazionale arriva però con la pubblicazione di Decode, brano che entra a far parte della colonna sonora del film del 2008 Twilight. Nel 2009 la band esce il terzo album di inediti, intitolato Brand New Eyes. È l'album che riconferma il successo di Riot! e Decode, raggiungendo nuovi traguardi come il 2º posto negli Stati Uniti e il 1º nel Regno Unito, in Australia, in Nuova Zelanda e in altri paesi. Dopo i singoli Ignorance e Brick by Boring Brick, viene pubblicato il fortunato The Only Exception, che riesce a superare il successo di Misery Business e Decode nelle principali classifiche.

Il quarto album in studio della band, intitolato Paramore, esce nel 2013. Il singolo Still into You da esso estratto riesce a vendere più di ogni altro singolo mai pubblicato dai Paramore a livello internazionale. Il successo del singolo rispecchia quello dell'album, grazie al quale la band ottiene il suo primo piazzamento in cima alla Billboard 200, raggiungendo il 1º posto anche in altri otto paesi. Nel 2014 viene pubblicato come quarto singolo estratto dall'album Ain't It Fun, che riesce a superare il successo di ogni altro brano della band negli Stati Uniti, che raggiunge per la prima volta la Top 10 della Billboard Hot 100[1] e vince il Grammy Award alla miglior canzone rock nel 2015[2].

Anticipato dai singoli Hard Times e Told You So, il quinto album After Laughter viene pubblicato nel 2017.

Album[modifica | modifica wikitesto]

Album in studio[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Classifiche Certificazioni
USA
[3]
USA
Alt.

[3]
USA Rock
[3]
AUS
[4]
AUT
[5]
CAN
[3]
FIN
[6]
DEU
[7]
IRL
[8]
JPN
[9]
MEX
[10]
NDL
[11]
NZL
[12]
UK
[13]
UK
Rock

[14]
2005 All We Know Is Falling
  • Pubblicato: 26 luglio
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: CD, LP, download digitale
51 7
2007 Riot!
  • Pubblicato: 12 giugno
  • Etichetta: Fueled by Ramen, Warner Bros.
  • Formato: CD, LP, download digitale
15 2 4 47 66 26 63 53 62 31 61 15 24 1
2009 Brand New Eyes
  • Pubblicato: 29 settembre
  • Etichetta: Fueled by Ramen, Warner Bros.
  • Formato: CD, LP, download digitale
2 1 1 1 6 3 5 7 1 19 7 23 1 1 1
2013 Paramore
  • Pubblicato: 9 aprile
  • Etichetta: Fueled by Ramen, Warner Bros.
  • Formato: CD, LP, download digitale
1 1 1 1 13 3 10 8 1 21 1 18 1 1 1
2017 After Laughter
  • Pubblicato: 12 maggio
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: CD, LP, MC, download digitale
6 1 1 3 10 9 14 18 4 66 17 7 4

Album dal vivo[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Classifiche Certificazioni
US
[3]
US
Alt.
[3]
US Rock
[3]
AUS
[4]
FIN
[6]
MEX
[10]
UK
[28]
UK
Rock
[29]
2008 Live in the UK 2008
  • Pubblicato: 29 gennaio
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: CD
Album stampato in 1.000 copie in edizione limitata.
The Final Riot!
  • Pubblicato: 24 novembre
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: DVD, BD, CD+DVD, download digitale
88 15 22 38 31 47 153 18

Extended play[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo
2006 The Summer Tic EP
  • Pubblicato: 2 agosto
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: CD
2010 2010 Summer Tour EP
  • Pubblicato: 10 agosto
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: CD, download digitale
The Only Exception EP
  • Pubblicato: 28 settembre
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: Download digitale
2011 Singles
  • Pubblicato: 14 dicembre
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: Download digitale, 45 giri
2013 The Holiday Sessions
  • Pubblicato: 20 aprile
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: 45 giri

Singoli[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Classifiche Certificazioni Album di provenienza
US
[3]
US
Alt.

[3]
US
Pop

[3]
US
Rock

[3]
US
Digital

[3]
AUS
[4]
CAN
[3]
NZL
[12]
UK
[13][28]
UK
Rock

[30]
2005 Pressure 62 All We Know Is Falling
Emergency
2006 All We Know
2007 Misery Business 26 3 12 11 67 17 1 Riot!
Hallelujah 139
Crushcrushcrush 54 4 41 32 61
2008 That's What You Get 66 36 18 63 92 35 55
Decode 33 5 36 18 12 48 15 52 Twilight: Original Motion Picture Soundtrack
2009 Ignorance 67 7 20 58 35 96 32 14 1 Brand New Eyes
Brick by Boring Brick 9 20 85 29 85 2
2010 The Only Exception 24 12 17 17 25 13 31 1
Careful 78 37 38 89 108 2
Playing God 195 5
2011 Monster 36 23 38 16 56 55 23 21 22 Transformers: Dark of the Moon – The Album
Renegade Acquistabili solo tramite Singles Club Singles
Hello Cold World
In the Mourning
2013 Now 103 13 16 65 86 39 2 Paramore
Still into You 24 8 6 22 5 58 14 15 1
Daydreaming 33
2014 Ain't It Fun 10 3 1 13 32 27 147 3
2017 Hard Times 90 13 6 61 65 34 After Laughter
Told You So 16
Fake Happy 37 33
2018 Rose-Colored Boy 27

Altri brani classificati[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Classifiche Album
di provenienza
US
Rock
[3]
UK
[28]
UK
Rock
[36]
2010 All I Wanted 18 Brand New Eyes
Looking Up 33
Misguided Ghosts 37
Turn It Off 150 6
Where the Lines Overlap 40
2013 Grow Up 36 Paramore
2014 Escape Route 27
Native Tongue 36
Tell Me It's Okay 17
2015 Hate to See Your Heart Break 23
2017 26 47 After Laughter
Forgiveness 35
Pool 50

Versioni acustiche e inediti[modifica | modifica wikitesto]

I Paramore hanno pubblicato le versioni acustiche di alcune delle loro canzoni come B-side nei vari singoli o come tracce bonus nelle edizioni speciali degli album in studio (come le versioni acustiche di Where the Lines Overlap, Ignorance, Brick by Boring Brick e Turn It Off nella versione Deluxe e iTunes di Brand New Eyes). Nel corso degli anni la band ha registrato varie demo, alcune delle quali mai pubblicate (come Hello Hello, Rewind, Adore, Stay Away, Temporary e altre) e cover di altri artisti (come Use Somebody dei Kings of Leon, Sunday Bloody Sunday degli U2 e My Hero dei Foo Fighters). Nel 2010 i Paramore hanno registrato una cover di You Ain't Woman Enough (To Take My Man) di Loretta Lynn per l'album di cover prodotto in suo tributo dalla Columbia Records, intitolato Coal Miner's Daughter: A Tribute to Loretta Lynn[37].

Videografia[modifica | modifica wikitesto]

Album video[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo
2008 The Final Riot!
  • Pubblicato: 24 novembre
  • Etichetta: Fueled by Ramen
  • Formato: BD, DVD, download digitale
2010 Paramore's Videos. All of Them. Ever.
  • Pubblicato: 11 maggio
  • Etichetta: Fueled by Ramen, Atlantic
  • Formato: DVD, download digitale

Video musicali[modifica | modifica wikitesto]

Anno Titolo Regista
2005 Pressure Shane Drake
2006 Emergency
All We Know Dan Dobi
2007 Misery Business Shane Drake
Hallelujah Big TV!
Crushcrushcrush Shane Drake
2008 That's What You Get Marcos Siega
Let the Flames Begins (Live) Philip Botti
Decode Shane Drake
2009 Ignorance Honey
Brick by Boring Brick Meiert Avis
2010 The Only Exception Brandon Chesbro
Careful
Playing God
2011 Monster Shane Drake
2013 Now Daniel Cloud Campos
Still into You Isaac Rentz
Anklebiters Jordan Bruner
Daydreaming Julian Acosta
2014 Ain't It Fun Sophia Peer
Last Hope (Live) Michael Thelin
Hate to See Your Heart Break (feat. Joy Williams) Chuck David Willis
2017 Hard Times Andrew Joffe
Told You So Zac Farro e Aaron Joseph
Fake Happy Zac Farro
2018 Rose-Colored Boy Warren Fu
Caught in the Middle Computer Team

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Gary Trust, John Legend Leads Hot 100, Paramore Hits Top 10, su billboard.com, Billboard, 14 maggio 2014. URL consultato il 16 maggio 2014.
  2. ^ (EN) Brenna Ehrlich, Paramore Won Their First Grammy Ever — And Made History, su mtv.com, MTV, 8 febbraio 2015. URL consultato l'8 febbraio 2015.
  3. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) Paramore Chart History, su Billboard. URL consultato il 23 ottobre 2018. Cliccare sulla freccia all'interno della casella nera per visualizzare le varie classifiche.
  4. ^ a b c (EN) Paramore, su australian-charts.com. URL consultato il 14 giugno 2012.
  5. ^ (EN) Paramore, su austriancharts.at. URL consultato il 14 giugno 2012.
  6. ^ a b (EN) Paramore, su finnishcharts.com. URL consultato il 14 giugno 2012.
  7. ^ (DE) Paramore, su musicline.de. URL consultato il 14 giugno 2012 (archiviato dall'url originale il 12 marzo 2012).
  8. ^ (EN) Paramore, su irish-charts.com. URL consultato il 14 giugno 2012.
  9. ^ (JA) Paramore, su oricon.co.jp, Oricon. URL consultato il 18 aprile 2013.
  10. ^ a b (EN) Paramore [collegamento interrotto], su mexicancharts.com. URL consultato il 14 giugno 2012.
  11. ^ (NL) Paramore, su dutchcharts.nl. URL consultato il 14 giugno 2012.
  12. ^ a b (EN) Paramore, su charts.nz, Charts.org.nz. URL consultato il 14 giugno 2012.
  13. ^ a b (EN) Paramore - full Official Chart History, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 20 settembre 2017.
  14. ^ (EN) 2009 Top 40 Rock & Metal Albums Archive, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 3 luglio 2012.
  15. ^ a b c d e f g h i j k l m n o p (EN) paramore – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 2 aprile 2016.
  16. ^ (EN) Accreditations - 2012 Albums, su aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 20 marzo 2012.
  17. ^ a b c d e f g h i j k l m n (EN) BRIT Certified, su bpi.co.uk, BPI. URL consultato il 26 dicembre 2018.
  18. ^ (EN) Accreditations - 2009 Albums, su aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 20 ottobre 2011.
  19. ^ a b c d (EN) Searchable Database - Paramore, su musiccanada.com, Music Canada. URL consultato il 23 maggio 2015.
  20. ^ a b (PT) Riot! y Brand New Eyes Platino en Ireland, su paramore-sanjuan.blogspot.com. URL consultato il 26 luglio 2012.
  21. ^ a b (EN) RIANZ Chart #1691 - Monday 19 October 2009, su nztop40.co.nz, Recording Industry Association of New Zealand. URL consultato il 18 aprile 2013.
  22. ^ (EN) Brand New Eyes GOLD in Argentina, su paramoremusic.livejournal.com. URL consultato il 19 giugno 2012.
  23. ^ (EN) Accreditations - 2011 Albums, su aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 20 dicembre 2011.
  24. ^ (PT) Paramore – Certificados, su pro-musicabr.org.br, Pro-Música Brasil. URL consultato il 5 gennaio 2013.
  25. ^ (EN) Accreditations - 2013 Albums, su aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 31 ottobre 2013.
  26. ^ (EN) The self-titled album is officially Gold in Brazil!, su twitter.com, Twitter, 31 luglio 2014. URL consultato il 10 marzo 2016.
  27. ^ (EN) ‘Paramore’ Gold in New Zealand!, su paramore-music.com. URL consultato il 24 gennaio 2014.
  28. ^ a b c (EN) Chart Log UK, su zobbel.de. URL consultato il 26 luglio 2012.
  29. ^ Top 40 Rock Albums : 14.12.2008, su bbc.co.uk, BBC. URL consultato il 24 maggio 2014 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2008).
  30. ^ (EN) 2010 Top 40 Rock & Metal Singles Archive, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 13 ottobre 2013.
  31. ^ a b (EN) Accreditations - 2010 Singles, su aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 14 giugno 2012.
  32. ^ a b (EN) Latest Gold / Platinum Singles, su radioscope.net.nz. URL consultato il 19 febbraio 2013 (archiviato dall'url originale il 24 luglio 2011).
  33. ^ (EN) Accreditations - 2013 Singles, su aria.com.au, ARIA Charts. URL consultato il 2 agosto 2013.
  34. ^ (EN) Official NZ Chart, su twitter.com, Twitter, 26 luglio 2013. URL consultato il 21 settembre 2013.
  35. ^ (EN) The 'Ain’t It Fun' single is GOLD in Canada!, su twitter.com, Twitter, 9 luglio 2014. URL consultato il 10 luglio 2014.
  36. ^ Brani da Brand New Eyes - (EN) Official Rock & Metal Singles Chart - 10 October 2009 - 16 October 2009, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 21 agosto 2017.
    Grow Up - (EN) Official Rock & Metal Singles Chart - 20 April 2014 - 26 April 2014, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 21 agosto 2017.
    Brani da Paramore: Self-Titled Deluxe - (EN) Official Rock & Metal Singles Chart - 30 November 2014 - 06 December 2014, su officialcharts.com, Official Charts Company. URL consultato il 21 agosto 2017.
  37. ^ (EN) Loretta Lynn Honored by Kid Rock, Paramore on Tribute Album, su billboard.com, Billboard, 22 ottobre 2010. URL consultato il 28 marzo 2014.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]