Damon Salvatore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Damon Salvatore
DamonSalvatore.jpg
Universo
Lingua orig. Inglese
Autori
Editore HarperCollins
1ª app. in
  • The Awakening (romanzi)
  • Pilot (serie TV)
Ultima app. in La rivelazione (romanzi)
Editore it. Newton Compton
app. it. in
Interpretato da Ian Somerhalder
Voce italiana Niseem Onorato
Specie
  • Vampiro
  • Umano (solo romanzi, libro 9)
Sesso Maschio
Luogo di nascita
Data di nascita
  • XV secolo (romanzi)
  • 1840 circa[1] (serie TV)
Abilità Come vampiro:
  • Controllo della mente
  • Velocità, forza e agilità maggiori
  • Sensi più sviluppati
  • Guarigione istantanea
  • Trasformazione in corvo
  • Telepatia (solo romanzi)
  • Trasformazione in lupo (solo romanzi)
  • Controllo del tempo meteorologico (solo romanzi)
  • Manipolazione dei sogni (solo serie TV)

Come umano:

  • Telepatia (solo romanzi)
Parenti

Solo serie TV:

Damon Salvatore è il co-protagonista della serie di romanzi Il diario del vampiro, creata dalla scrittrice Lisa Jane Smith. Nella serie televisiva The Vampire Diaries il personaggio è interpretato da Ian Somerhalder.

Romanzi[modifica | modifica wikitesto]

« Se hai tanta voglia di conoscere la morte posso presentartela io. »
(Damon Salvatore in Il diario del vampiro - La lotta (pag. 137) di Lisa Jane Smith.)

Il nome "Damon" era stato utilizzato dalla scrittrice per un personaggio di The Garden of Earthly Delights, romanzo per adulti che stava scrivendo prima di cominciare Il diario del vampiro, e poi abbandonato[2]. Damon è un nome di origine greca, che significa "dominatore", ed è legato a un leggendario episodio di lealtà e generosità tra amici fraterni (Damone e Phintias), narrato da Valerio Massimo e non ignoto al Rinascimento italiano. L'assonanza con "daemon" ("demone") è suggestiva ma non necessaria.

Damon è molto riservato, a tal punto di non far trapelare nessuna delle sue emozioni, a parte la rabbia. Il suo modo di fare è arrogante, presuntuoso e frivolo; gli piacciono i giochi di parole, che usa per aggirare i problemi, soprattutto se riguardano i suoi sentimenti. Damon mente spudoratamente a se stesso quando deve spiegare perché ha compiuto delle buone azioni, sostenendo di averlo fatto soltanto per capriccio[3]. Ha un sesto senso che gli permette di rilevare le bugie[4]. Non viene mai meno alla parola data; è ostinato, passionale e impaziente e prende quello che vuole senza chiedere il permesso. Non si fa problemi se si tratta di uccidere gli esseri umani, di cui si nutre abitualmente, al contrario di suo fratello Stefan. Nel corso della storia, passando un po' più di tempo in compagnia degli umani, impara a rispettarli, sebbene alcune volte appaia frustrato perché non riesce più a trattarli come prima.

Nato nel XV secolo in Italia, è il figlio maggiore di Giuseppe, conte di Salvatore; sua madre, cui voleva molto bene, è morta alcuni anni dopo la nascita di Stefan, a causa di una malattia. Diventato adulto, Damon comincia a frequentare l'università, ma trascorre la maggior parte del tempo tra donne e gioco d'azzardo, e seduce la giovane Katherine, sebbene sappia che Stefan ne è innamorato. I fratelli Salvatore le chiedono di scegliere tra loro, ma Katherine li vuole entrambi e, ferita dalla loro insoddisfazione, si suicida sperando che tornino in buoni rapporti. Così non è: Damon e Stefan si sfidano a duello uccidendosi a vicenda, ma si risvegliano come vampiri. Katherine, infatti, era una non-morta e aveva scambiato con loro il suo sangue. Damon si unisce a una compagnia di mercenari di ventura e vaga per il paese insieme a loro[5]. Cinquecento anni dopo, giunge a Fell's Church per tormentare Stefan e cerca di sedurne la ragazza, Elena. Damon la costringe a scambiare il sangue con lui, così ella ritorna in vita come vampira quando viene annegata da Katherine, che aveva solo finto la morte e che ora è gelosa. Elena la uccide esponendola al sole e muore anch'ella per la stessa ragione. Damon si ritrova, insieme al fratello e agli amici di Elena, ad affrontare il vampiro Antico Klaus, che vuole vendicare Katherine. Grazie ai suoi poteri di strega, Bonnie riesce a riportare in vita Elena, che uccide Klaus. Tempo dopo, i kitsune Shinichi e Misao prendono il controllo di Damon insinuando le proprie creature, i malach, nel suo corpo, e costringendolo ad aiutarli a rapire Stefan. Elena elimina i malach dentro di lui e insieme partono per la Dimensione Oscura per salvare Stefan, diventando sempre più intimi. Mentre Stefan si riprende dalla prigionia, Damon annusa un mazzo di fiori che il fratello ha riportato con sé e si trasforma in un essere umano: furioso per la sua nuova condizione, torna nella Dimensione Oscura, dove si fa ritrasformare. Successivamente, con Stefan, Elena e Bonnie, parte per il luogo dove si trova una sfera stellata che potrebbe salvare Fell's Church dai kitsune. Nel tentativo di prenderla, Damon muore trafitto dai rami dell'albero sotto il quale era nascosta. Il resto del gruppo cerca di convincere la Corte Celestiale a resuscitarlo, ma invano. Grazie, però, alle gocce della sfera stellata che cadono su di lui, il vampiro rivive e torna a Fell's Church.

Damon si trasferisce nella cittadina intorno al Dalcrest College per stare vicino al suo gruppo di umani, venendo coinvolto nella lotta contro una confraternita che resuscita Klaus. Ferito perché Elena ha definitivamente scelto Stefan, però, Damon decide di non aiutarli e, anzi, riprende a nutrirsi e a uccidere gli esseri umani. Elena cerca di farlo rinsavire, poiché altrimenti sarà costretta a ucciderlo, come prevede il suo ruolo di Guardiana Terrestre. Dopo aver parlato con Katherine, resuscitata insieme a Klaus, Damon decide di aiutare gli altri; Elena riesce anche a salvarlo dalle intenzioni omicide delle Guardiane: i due vengono collegati da un filo d'oro e, se Damon ucciderà ancora un umano, Elena morirà. Dopo aver viaggiato per il mondo per cinque anni, prima da solo e poi con Katherine, Damon scopre l'esistenza di un progetto per creare dei vampiri artificiali e immortali che sostituiscano quelli tradizionali. Si allea quindi con Elena per distruggerli e vendicare la morte di Stefan, eliminato dal capo dei nemici, Jack. Damon riesce ad uccidere Jack e si prepara a iniziare una nuova vita con Elena. Secondo le Guardiane, però, anche se era un vampiro artificiale Jack rimaneva comunque umano, pertanto Damon ha violato il patto ed Elena inizia a morire. La giovane torna ai tempi del liceo per cambiare il proprio destino e cerca l'aiuto di Katherine per far riappacificare i due Salvatore, riuscendo nel suo intento: Damon parte così per l'Italia con il fratello, dopo aver cercato inutilmente di convincere Elena ad andare con loro. In seguito, quando Elena torna al futuro, lei e Damon si incontrano di nuovo a Parigi, e la ragazza capisce che passerà il resto della sua vita con lui.

Serie TV[modifica | modifica wikitesto]

Casting e interpretazione[modifica | modifica wikitesto]

Ian Somerhalder entrò nel cast della serie nel ruolo di Damon nel marzo 2009[6]. L'attore disse che interpretarlo era "liberatorio e divertente" perché ogni giorno poteva evitare di prendersi sul serio[7]. Trovò invece più arduo rappresentare il lato più morbido di Damon, "difficile da trovare e controintuitivo"[8]. La scrittrice Lisa J. Smith dichiarò che pensava che il cast fosse favoloso e che le piaceva soprattutto Damon, che Somerhalder interpretava davvero bene[9].

Caratterizzazione e sviluppo[modifica | modifica wikitesto]

Mentre nei romanzi Damon e Stefan sono vampiri nati nel Rinascimento italiano, la serie televisiva decise di renderli americani. Somerhalder giudicò che fosse una scelta saggia, poiché non era in grado di riprodurre l'accento, ma ebbe la sensazione che i due fratelli restassero comunque italiani[10]. Nel copione originario del primo episodio, il personaggio si chiamava Damon Whitmore[1]. Al momento del casting, la produzione descrisse Damon come "un vampiro oscuramente bello, forte, attraente e soddisfatto di sé, che sa passare da informale e giocoso a puramente malvagio in meno di un batter d'occhio"[11]. Tratti che, disse Somerhalder, "ha preso da Katherine: se fosse in grado di guardarsi dentro direbbe che non sono belle caratteristiche per una persona"[12], ma la presenza di Elena "ricorda a Damon qualcosa che era molto importante nella sua vita, e per questo si notano dei piccoli cambiamenti in lui quando le resta intorno"[13]. Fu concepito come personaggio che non ha nulla da perdere, ma già nel corso della prima stagione iniziò ad affezionarsi a luoghi e persone. Somerhalder sperò quindi che tornasse "a mordere la gente, a divertirsi e a sballarsi di sangue tutto il tempo. Ultimamente è stato così serio, forgiando queste relazioni, e penso che ciò lo metta selvaggiamente a disagio"[14].

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Damon Salvatore ha 23 anni[1]. È il primo figlio di Giuseppe Salvatore; la madre Lily, di origini francesi[15], viene creduta morta di tubercolosi[16] nel 1858[17], ma in realtà è diventata una vampira. Ha un fratello, Stefan, di qualche anno più giovane di lui. Per un certo periodo, frequenta Harvard. Nel 1864, Damon è di stanza con l'esercito ad Atlanta, ma la vita militare non fa per lui e quindi torna a casa, a Mystic Falls. Qui sia lui che Stefan si innamorano della nuova arrivata Katherine Pierce. Damon non riesce a ignorare i suoi sentimenti neanche quando scopre che è una vampira. Le famiglie fondatrici, però, iniziano a dare la caccia ai non-morti; Katherine viene portata via e i fratelli vengono uccisi dal padre nel tentativo di salvarla. Con il sangue della ragazza nelle vene, i due si trasformano in vampiri, anche se Damon, distrutto dalla morte di Katherine, è costretto a completare la trasformazione da Stefan, che non voleva rimanere solo. Da allora, Damon odia il fratello e cerca di rovinargli in ogni modo l'esistenza. Dopo la trasformazione, Damon se ne va e incontra la vampira Sage, grazie alla quale inizia a considerare il vampirismo un dono. Dal 1953 al 1958, subisce torture di ogni sorta presso la società Augustine insieme ad un altro vampiro, Enzo.

Di natura calma, Damon preferisce la vendetta a manifesti attacchi di ira. È carismatico e soggioga facilmente le persone, che considera una semplice fonte di nutrimento e alle quali ama fare del male. A causa del suo carattere narcisista fa fatica a farsi degli amici. Con il passare del tempo, grazie ad Elena e all'amore che prova per lei, da immaturo e arrogante diventa più vulnerabile, capace di amare e di compiere, talvolta, gesti altruisti. Damon è solito affrontare il senso di colpa eliminando tutto ciò che potrebbe ricordargli ciò che ha commesso. Se una cosa va fatta, non si tira indietro nonostante le conseguenze, e pensa che il fine giustifichi i mezzi.

Dopo 15 anni di assenza, Damon ritorna a Mystic Falls. Attratto dalla sua somiglianza con Katherine, cerca di avvicinarsi ad Elena, la ragazza di Stefan; intanto cerca di liberare Katherine, che non morì, ma fu sigillata ancora viva in una cripta. La vampira però non c'è perché, con uno stratagemma, era riuscita a liberarsi. Katherine torna a Mystic Falls per riconquistare Stefan e, per ripicca, uccide Caroline, che si trasforma in vampira grazie al sangue di Damon. Intanto, il vampiro Originale Klaus vuole sacrificare Elena per spezzare la maledizione che blocca la sua seconda natura di lupo mannaro. Damon cerca di impedire il rituale, ma viene morso da un licantropo: entra così in uno stato di confusione che lo porterà alla morte. Elena, sopravvissuta al sacrificio, resta con lui e Damon le confessa i suoi sentimenti. Katherine dà poi a Damon il sangue di Klaus, la cura per i morsi dei licantropi, e il ragazzo si riprende. Intanto l'attrazione con Elena cresce e i due si baciano. I fratelli Salvatore creano dei paletti di quercia bianca per eliminare Klaus, ma scoprono di non poterlo fare perché è il loro progenitore vampiro e, morto lui, farebbero la stessa fine. La strega Esther trasforma Alaric in un Originale che uccida Klaus e i suoi fratelli. Il suo punto debole è Elena, infatti, se lei muore, muore anche Alaric. La sorella di Klaus, Rebekah, allora, uccide Elena in un incidente stradale. La ragazza, però, era stata curata il giorno precedente con sangue di vampiro, e si trasforma in un non-morto.
Damon aiuta Elena ad adattarsi alla sua nuova condizione e intraprende una relazione con lei, mentre il gruppo inizia a cercare la cura per il vampirismo. Questa è sigillata insieme allo stregone immortale Silas. Katherine si sostituisce ad Elena e, per recuperare la cura dalle mane pietrificate di Silas, è costretta a sacrificare la vita di Jeremy per risvegliarlo. Elena ne esce sconvolta e Damon le fa spegnere la sua umanità: la ragazza, però, diventa fredda e spietata, così il ragazzo le restituisce le emozioni. Riesce anche a sottrarre la cura che Silas era riuscito a riavere e la offre ad Elena, che rifiuta di prenderla; poi gli confessa di amarlo e i due tornano insieme. Trascorsa l'estate, Damon si ritrova ad affrontare la fondazione Augustine; nel frattempo, con un incantesimo ideato dalla setta dei Viaggiatori, Katherine prende possesso del corpo di Elena e si allontana da lui per conquistare Stefan. Scoperto l'inganno, Katherine viene uccisa ed Elena liberata, mentre i Viaggiatori prendono il controllo della città inserendo i loro spiriti nei corpi dei cittadini. Damon ed Elena decidono di sacrificarsi facendo esplodere il Mystic Grill per eliminarli tutti. Bonnie può farli ritornare in vita grazie a un incantesimo, che però s'interrompe, lasciando la strega e Damon nel mondo dei morti. I due vengono catapultati in un mondo-prigione, dal quale riescono a tornare, ma nel frattempo Elena si è fatta cancellare i ricordi dell'amore per Damon perché troppo dolorosi. Il ragazzo la riconquista comunque e le dona la cura per il vampirismo, recuperata nel mondo-prigione, decidendo di prenderla anche lui. Quando Elena la beve, oltre a tornare mortale ricorda il loro amore, ma poco dopo cade in un sonno profondo poiché l'eretico Kai, per vendicarsi di Bonnie, ha legato le loro vite: finché Bonnie non morirà, Elena non si sveglierà. Nonostante Damon abbia la possibilità di lasciare Bonnie morire, decide di uccidere Kai, e salva la vita alla sua amica. Così Elena viene messa nella cripta dei Salvatore, aspettando il giorno in cui si risveglierà.

Damon uccide uno degli eretici della madre Lily, che per questo sottrae la bara con Elena, ma con l'aiuto di Alaric e Bonnie, Damon riesce a contrattare l'eretico Oscar per riavere indietro Elena, che viene poi affidata a Tyler perché la tenga al sicuro. Damon scopre che Lily ha suggerito a Kai l'incantesimo per legare le vite di Bonnie ed Elena e decide di ucciderla, ma poi sceglie di farle riassaporare la felicità col suo fidanzato Julian per poi ucciderlo davanti a lei. Saputo da Stefan che il fratello non intende aspettare in quanto il vampiro si è reso colpevole della morte del proprio figlio quando era ancora nel grembo dell'eretica Valerie, Damon decide di aiutare il fratello nella vendetta. Lily muore per salvare Damon e Valerie da Julian, ma senza successo perché Julian non era più legato alla sua vita. Damon non offre il perdono alla madre, ma dopo essere stato per mesi nella pietra della fenice a causa di Julian soffre di allucinazioni e crisi dovute al senso di colpa di non aver perdonato la madre e finisce col bruciare inavvertitamente Elena. Distrutto per aver perso la sua ragione di vita, Damon decide di soffrire ogni istante per il resto della vita, ma scopre poi da Enzo che Elena è sana e salva. Deciso a rimediare ai suoi errori, cerca di uccidere la cacciatrice di vampiri Rayna per salvare Stefan, che a causa sua si è lasciato marchiare dalla cacciatrice Rayna, che ora gli darà la caccia finché non lo ucciderà, ma scopre che se Rayna muore anche Stefan muore. Stanco di creare problemi per i suoi amici, soprattutto Bonnie e Stefan, Damon decide di lasciarsi essiccare in una bara e di risvegliarsi solo quando anche Elena si sarà svegliata, ma dopo soli tre anni Stefan lo risveglia perché ha bisogno del suo aiuto contro Rayna, tornata libera.

Ne I diari di Stefan[modifica | modifica wikitesto]

I diari di Stefan, serie di romanzi tratta dalla serie televisiva, raccontano il passato di Damon dopo la trasformazione in vampiro. Egli giunse a New Orleans con Stefan, ma si rifiutava di bere sangue finché la vampira Lexi gli fece bere quello di un animale, risvegliando la sua sete di sangue umano: Damon uccise quindi Callie, la ragazza di cui Stefan si era innamorato. Seguendo il fratello, si trasferì a New York, dove, fingendosi il conte italiano DeSangue, sposò Lydia Sutherland. La famiglia della ragazza venne massacrata da un vampiro al servizio di Klaus, che voleva vendicarsi per la morte di Katherine. Damon viaggiò in India e in Africa, arrivando a Londra, dove iniziò a frequentare il bel mondo e venne sospettato di essere lo Squartatore. Il vero colpevole era Samuel, un vampiro fidanzato con Katherine, che nutriva rancore verso i Salvatore.

Accoglienza[modifica | modifica wikitesto]

Il Damon televisivo ha ricevuto un riscontro positivo. Parlando di lui, The Independent scrisse: "Che si tratti del suo gioioso desiderio di corrompere, apparentemente, ogni persona nella piccola città di Mystic Falls, uomo o donna, giovane o anziana, oppure l'utilizzo consapevole di oggetti di scena come i corvi per manifestare le proprie cattive intenzioni, Damon si presenta come la versione vampiro vendicativo di Chuck Bass di Gossip Girl e così facendo dimostra che qualsiasi show per adolescenti, nonostante necessiti di una buona storia d'amore, non è niente senza un buon cattivo che smuova la trama"[18]. Secondo il New York Times, "Damon sembra il tipo che ruberebbe i guanti ad un bambino di 8 anni e che vuole chiaramente avere Elena come cena, piuttosto che portarla fuori per un buon pasto da Tim Hortons"[19], mentre per Movieplayer "è un villain tagliato con l'accetta, tutto sorrisini perfidi e mossette insopportabili"[20]. Secondo TV Fanatic, Damon, eletto miglior personaggio delle prime due stagioni, "potrebbe vincere il premio come miglior personaggio televisivo [...] È un vampiro ibrido. A volte spaventoso, a volte vulnerabile. Ma è sempre spassoso e apporta allo show battute ironiche e attacchi sanguinosi ai residenti di Mystic Falls"[21]. Inoltre, "grazie alla performance sempre divertente ed impressionante di Ian Somerhalder, è un personaggio sul quale si può contare per avere umorismo, emozione e azione. [...] Damon domina The Vampire Diaries"[22].
Nel libro A Visitor's Guide to Mystic Falls, Alyxandra Harvey paragona Damon ad un eroe gotico, affiancandolo a Heathcliff di Cime tempestose[23]. Damon viene anche paragonato a Rhett Butler di Via col vento: come lui, era un ribelle e uno speculatore, ed era innamorato di una donna (Katherine) che amava, però, un altro uomo (Stefan), e che si rese conto che lui era più adatto a lei solo quando ormai l'aveva perso[24].
In una classifica dei migliori vampiri televisivi di sempre stilata da Rolling Stone, Damon figura al terzo posto[25], sopra Edward Cullen (decimo) e Eric Northman (quarto). La rivista motiva la scelta scrivendo: "Somerhalder bilancia abilmente pericolosità e umorismo senza compromettere la qualità. Dice Damon: 'Io sono pronto a uccidere l'ambasciator che porta pena. Lo sai perché? Perché l'ambasciatore porta un messaggio.'". Il maggiore dei due fratelli Salvatore si è aggiudicato 273.000 voti, il 50,7%, nel contest «Sexy beasts» lanciato da Entertainment Weekly, ottenendo il titolo di "bestia" più sexy di Hollywood[26]. Fu inserito da BuddyTv nella lista dei personaggi televisivi più cattivi del 2011, che lo piazzò all'ottavo posto perché "come vampiro senza grossi scrupoli a uccidere e/o mangiare la gente, è una persona pericolosa da incontrare come conoscente. Se ti ama, d'altra parte, ucciderà solo tuo fratello"[27]. Damon è stato anche candidato come personaggio televisivo preferito ai Meus Prêmios Nick 2014[28][29].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b c (EN) Vampire Diaries 1x01 - Pilot (script) (PDF), leethomson.myzen.co.uk. URL consultato l'11 gennaio 2012.
  2. ^ Laura Pezzino, Twilight? Non conosco, in Vanity Fair, 10 febbraio 2010.
  3. ^ (EN) An interview with Lisa J. Smith, bookalicio.us. URL consultato il 26 luglio 2011.
  4. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - La maschera, pag. 34, Newton Compton, 2012.
  5. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - Il risveglio, pag. 202, Newton Compton, 2008.
  6. ^ (EN) Michael Schneider, Somerhalder joins 'Vampire Diaries', Variety, 25 marzo 2009.
  7. ^ (EN) Ian Somerhalder spills the gory details on "The Vampire Diaries", Los Angeles Times, settembre 2009.
  8. ^ (EN) Kara Warner, Ian Somerhalder talks Damon's "softer side" on "Vampire Diaries", mtv.com, 23 settembre 2010.
  9. ^ (EN) Sabrina Rojas Weiss, 'Vampire Diaries' Author L.J. Smith Weighs In On The Series: 'They've Done An Incredible Job Of Interpreting It', in MTV news, 24 settembre 2009. URL consultato l'8 maggio 2012.
  10. ^ (EN) Lindsay Soll, 'Vampire Diaries': Ian Somerhalder Tells Us How Close The Series Will Stay On Track With The Books, hollywoodcrush.mtv.com, 17 settembre 2009.
  11. ^ (EN) Matej Jelic, Meet The Cast – Vampire Diaries Casting Calls, Spoilers Guide, 17 giugno 2009.
  12. ^ (EN) Carina MacKenzie, 'The Vampire Diaries' Ian Somerhalder: 'Damon still wants Katherine', zap2it.com, 25 giugno 2010.
  13. ^ (EN) Korbi Ghosh, 'Vampire Diaries Ian Somerhalder returns to 'Lost,' loves the undead & lets go as Damon, zap2it.com, 17 settembre 2009.
  14. ^ (EN) 'The Vampire Diaries Ian Somerhalder: 'Honestly, my heart is crushed', latimesblogs.latimes.com, 12 maggio 2010.
  15. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - La genesi, capitolo 14, Newton Compton, 2011.
  16. ^ The Vampire Diaries: episodio 5x4, For Whom the Bell Tolls [Per chi suona la campana].
  17. ^ The Vampire Diaries: episodio 6x15, Let Her Go [Lasciala andare].
  18. ^ (EN) The Vampire Diaries - Fresh blood for teenage vampire lovers, 5 febbraio 2010. URL consultato il 10 settembre 2011.
  19. ^ (EN) Dear Diary: Bitten, and It’s No Hickey, in New York Times, 9 settembre 2009. URL consultato il 10 settembre 2011.
  20. ^ The Vampire Diaries: un debutto al sangue, movieplayer.it, 15 settembre 2009. URL consultato il 25 ottobre 2011.
  21. ^ (EN) Matt Richenthal, TV Fanatic Mid-Season Report Card: The Vampire Diaries, tvfanatic.com, 18 dicembre 2009. URL consultato il 21 novembre 2011.
  22. ^ (EN) Matt Richenthal, The Vampire Diaries Season Two Report Card: A-, tvfanatic.com, 31 maggio 2011. URL consultato il 21 novembre 2011.
  23. ^ Alexandra Harvey, A Visitor's Guide to Mystic Falls - In Which Our Intrepide Heroines Discuss the Merits of the Bad Boy Versus the Reformed Bad Boy with the Help of a Couple of Dead Women Who Know About Such Things, pagg. 92, BenBella Books, 2010.
  24. ^ (EN) “Tomorrow is Another Day”, angelizedfirst.com, 26 ottobre 2011. URL consultato il 25 giugno 2012.
  25. ^ (EN) Best, Number 3: Ian Somerhalder of 'The Vampire Diaries'. URL consultato il 25 novembre 2011.
  26. ^ La "bestia" più sexy di Hollywood, in Vanity Fair. URL consultato il 27 novembre 2011.
  27. ^ (EN) 'Vampire Diaries': Katherine Pierce, Damon Salvatore on BuddyTV's Most Dangerous, 11 gennaio 2011.
  28. ^ (PT) Nickelodeon divulga os indicados ao "Meus Prêmios Nick 2014"; confira, 4 agosto 2014. URL consultato il 22 agosto 2014.
  29. ^ (PT) Com Manu Gavassi e Fiuk, saiba tudo o que rolou no "Meus Prêmios Nick 2014", 31 ottobre 2014. URL consultato il 1º novembre 2014.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]