Crushcrushcrush

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Crushcrushcrush
Crushcrushcrush.JPG
Screenshot tratto dal video del brano
ArtistaParamore
Tipo albumSingolo
Pubblicazione26 novembre 2007
Durata3:09
Album di provenienzaRiot!
GenereRock alternativo[1]
Pop punk[1]
Emo-pop[1]
EtichettaFueled by Ramen
ProduttoreDavid Bendeth
RegistrazioneDa gennaio a marzo 2007 alla House of Loud di Elmwood Park, New Jersey[2]
FormatiCD, vinile
Certificazioni
Dischi di platinoStati Uniti Stati Uniti[3]
(vendite: 1 000 000+)
Paramore - cronologia
Singolo precedente
(2007)
Singolo successivo
(2008)

Crushcrushcrush è un singolo dei Paramore, il terzo estratto dal secondo album della band Riot!. Il singolo ha venduto circa 6,1 milioni di copie, diventando il decimo singolo più venduto a livello mondiale del 2010[4].

Il brano è disponibile in download nel videogioco Rock Band dall'11 marzo 2008.

Video musicale[modifica | modifica wikitesto]

Il video per il brano è stato pubblicato l'11 ottobre 2007. Diretto da Shane Drake, vede la band esibirsi in un deserto[5].

È stato nominato nella categoria Miglior video rock agli MTV Video Music Awards 2008.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Hayley Williams e Josh Farro.

CD
  1. Crushcrushcrush
Vinile 1 (UK)
  1. Crushcrushcrush
  2. Misery Business (Live)
Vinile 2 (UK)
  1. Crushcrushcrush
  2. For a Pessimist I'm Pretty Optimistic (Live)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (2007) Posizione
massima
Regno Unito[6] 61
Classifica (2008) Posizione
massima
Brasile[7] 23
Finlandia[6] 4
Nuova Zelanda[6] 32
Portogallo[6] 5
Stati Uniti[8] 54
Stati Uniti (alternative)[8] 4
Stati Uniti (digital)[8] 41

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Riot!, su AllMusic, All Media Network. URL consultato il 10 novembre 2011.
  2. ^ Dai crediti sul libretto incluso nella versione fisica di Riot!
  3. ^ (EN) Paramore – Gold & Platinum, Recording Industry Association of America. URL consultato il 2 aprile 2016.
  4. ^ (EN) Digital music report 2011 (PDF), IFPI. URL consultato il 5 gennaio 2013 (archiviato dall'url originale il 18 dicembre 2017).
  5. ^ (EN) crushcrushcrush - Paramore, MTV. URL consultato il 10 marzo 2014.
  6. ^ a b c d (EN) Paramore - Crushcrushcrush, aCharts.us. URL consultato il 18 giugno 2012.
  7. ^ (EN) Setembro 2008, Top 100 Brazil. URL consultato il 18 giugno 2012.
  8. ^ a b c (EN) Paramore - Chart history, su billboard.com. URL consultato il 13 febbraio 2013.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]