Dipartimento del Lemano

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Dipartimento del Lemano
Flag of France (1794–1958).svg
Informazioni generali
Nome ufficiale (FR) Département du Léman
Capoluogo Ginevra (Genève)
Superficie 2.800 km²[1] (1812)
Popolazione 210.478[1] (1812)
Dipendente da Primo Impero francese
Suddiviso in 3 arrondissement
Amministrazione
Forma amministrativa Dipartimento dell'Impero Francese
Evoluzione storica
Inizio 1798
Causa annessione della repubblica di Ginevra alla Prima Repubblica francese
Fine 1814
Causa sconfitta francese e trattato di Parigi (1814)
Preceduto da Succeduto da
Flag of the Kingdom of Sardinia.svg Regno di Sardegna
Wappen Genf matt.svg Repubblica di Ginevra
Francia Prima Repubblica francese (dipartimenti dell'Ain e del Monte Bianco)
Regno di Sardegna Regno di Sardegna
Wappen Genf matt.svg Repubblica di Ginevra
Royal flag of France during the Bourbon Restoration.svg Regno di Francia (dipartimento dell'Ain)
Cartografia
Departements of French Empire South 1811-fr.svg

Lemano (in francese Léman lemɑ̃) era il nome di un dipartimento della Prima Repubblica francese e poi del Primo Impero francese con capitale Ginevra. Il nome era dovuto al lago Lemano (in francese: Lac Léman), spesso impropriamente chiamato lago di Ginevra. Istituito nel 1798 a seguito dell'annessione della repubblica di Ginevra alla Francia, il dipartimento del Lemano includeva anche distretti che precedentemente facevano parte del dipartimento del Monte Bianco (Savoia settentrionale e la zona di Gex nell'Ain). Il territorio del dipartimento è attualmente diviso tra il cantone svizzero di Ginevra e il dipartimento francese dell'Alta Savoia.

Suddivisione amministrativa[modifica | modifica wikitesto]

Il dipartimento era suddiviso nei seguenti arrondissement e cantoni (situazione al 1812):[1]

Nel 1812 aveva una popolazione di 210.478 abitanti, con una superficie di circa 280.000 ettari (2.800 km²).[1]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c d Almanach Impérial an bissextil MDCCCXII, p. 418-419, accesso in Gallica 25 luglio 2013 (FR)