Elena Gilbert

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
« Elena Gilbert, salvatrice dei maledetti e dei dannati. »
(Caroline Forbes, episodio 3x18.)
Elena Gilbert
ElenaGilbert.jpg
Universo
Lingua orig. Inglese
Autori
Editore HarperCollins
1ª app. in
  • The Awakening (romanzi)
  • Pilot (serie TV)
Editore it. Newton Compton
app. it. in
Interpretata da Nina Dobrev
Voce italiana Alessia Amendola
Specie Nei romanzi:
  • Umana (libri 1-2, 5-14)
  • Vampira (libro 3)
  • Spirito (libro 4)
  • Guardiana Terrestre immortale (libri 14+)

Nella serie TV:

  • Umana (st. 1-3)
  • Vampira (st. 4+)
Sesso Femmina
Luogo di nascita
Data di nascita
Abilità

Come umana:

  • Levitazione (solo romanzi, libro 5)
  • Potere Bianco (solo romanzi, libro 5)
  • Telepatia (solo romanzi, libri 5-10)
  • Percezione delle aure delle persone (solo romanzi, libri 5-10)
  • Potere dell'Ala (solo romanzi, libri 5-10)
  • Chiave per la creazione di ibridi (solo serie TV, st. 1-3)

Come vampira:

  • Velocità, forza e agilità maggiori
  • Sensi più sviluppati
  • Guarigione istantanea (solo serie TV)
  • Controllo della mente (solo serie TV)

Come Guardiana Terrestre:

  • Percezione delle aure delle persone
  • Telecinesi
  • Telepatia
  • Sangue velenoso per gli Antichi
Parenti

Nei romanzi:

  • Thomas Gilbert (padre)
  • Elizabeth Morrow (madre)
  • Margaret Gilbert (sorella minore)
  • Katherine Von Swartzschild (sorellastra)
  • Judith Gilbert (amica della madre, ma considerata zia)
  • Robert Maxwell (marito di Judith, ma considerato zio)

Nella serie TV:

Elena Gilbert è la protagonista della serie di romanzi Il diario del vampiro, creata dalla scrittrice Lisa Jane Smith. Nella serie televisiva The Vampire Diaries il personaggio è interpretato da Nina Dobrev.

Aspetto fisico[modifica | modifica sorgente]

Nei romanzi, Elena ha occhi del colore dei lapislazzuli (blu oltremare), con tracce d'oro e di violetto[5]. Ha capelli lunghi, lisci e biondi e la pelle chiara, quasi traslucida. Quando si trasforma in una vampira, i capelli si schiariscono fino a diventare color platino. Nella serie TV ha invece occhi marroni e lunghi capelli color castano scuro, lisci (mossi e con un ciuffo di frangia dall'episodio 4x17), è magra e ha una carnagione olivastra.

Mentre nella serie TV è identica a Katherine, nei romanzi è leggermente diversa dalla vampira: i suoi capelli sono di un biondo più chiaro, mentre le sopracciglia e le ciglia sono più scure[6]. Inoltre, Elena è più alta di Katherine di almeno una spanna[6].

Nei romanzi[modifica | modifica sorgente]

Elena Gilbert ha 17 anni, vive in Maple Street[7] con la zia Judith[8], il fidanzato (successivamente marito) della donna, Robert Maxwell, e la sorella di quattro anni, Margaret, dalla morte dei genitori, Thomas Gilbert ed Elizabeth Morrow[9], avvenuta a causa di un incidente stradale tre anni prima. È conosciuta per la sua bellezza e non va troppo bene a scuola, soprattutto in storia[10] e trigonometria[11], ma è dotata di un'intelligenza brillante e acuta[12]. È forte, compassionevole, affettuosa, leale verso i suoi amici e indulgente con i propri nemici; è ostinata, passionale e impaziente e pretende che le cose vengano fatte secondo i suoi desideri; ha un carattere schietto e onesto[12]. Ha sempre utilizzato i ragazzi come giocattoli e trofei, fino all'arrivo di Stefan. Confida quello che le succede e i propri sentimenti ad un diario. Ha lo stesso gruppo sanguigno della sua amica Bonnie[13].

Biografia[modifica | modifica sorgente]

Elena conosce un nuovo studente, Stefan Salvatore, che tuttavia ignora i tentativi della giovane di farsi notare; quando, però, il ragazzo si rende conto di amarla, cominciano a uscire insieme e la ragazza viene a conoscenza del suo segreto: è un vampiro, e l'ha ignorata a causa della sua somiglianza con Katherine, la vampira che ha trasformato lui e suo fratello Damon e che si è poi suicidata. Quando Stefan viene sospettato dell'omicidio del professor Tanner, i compagni di scuola emarginano Elena, convinti che frequenti un assassino. Per lo stesso motivo, la giovane litiga con zia Judith e Robert, che vorrebbero che lasciasse Stefan. La giovane scappa con l'auto, ma viene inseguita da una forza soprannaturale che la uccide, annegandola nel fiume. Grazie al sangue scambiato nel frattempo con Damon, Elena si risveglia come vampira e, avendo perso alcuni ricordi, quando vede i fratelli Salvatore lottare cerca di uccidere Stefan, che ha ferito il suo creatore. Dopo quattro giorni di sonno, recupera la memoria e si allea con Stefan e Damon per fronteggiare la nuova minaccia giunta in città: Katherine, che aveva solo finto la propria morte e che, quando si trovano faccia a faccia, confessa di essere la sua assassina. Elena riesce a togliere a Katherine la collana con il lapislazzulo, uccidendola alla luce del sole. Tuttavia, anche lei resta bruciata e, mentre muore tra le braccia di Stefan, gli fa promettere che si prenderà cura di Damon. Sei mesi dopo, dall'aldilà, la giovane Gilbert riesce ad entrare in contatto con Bonnie tramite i sogni e ad avvisarla che una forza malvagia ancora più potente (l'Antico Klaus), è arrivata a Fell's Church. Durante la notte del solstizio d'estate, la ragazza, evocata da Bonnie, torna sulla Terra in forma di spirito, sconfigge Klaus e resuscita come umana.

Tornata dall'Altro Lato con nuovi poteri ma senza memoria, Elena riacquista pian piano i ricordi. Poco dopo, Stefan scompare e le lascia un messaggio nel quale dice che la lascia per il suo bene: Damon le racconta che, in realtà, è stato rapito dai kitsune Shinichi e Misao. Elena riesce a raggiungere Stefan nel carcere della Dimensione Oscura dove è stato rinchiuso e lui le rivela che, per essere liberato, occorrono due mezze chiavi-volpe in possesso di Shinichi e Misao. Quest'ultima, sotto tortura, le dà due indizi sulla loro ubicazione. Elena parte con Damon per la Dimensione Oscura per salvare Stefan. Durante il viaggio, la giovane diventa sempre più intima con lui, mentre Damon le insegna come usare i suoi poteri soprannaturali. Nella Dimensione Oscura, i due riescono a trovare le due parti della chiave-volpe. Arrivati alla prigione Shi no Shi, liberano Stefan e tornano a Fell's Church, dove si preparano per scacciare i due kitsune per sempre. Ripartita per la Dimensione Oscura con Stefan, Damon e Bonnie, raggiunge la Guardiola dei Sette Tesori, dov'è nascosta una grande "sfera stellata", il cui potere potrebbe salvare Fell's Church. Mentre cercano di raggiungere le fronde della pianta su cui si trova la sfera, l'albero scaglia dei rami neri, trafiggendo Damon al cuore. Dopo aver cercato invano di salvargli la vita, Elena distrugge albero e sfera con i suoi poteri, salvando Fell's Church. Il gruppo si reca alla Corte Celestiale per offrire i tesori kitsune in cambio della vita di Damon e di una nuova esistenza nella quale Elena è ancora viva. Le regine accettano l'offerta, ma si rifiutano di salvare il vampiro. Elena, furiosa, cerca di usare di nuovo le Ali della Distruzione, ma viene fermata e le sue ali tarpate, causando la perdita quasi totale dei suoi Poteri. Rassegnata, la giovane torna a casa di zia Judith con Stefan.

Pur contenta di essere ritornata alla propria vita, Elena soffre per la morte di Damon, finché scopre che è resuscitato. La ragazza inizia a frequentare il Dalcrest College, dove conosce il professor James Campbell, amico d'università dei suoi genitori, che si offre di parlarle di loro. Elena decide, seppur a malincuore, di prendersi una pausa da Stefan e Damon finché sarà certa di non poter rovinare il loro rapporto stando con Stefan. La giovane Gilbert si trova ad affrontare misteriosi omicidi che sembrano legati alla Vitale Society, una confraternita segreta a cui appartenevano anche i suoi genitori. Il professor Campbell le racconta che, durante una delle riunioni della società, i suoi genitori furono contattati da un Guardiano che li convinse a consegnare alla Corte Celestiale la prima figlia che avessero avuto, una volta compiuti i dodici anni, per farla diventare una di loro. Thomas ed Elizabeth, però, cambiarono idea e furono uccisi mentre le Guardiane cercavano di prendere Elena. Questa, intanto, si rende conto che è Stefan il ragazzo che ama davvero. Nel frattempo, la Vitale Society si rivela essere una confraternita di vampiri che vogliono resuscitare Klaus: Elena e i suoi amici assistono impotenti alla sua rinascita, e Klaus di ucciderla. Per aiutare Stefan e gli altri nella lotta, Elena accetta il suo destino di Guardiana e contatta Andrés, un altro Guardiano, affinché le insegni a risvegliare i propri Poteri. Grazie a lui, conduce il gruppo da Klaus, che, durante la battaglia, la colpisce a morte con un coltello magico: la ferita, però, si rimargina, e la giovane capisce di non poter morire per cause soprannaturali. Contattata dalla Guardiana Primaria Mylea, le viene affidata la sua prima missione: eliminare Damon, che ha ricominciato a nutrirsi degli esseri umani fino a ucciderli. La ragazza non ha intenzione di farlo e cerca inutilmente di convincerlo a cambiare atteggiamento. Viene poi rapita da Klaus che, prima di ucciderla con metodi tradizionali, decide di bere il suo sangue: inaspettatamente, però, l'Antico muore. È Andrés a spiegarle il motivo: Elena è una Guardiana leggendaria, l'Uno, figlia di una Guardiana Primaria, e pertanto il suo sangue è velenoso per i vampiri Originari. Dal diario della madre, la giovane Gilbert scopre che non solo la donna era stata una Guardiana Primaria, ma che Katherine, resuscitata da Klaus, è la sua sorellastra, e che Judith non è sua zia, ma un'amica della madre. Dopo aver accettato le rivelazioni, Elena richiama Mylea per comunicarle che, se non le toglierà la missione di uccidere Damon, lei non aiuterà la Corte contro gli Antichi: Mylea, allora, la collega a Damon con un filo d'oro, in modo che, se il vampiro ucciderà di nuovo, anche la ragazza muoia. Resasi conto di voler trascorrere l'eternità con Stefan, beve l'acqua dell'Eterna Giovinezza che aveva trafugato alla Guardiola dei Sette Tesori, diventando immortale.

Trascorsi cinque anni, durante i quali Elena si è laureata ed è andata a vivere con Stefan, il gruppo si trova ad affrontare l'ultimo Antico rimasto in vita, Solomon, che cerca di ucciderla per eliminare la minaccia che il suo sangue costituisce per i vampiri Originari. Al termine della battaglia contro di lui, che li vede vincitori, Elena e i suoi amici vengono traditi da uno dei loro alleati, il cacciatore di vampiri Jack, che uccide Stefan. La ragazza, allora, giura di vendicarsi.

Nella serie TV[modifica | modifica sorgente]

Carattere e antefatti[modifica | modifica sorgente]

Elena ha 17 anni e ha perso i genitori il 23 maggio 2009[14][15] a causa di un incidente stradale sul Wickery Bridge, di cui è l'unica superstite. Ai suoi amici e a chiunque le chieda come si sente, cela i propri sentimenti. Vive a Mystic Falls con sua zia Jenna e il fratello minore Jeremy, verso cui è molto protettiva, che dopo la morte dei genitori inizia a drogarsi e a marinare la scuola. Entrambi discendono da una delle Famiglie Fondatrici di Mystic Falls, i Gilbert. Fa parte del gruppo delle cheerleader, ma decide di lasciare dopo la morte dei genitori. Sua madre l'aveva spinta verso un futuro da scrittrice e così la ragazza ha cominciato a tenere un diario[16], abitudine che non ha mai abbandonato fino alla morte di suo fratello, dopo la quale ha bruciato casa e diario.

Prima stagione[modifica | modifica sorgente]

Elena conosce a scuola Stefan Salvatore, un ragazzo appena arrivato in città, del quale s'innamora. Nonostante l'attrazione reciproca, i due ragazzi decidono, inizialmente, di non cominciare una relazione, poiché le loro vite sono troppo complicate. Elena fa anche la conoscenza di Damon, fratello maggiore di Stefan, che le racconta come quest'ultimo sia ancora distrutto dopo la storia avuta con la sua precedente ragazza, Katherine, morta in un incendio. Per proteggerla dai poteri del fratello, Stefan le regala un ciondolo contenente della verbena: Elena ignora che la pianta ha il potere di annullare le capacità dei vampiri. Successivamente, la ragazza inizia a sospettare che nel suo ragazzo ci sia qualcosa che non vada quando si accorge che la ferita che si era procurato con una bottiglia rotta è scomparsa. Inoltre, a causa dei numerosi segreti che avvolgono Stefan e della sua riservatezza, il loro rapporto si incrina. Conosciuto un uomo che afferma di aver già incontrato Stefan nel 1953, Elena va a riguardare i filmati dell'epoca. Riconoscendo Stefan nel video, collega gli strani fatti avvenuti in città e si dirige al pensionato dei Salvatore per affrontare il ragazzo, che le conferma di essere un vampiro. Elena, spaventata, si rifiuta di ascoltare le spiegazioni che Stefan le vuole dare, ma successivamente gli permette di parlarle del rapporto che aveva con Damon e di come Katherine si fosse insinuata nelle loro vite. In seguito alla morte di Vicki, Elena decide di mantenere il segreto dei fratelli Salvatore, ma non vuole più stare con Stefan. Solo più avanti torna con lui, spinta dai suoi sentimenti. Dopo aver passato la notte con Stefan, Elena trova una foto di Katherine e scopre di essere uguale a lei: sconvolta, chiede spiegazioni a Stefan, che le rivela di essere stata adottata. Grazie ad alcune ricerche fatte da Jenna, Elena scopre che la sua madre naturale è Isobel Fleming, la moglie del professore di storia Alaric Saltzman, che, però, è stata uccisa da Damon alcuni anni prima. In realtà, la donna è stata trasformata in una vampira. Da parte di madre, Elena è parente di Katherine e questo motiva la somiglianza tra le due. Quando Stefan viene catturato da Frederick e dagli altri vampiri che erano rinchiusi nella cripta, ma che sono riusciti a liberarsi, Elena decide di aiutarlo. Dopo averlo liberato, Stefan viene attaccato da Frederick e non riesce a difendersi, ma la ragazza neutralizza il vampiro e fa bere il proprio sangue all'amato. Confessa a Jeremy di essere stata adottata, ma che lo considera ancora suo fratello; scoperto da Alaric che il ragazzo ha fatto una tesina sui vampiri e che si interroga sulla morte di Vicki, inizia a preoccuparsi che possa scoprire la verità e cerca di dissuaderlo. Intanto, Stefan le comunica che ha intenzione di allontanarsi da lei perché, essendo ricaduto nella brama di sangue umano, non vuole rischiare di farle del male, ma la ragazza glielo impedisce. A sua insaputa, però, Stefan continua a nutrirsi di sangue umano rubato all'ospedale. Informata della situazione da Damon, Elena, con uno stratagemma, neutralizza il vampiro con la verbena e lo rinchiude nella cantina del pensionato Salvatore per fare in modo che si disintossichi. Stefan, però, ha intenzione di lasciarsi morire per espiare la propria colpa: racconta, infatti, ad Elena di come si sia trasformato in vampiro bevendo il sangue del suo stesso padre. La ragazza lo convince a sopravvivere. Con l'arrivo di Isobel a Mystic Falls, Elena decide di incontrarla, ma la donna vuole solo che lei le consegni il congegno inventato dal suo antenato, un'arma contro i vampiri. Bonnie si offre di disattivarlo ed Elena lo consegna ad Isobel in cambio di Jeremy, che la donna ha rapito. Scopre da Stefan che suo padre è colui che aveva sempre creduto essere suo zio, John Gilbert. Durante il 150º anniversario del Giorno della Fondazione, quando Stefan viene colpito dagli ultrasuoni emanati dal congegno anti-vampiri, lo porta in salvo, evitando che venga catturato, poi lo segue fino allo scantinato dove sono stati rinchiusi i vampiri per salvare Damon. John cerca di fermarla, ma Elena lo prega di non farlo, essendo sua figlia. Recuperato Damon, rassicura Stefan sulla natura innocua dei sentimenti che prova per suo fratello. Rientrata a casa, sente provenire dalla cucina i gemiti di John e si dirige verso la stanza per vedere cosa succede.

Seconda stagione[modifica | modifica sorgente]

Elena soccorre John. In ospedale, Damon cerca di parlarle del bacio che si sono scambiati, ma capisce che in realtà si trattava di Katherine. Durante il funerale del sindaco Lockwood, la ragazza spiega a Damon che non potrebbe mai baciarlo, ferendolo. La sera, il vampiro, respinto da Katherine, va a trovarla, cercando di convincerla che tra di loro c'è qualcosa e prova a baciarla, ma Elena dichiara che amerà sempre e solo Stefan. Furioso, Damon uccide Jeremy, ma il ragazzo si salva grazie all'anello di John che porta al dito. Elena, però, non riesce a perdonare il vampiro. Scoperto che Caroline, uccisa da Katherine, si è trasformata in un vampiro grazie al sangue di Damon, capisce che niente sarà più come prima. Cerca di scoprire il segreto dei Lockwood e, per sapere se sono licantropi, va alla Duke University ad esaminare il materiale raccolto da Isobel prima di scomparire. Durante il viaggio, Damon cerca di farsi perdonare, ma Elena non desiste. Capendo poi che Caroline è controllata da Katherine, finge di litigare con Stefan per convincere la vampira che sta riuscendo nel suo proposito di separarli. Stefan, dopo essere scampato alla morte da parte dello sceriffo Forbes, si convince di dover bere del sangue umano per essere più forte ed Elena, all'inizio riluttante, accetta questa idea e gli offre il proprio. Katherine soggioga Jenna, scoprendo che la rottura di Elena e Stefan è un inganno; dopo l'assassinio di Mason, obbliga la zia a pugnalarsi. Jenna si salva, ma Elena, per non metterla più in pericolo, lascia Stefan. La sera del ballo in maschera, la ragazza viene rapita da Trevor e Rose, che cercano di consegnarla al vampiro Originale Elia. Da loro, la ragazza scopre che per sciogliere la maledizione del sole e della luna, che obbliga i vampiri a nascondersi dal Sole e i licantropi a trasformarsi, deve essere sacrificata la doppelgänger, cioè lei stessa. Elena viene salvata dai fratelli Salvatore e Damon le confessa i propri sentimenti, facendole però dimenticare la sua dichiarazione grazie al fatto che la ragazza non indossa la collana con la verbena. Si reca poi a parlare con Katherine, che le racconta come è diventata una vampira e che le spiega che la maledizione può essere sciolta solo se, insieme alla doppelgänger, vengono sacrificati anche una strega (Bonnie), un vampiro (Caroline) e un licantropo (Tyler). Elena si sente in colpa per aver coinvolto i propri amici e decide di sacrificarsi per loro, consegnandosi ad Elia. Damon le impedisce di farlo, ma la giovane non accantona i suoi progetti suicidi. Elia stringe un patto con Elena: lei continuerà la sua vita di sempre, mentre lui libererà Stefan dalla cripta e, dopo aver ucciso Klaus, proteggerà tutte le persone a cui tiene. La ragazza può così riabbracciare Stefan e i due tornano insieme. Durante un weekend al lago, Stefan scopre che Elena ha stretto il patto con Elia con la consapevolezza che dovrà comunque essere sacrificata: il ragazzo, raccontandole il suo passato come vampiro assassino, riesce a convincerla a non arrendersi e a continuare a combattere, ed Elena uccide Elia. Isobel ritorna in città per aiutare Stefan, Damon e Katherine a proteggere sua figlia, ma Elena non vuole avere niente a che fare con lei. La donna, sotto il controllo di Klaus, la rapisce e la porta a vedere la propria tomba: qui, dopo aver ricevuto una telefonata con l'ordine di lasciare andare Elena, si suicida esponendosi al Sole. Elena si trasferisce a casa dei fratelli Salvatore, che le intestano la proprietà in modo che possa decidere chi far entrare. Dopo aver saputo da Stefan che, se userà tutti i suoi poteri per uccidere Klaus, Bonnie morirà, cerca di fermare l'amica, ma invano. Poco dopo scopre, però, che la strega ha solo finto la propria morte e, per proteggerla, estrae il pugnale dal cuore di Elia. Elena stringe un nuovo patto con lui. L'Originale le racconta che la maledizione del sole e della luna non esiste: l'incantesimo che Klaus vuole sciogliere è quello che inibisce la sua natura di licantropo. Egli, infatti, non è un vampiro, ma un ibrido. Per impedire che la ragazza muoia, Damon le fa bere contro la sua volontà il proprio sangue la mattina prima del sacrificio. La sera, Klaus porta via Elena, che scopre che il vampiro che l'Originale sacrificherà è Jenna, appena trasformata. Dopo aver assistito impotente alla morte di Jules e della zia, viene uccisa da Klaus. Grazie ad un incantesimo di Bonnie, che collega la sua anima con quella di John, Elena torna in vita come umana perché il padre le trasferisce la sua energia, ma l'uomo muore. Stefan l'avvisa che Damon è stato morso da Tyler e rischia la vita. La ragazza gli resta accanto e lui, in punto di morte, le confessa nuovamente i propri sentimenti e che, se lo avesse incontrato nel 1864, le sarebbe piaciuto. Elena ammette che a lei piace così com'è e lo bacia. Katherine alla fine lo salva facendogli bere il sangue di Klaus, l'unico rimedio per il morso di un licantropo, Katherine comprende che Elena ormai si è innamorata di Damon, e gli dice che non c'è nulla di male ad amare entrambi i fratelli.

Terza stagione[modifica | modifica sorgente]

Sono trascorsi alcuni mesi dalla partenza di Stefan, ma Elena, che intanto compie diciotto anni, insiste nel volerlo cercare, e infine lo incontra a Chicago. Stefan, molto cambiato a causa della dieta a base di sangue umano, le fa capire che non è intenzionato a tornare a casa e la lascia. Presto, però, Klaus riporta Stefan a Mystic Falls sospettando che nasconda qualcosa: scopre così che Elena è ancora viva e che il suo sangue è necessario affinché la trasformazione di un licantropo in ibrido abbia successo. Prima di scappare di nuovo dalla città, Klaus lascia Elena sotto la protezione di Stefan, che costringe a reprimere i sentimenti in modo che gli sia fedele. I rapporti fra Elena e Stefan si fanno difficili: a causa del suo cambiamento il vampiro è del tutto indifferente a lei e a quello che potrebbe fare Klaus alle persone che la ragazza ama. L'ibrido cerca infatti di uccidere Jeremy, così Elena chiede a Damon di assoggettare il fratello per fare in modo che se ne vada dalla città; intanto l'attrazione fra di loro cresce e i due si baciano. Sentendosi in colpa, lo confessa a Stefan, che comincia a provare di nuovo qualcosa da quando Klaus l'ha assoggettato. I familiari di Klaus (Rebekah, Kol, Finn e sua madre Esther, la strega Originale) vengono liberati dalle bare: la donna confessa a Elena che vuole uccidere i suoi figli, e tramite il sangue della giovane Gilbert li unisce per eliminarli tutti insieme. La ragazza, dispiaciuta per Elia, glielo rivela, così l'Originale minaccia i Salvatore di ucciderla se non fermeranno la madre: Esther viene così neutralizzata. Con l'aiuto di Damon, Stefan riprende il controllo di se stesso, tornando come prima: Elena vuole riavvicinarsi a lui, ma il ragazzo la spinge a stare vicino a Damon, pensando che sia giusto che la ragazza approfondisca i suoi sentimenti per lui. Elena e i suoi amici entrano in possesso degli ultimi paletti fatti con il legno della quercia bianca, l'unica cosa che può uccidere un Originale. Ne usano uno per eliminare Finn, sperando che, essendo collegati, muoiano anche tutti gli altri fratelli: Bonnie, però, è stata costretta a sciogliere l'incantesimo. Il gruppo si rende conto che quando un Originale muore anche la sua discendenza di sangue muore con lui: distruggendo tutti gli Originali rischiano così che anche Stefan, Damon, Caroline e Tyler restino uccisi. Elena e Damon vanno a Denver a prendere Jeremy, visto che il ragazzo può mettersi in contatto con l'oltretomba, così da comunicare con Rose, la vampira che trasformò Katherine, che a sua volta trasformò i Slavatore, per scoprire da chi discendono. Rose racconta di essere stata trasformata da Mary, ma Kol la uccide prima che i ragazzi possano parlare. Intanto, Elena capisce di provare dei sentimenti molto profondi per Damon e i due si baciano appassionatamente. Esther trasforma Alaric in un Originale in grado di cacciare e uccidere i suoi figli: per farlo usa il sangue di Elena. Il nuovo Alaric la rapisce, ma non le fa del male: la ragazza comprende che è lei il suo punto debole, infatti l'incantesimo ha legato le loro vite e, se muore Elena, muore anche Alaric. Stefan, Damon e Klaus la portano in salvo, ma l'ibrido la prende e inizia a dissanguarla lentamente, in modo da avere il suo sangue per creare altri ibridi e ottenere, con la morte della ragazza, anche quella di Alaric, che potrebbe ucciderlo. Salvata da Tyler, Elena si sente male e viene curata da Meredith. Nel frattempo la ragazza compie la sua scelta tra i due fratelli, preferendo Stefan. Per proteggerla da Alaric, Matt la porta via da Mystic Falls, ma Rebekah fa finire l'auto nel fiume: Elena muore, ma, poiché Meredith l'aveva curata con sangue di vampiro, si sveglia in fase di transizione.

Quarta stagione[modifica | modifica sorgente]

Elena è in transizione, ma non vuole diventare un vampiro. Bonnie cerca allora un modo per impedirlo, ma fallisce, ed Elena è così costretta a completare la trasformazione per evitare di morire. La ragazza torna con Stefan, che la educa a nutrirsi di sangue animale, ma Elena gli nasconde che lo rigetta. Dopo averne parlato con Damon, questi conclude che può solo bere sangue da una vena. Elena e i suoi amici si trovano a dover affrontare Connor Jordan, un cacciatore di vampiri appartenente alla fratellanza dei Cinque, creata da una strega secoli prima: Elena, su consiglio di Damon, lo uccide, ma poi scopre che i Cinque hanno un tatuaggio che porta alla cura per il vampirismo. Jeremy diventa il nuovo membro della fratellanza ed eredita il tatuaggio, così si mettono alla ricerca della cura. La ragazza e Stefan si lasciano perché, dopo la trasformazione, la giovane Gilbert si sente sempre più legata a Damon: Elena comincia una relazione con lui, nonostante le amiche cerchino di dissuaderla. Caroline sostiene che i sentimenti di Elena per Damon siano causati dal fatto che si è trasformata con il suo sangue in corpo e, pertanto, è asservita a lui, ma la giovane vampira conferma che i suoi sentimenti sono reali. Grazie all'aiuto di Atticus Shane, un professore universitario amico di Bonnie, Elena e gli altri scoprono che la cura si trova nella tomba di uno stregone, Silas. Per completare il tatuaggio di Jeremy è necessario che lui uccida più vampiri possibile, pertanto Elena spinge il fratello a eliminare l'Originale Kol e con lui tutta la sua discendenza. Raggiunta l'isola dove si trova la cura, Katherine li raggiunge e si spaccia per Elena per prendere la cura. Per farlo è obbligata a risvegliare Silas dal suo sonno sacrificando la vita di Jeremy. Elena ne esce distrutta e Damon usa l'asservimento per spegnere la sua umanità e farle superare il dolore; la giovane, poi, dà fuoco a casa Gilbert per coprire la morte dei fratello. Senza più sentimenti, Elena diventa una creatura fredda e aggressiva e non vuole più cercare la cura. Damon capisce di aver sbagliato e per riaccendere la sua umanità uccide Matt davanti ai suoi occhi, facendole poi notare che il ragazzo indossava l'anello magico dei Gilbert che lo farà tornare in vita. Elena decide di uccidere Katherine, ritenendola responsabile di tutti gli avvenimenti negativi che hanno colpito lei e le persone a cui vuole bene. Damon le dona la cura ordinandole di prenderla, ma la ragazza non è più asservita a lui e non gli obbedisce. Ammettendo di amarlo nonostante i difetti, i due tornano insieme. Elena affronta Katherine, e le fa ingoiare la cura per il vampirismo, facendola tornare umana.

Accoglienza[modifica | modifica sorgente]

Romanzi[modifica | modifica sorgente]

Elena, così come appare nei romanzi, non ha ricevuto molte critiche positive. Relativamente al primo romanzo, è stata giudicata, dal sito Love Vampires, "il più grande ostacolo al godimento de Il diario del vampiro - Il risveglio, perché è molto difficile entrare in empatia con lei", e paragonata a Rossella O'Hara: come lei, infatti, "scopre che non ottiene sempre tutto quello che vuole, anche se pensa di averne il diritto"[17]. In Il diario del vampiro - La lotta è "molto meno irritante" e "più coinvolgente"[18], ma in Il diario del vampiro - La messa nera è "dolorosamente mono-dimensionale"[19].
Books For The Insomniac ritiene Elena "fastidiosa a causa del suo complesso di superiorità"[20], "superficiale e davvero ossessiva. Il suo intero personaggio ruota intorno al fatto che è molto sexy e lo sa, e la sua convinzione che nessun ragazzo la possa mai rifiutare è davvero frivola. All'inizio piange perché Stefan non le presta attenzione. Poco dopo afferma di amarlo e lui non ha quasi mai nemmeno parlato con lei"[21]. In La furia "Elena è più rispettosa degli altri e si preoccupa maggiormente per i vivi ora che non lo è. Guadagna una profonda prospettiva di sé. Si rende conto che non ha bisogno di una moltitudine di persone che la amino, ma piuttosto dei suoi amici veri. Il personaggio di Elena cresce e non appare superficiale come nel primo libro"[22].
Wetpaint la definisce "molto più stronza [rispetto a quella televisiva]. Un po' snob, l'Elena letteraria è una regina di ghiaccio dalla pelle di porcellana simile a Blair Waldorf"[23].
Hollywood Crush sostiene che "quasi la odii per essere così perfetta, ma poi ti ricordi che a) i suoi genitori sono appena morti, e che b) una volta che Stefan le si arrende, lei è disposta a essere ostracizzata da tutta la città, quando lo sospettano di omicidio. Come Bella, si auto-sacrifica ed è coraggiosa. A differenza di Bella, conosce il proprio valore, e lo conosce anche la sua squadra di amici"[24].

Serie televisiva[modifica | modifica sorgente]

Sul personaggio televisivo di Elena, The Independent scrisse: "L'eroina dello show, Elena, rimasta orfana da poco, è più complicata di quanto appaia all'inizio e il suo rifiuto di accettare semplicemente il suo fidanzato vampiro, Stefan, le sue zanne e tutto il resto, segna un gradito ritorno dell'idea che i vampiri siano in realtà creature pericolose, piuttosto che splendide reincarnazioni scintillanti dei desideri di ogni ragazza adolescente"[25].
Nel libro A Visitor's Guide to Mystic Falls, Sarah Rees Brennan scrive: "Elena Gilbert di The Vampire Diaries è in equilibrio tra Buffy e Bella, e penso che faccia un lavoro dannatamente buono. Elena è una ragazza più normale di Buffy o Bella. Buffy, per sua natura, era già inserita nel mondo dei vampiri, e sapeva come proteggersi dentro di esso. Bella ha abbracciato il mondo dei vampiri e ha insistito per farne parte. Elena è di gran lunga risolutamente umana e pertanto fragile, ma deve affrontare le complicazioni di vivere in un mondo dove il supernaturale è reale. Tutti a Mystic Falls lo fanno, ma Elena è la prima adolescente a venire a conoscenza dell'esistenza dei vampiri. È colei che si trova in pericolo più spesso e che è più consapevole del fatto che lei e tutti gli altri sono in pericolo. [...] Al contrario di Buffy o Bella, Elena non è la nuova studentessa della scuola. È carina, popolare, e assolutamente non un'emarginata, ma è stata cambiata dalla recente morte dei propri genitori. [...] Avendo perso i genitori, è diventata sia più matura che più inquieta, alla ricerca di risposte e del significato della vita, pronta per le sfide. Al contrario di Buffy, con il suo destino di cacciatrice, o di Bella, che si è auto-sradicata dalla propria casa e si e spinta tra le braccia di Edward, Elena ha ancora una scelta. Ha la sua propria vita da vivere, e un solido terreno su cui stare mentre sceglie se stare o meno con Stefan - e poiché la sua scelta è così chiaramente tutta sua, una volta fatta, ci crediamo. [...] In Elena vediamo qualcuno le cui capacità di amare ed essere leale possono abbracciare anche una creatura della notte: sappiamo che Elena ama fieramente ed irrevocabilmente perché la vediamo amare fieramente molte altre persone oltre a Stefan."[26]. Elena viene paragonata a Melanie Hamilton di Via col vento: come lei, è fiduciosa e altruista. Sta con un uomo (Stefan) amato anche da un'altra donna (Katherine), la quale non capisce come lui possa preferire un'altra a lei[27].
Il sito TV Fanatic giudicò Elena il miglior personaggio della prima metà della quarta stagione, per come si era evoluta dopo la trasformazione, e per il modo in cui la sua nuova natura aveva avuto effetto su tutti gli altri personaggi, soprattutto nei primi episodi[28].

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ Elena, diciassettenne, parte per la Dimensione Oscura all'inizio di luglio. Alcune settimane dopo ( Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - L'anima nera, pag. 37, Newton Compton, 2010. ) afferma di avere diciotto anni ( Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - L'anima nera, pag. 10, Newton Compton, 2010. )
  2. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - La furia, capitolo 16, Newton Compton, 2009.
  3. ^ The Vampire Diaries: episodio 5x12, The Devil Inside (The Devil Inside).
  4. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - Il risveglio, pag. 8, Newton Compton, 2008.
  5. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - La lotta, pag. 65, Newton Compton, 2008.
  6. ^ a b Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - Il risveglio, pag. 115, Newton Compton, 2008.
  7. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - Il risveglio, pag. 10, Newton Compton, 2008.
  8. ^ Il cognome da nubile della donna è Gilbert, tuttavia in Il diario del vampiro - Luna piena, pag. 61, viene detto che Thomas Gilbert era figlio unico, e in Il diario del vampiro - Destino che Judith era la sorella di Elizabeth.
  9. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - Luna piena, pag. 59, Newton Compton, 2013.
  10. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - Il risveglio, capitolo 12, Newton Compton, 2008.
  11. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - Il risveglio, capitolo 10, Newton Compton, 2008.
  12. ^ a b Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - L'anima nera, pag. 82, Newton Compton, 2010.
  13. ^ Lisa J. Smith, Il diario del vampiro - L'ombra del male, pag. 80, Newton Compton, 2010.
  14. ^ The Vampire Diaries: episodio 1x2, La notte della cometa (The Night of the Comet).
  15. ^ The Vampire Diaries: episodio 1x11, Discendenza (Bloodlines).
  16. ^ The Vampire Diaries: episodio 1x10, Punto di svolta.
  17. ^ (EN) The Awakening: The Vampire Diaries 1 in Love Vampires. URL consultato il 10 settembre 2011.
  18. ^ (EN) The Struggle: The Vampire Diaries 2. URL consultato il 10 settembre 2011.
  19. ^ (EN) Dark Reunion: The Vampire Diaries 4 in Love Vampires. URL consultato il 10 settembre 2011.
  20. ^ (EN) Scarlet Kira, "Dark Reunion" review, 3 aprile 2011. URL consultato il 25 novembre 2011.
  21. ^ (EN) Scarlet Kira, "The Awakening" Review, 28 gennaio 2011. URL consultato il 25 novembre 2011.
  22. ^ (EN) Scarlet Kira, "The Fury" review, 1 aprile 2011. URL consultato il 25 novembre 2011.
  23. ^ (EN) The Vampire Diaries: Books vs. Show, 18 dicembre 2011. URL consultato il 17 dicembre 2011.
  24. ^ (EN) 'Vampire Diaries': A Book Report For Twilighters And Twi-Haters in Hollywood Crush, 24 giugno 2009. URL consultato l'8 maggio 2012.
  25. ^ (EN) The Vampire Diaries - Fresh blood for teenage vampire lovers in The Independent, 5 febbraio 2010. URL consultato il 10 agosto 2011.
  26. ^ Sarah Rees Brennan, A Visitor's Guide to Mystic Falls - Women Who Loves Vampires Who Eat Women, pagg. 3-4, 6, BenBella Books, 2010.
  27. ^ (EN) “Tomorrow is Another Day”, 26 ottobre 2011. URL consultato il 25 giugno 2012.
  28. ^ (EN) The Vampire Diaries Midseason Report Card: C, TV Fanatic, 18 dicembre 2012. URL consultato il 12 ottobre 2013.

Altri progetti[modifica | modifica sorgente]