Denis Leamy

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Denis Leamy
Dati biografici
Nome Denis Patrick Leamy
Paese Irlanda Irlanda
Altezza 188 cm
Peso 108 kg
Rugby a 15 Rugby union pictogram.svg
Union IRFU flag.svg Irlanda
Ruolo Terza linea ala
Ritirato 2012
Carriera
Attività provinciale
1999-2002 UC Cork
Attività di club¹
2002-2012 Munster 91 (90)
Attività da giocatore internazionale
2004-2011 Irlanda Irlanda 57 (10)

1. A partire dalla stagione 1995-96 le statistiche di club si riferiscono ai soli campionati maggiori professionistici di Lega

Statistiche aggiornate al 20 giugno 2014

Denis Patrick Leamy (Cashel, 27 novembre 1981) è un ex rugbista a 15, allenatore di rugby a 15 e giornalista irlandese, già terza linea ala del Munster e, dopo la fine anticipata della sua carriera, tecnico delle giovanili della stessa franchise e articolista dell’Irish Examiner.


Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

L'intera carriera professionistica di Leamy è legata al Munster, lì proveniente dalla squadra dell'Università di Cork; esordì con un contratto da giocatore in prova, e nel 2003 diventò professionista con un contratto regolare.

In 10 stagioni a Munster si aggiudicò tre titoli celtici e fu due volte campione d'Europa.

Nel 2004 esordì nella Nazionale irlandese a Dublino contro gli Stati Uniti e prese parte alle Coppe del Mondo del 2007 in Francia e del 2011 in Nuova Zelanda.

Verso la fine della stagione 2011-12 annunciò il suo ritiro a causa di un infortunio all'anca più grave del previsto. A tale data aveva compiuto 30 anni da pochi mesi[1].

Subito dopo il ritiro entrò a fare parte dello staff tecnico dello stesso Munster come aiutante delle giovanili[2] e fu ingaggiato come columnist all'Irish Independent.

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Ireland and Munster forward Denis Leamy quits game, in BBC, 22 maggio 2012. URL consultato il 30 giugno 2014.
  2. ^ (EN) Denis Leamy joins the coaching set-up at Young Munster, in The Score, 2 luglio 2012. URL consultato il 30 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 30 giugno 2014).

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]