Davide Drascek

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Davide Drascek
Nazionalità Italia Italia
Altezza 183 cm
Peso 79 kg
Calcio Football pictogram.svg
Ruolo Centrocampista
Ritirato 2012
Carriera
Giovanili
non conosciuta Donatello Udine
????-2000 Vicenza
Squadre di club1
2000-2001 Fiorenzuola 32 (0)
2001-2002 Mantova 15 (0)
2002-2003 L'Aquila 19 (1)[1]
2003-2004 Giulianova 27 (0)
2004-2006 Vicenza 43 (0)[2]
2006-2007 Cisco Roma 51 (3)[3]
2007-2009 Venezia 42 (3)[4]
2009 Itala San Marco 12 (1)
2009-2011 Novara 24 (0)[5]
2011-2012 Feralpisalò 24 (1)
1 I due numeri indicano le presenze e le reti segnate, per le sole partite di campionato.
Il simbolo → indica un trasferimento in prestito.
 

Davide Drascek (Monfalcone, 23 aprile 1981) è un ex calciatore italiano, di ruolo centrocampista.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Coinvolto nell'inchiesta del calcioscommesse, il 26 luglio 2012 viene deferito dal procuratore federale Stefano Palazzi per illecito sportivo[6] in riferimento a Novara-Siena 2-2 del 2011.[7] Il 1º agosto Palazzi richiede per lui una squalifica pari a 3 anni e 6 mesi[8], il 10 agosto in primo grado[9] e il 22 agosto in secondo grado la Commissione Disciplinare gli conferma la squalifica.[10] L'11 marzo 2013 viene definitivamente prosciolto da ogni accusa di illecito sportivo[11].

Caratteristiche tecniche[modifica | modifica wikitesto]

Mediano incontrista[12], può giocare anche come interno di centrocampo[13].

Carriera[modifica | modifica wikitesto]

Cresciuto nel Vicenza (che lo preleva dalla Donatello Udine[14][15]), tra il 2000 e il 2004 viene ceduto a diverse società delle serie inferiori[15]: passa in prestito a Fiorenzuola[16] e Mantova, e in comproprietà all'Aquila e Giulianova[17]. Nel 2004 rientra a Vicenza, dove inizialmente trova poco spazio[12], riuscendo comunque a collezionare 44 presenze in due stagioni nella serie cadetta.

Nel 2006 accetta un doppio declassamento, passando in comproprietà alla Cisco Roma di Paolo Di Canio[18]. Vi rimane per una stagione e mezza, e nel gennaio 2008 si trasferisce a titolo definitivo al Venezia, in serie C1[19], con cui esordisce realizzando un gol nel derby contro l'Hellas Verona[20]. Al termine della stagione 2008-2009, svincolato dopo il fallimento dei lagunari, viene ingaggiato dall'Itala San Marco, in Lega Pro Seconda Divisione[21], ma già nel febbraio successivo lascia la formazione gradiscana per trasferirsi al Novara[22], a causa dei problemi economici dell'Itala[23].

Pur poco utilizzato[14], contribuisce alla doppia promozione dei piemontesi, dalla Prima Divisione alla serie A; tuttavia non viene riconfermato, e a ottobre 2011 firma per il FeralpiSalò, formazione bresciana di Lega Pro Prima Divisione[24], con la quale conclude la propria carriera.

Dopo il ritiro[modifica | modifica wikitesto]

Terminata la carriera agonistica a causa delle vicende del calcioscommesse, dal 2013 entra nello staff del settore giovanile dell'Udinese[25].

Palmarès[modifica | modifica wikitesto]

Club[modifica | modifica wikitesto]

Competizioni nazionali[modifica | modifica wikitesto]

Novara: 2009-2010
Novara: 2010

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ 20 (1) se si considerano i play-out di Serie C1.
  2. ^ 45 (0) se si considerano i play-out di Serie B.
  3. ^ 53 (3) se si considerano i play-off di Serie C2.
  4. ^ 44 (3) se si considerano i play-out di Lega Pro Prima Divisione.
  5. ^ 26 (0) se si considerano i play-off di Serie B.
  6. ^ SCOMMESSE: CONTE EVITA L'ILLECITO sportmediaset.it, 26 luglio 2012
  7. ^ Deferiti 13 club e 45 tesserati, in La Gazzetta dello Sport, 27 luglio 2012, p. 32.
  8. ^ Scommesse: Conte, si fa dura, sportmediaset.it, 1º agosto 2012.
  9. ^ Scommesse: le sentenze, sportmediaset.it, 10 agosto 2012.
  10. ^ Scommesse: Conte, nessuno sconto, sportmediaset.it, 22 agosto 2012.
  11. ^ Drascek una sentenza che sa di beffa Corrieredinovara.it
  12. ^ a b Viscidi raccomanda Drascek «Un ottimo mediano per la C1», Il Tirreno, 21 dicembre 2004, pag.11
  13. ^ Vecchio derby, vecchie paure La Nuova Venezia, 1º marzo 2009, pag.40
  14. ^ a b Drascek, un gradiscano in Paradiso, Il Piccolo, 14 giugno 2011, pag.44
  15. ^ a b Taurino: «Venezia, il mio sogno», La Nuova Venezia, 2 febbraio 2008, pag.47
  16. ^ Stagione 2000-2001 Fiorenzuola1922.com
  17. ^ Giulianova, gambe pesanti, Il Centro, 11 agosto 2003, pag.18
  18. ^ UFFICIALE: alla Cisco arriva Drascek Tuttomercatoweb.com
  19. ^ UFFICIALE: Drascek al Venezia Tuttomercatoweb.com
  20. ^ Arriva Drascek e stende il Verona, La Nuova Venezia, 11 febbraio 2008, pag.20
  21. ^ UFFICIALE: Itala San Marco, preso Drascek Tuttomercatoweb.com
  22. ^ UFFICIALE: Drascek al Novara Tuttomercatoweb.com
  23. ^ Neto se ne va, i tifosi lo ringraziano, Il Piccolo, 3 febbraio 2010, pag.10
  24. ^ Ufficiale: Drascek, ex Novara, firma per la Feralpi Salo' Calcionews24.com
  25. ^ La rinascita di Drascek, dal proscioglimento a Udinese Academy, Il Piccolo, 19 settembre 2013

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]