Cola (Lana Del Rey)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Cola
Artista Lana Del Rey
Autore/i Elizabeth Grant, Rick Nowels
Genere Pop
Rock
Pubblicazione
Incisione 'Paradise'
Data 2012
Durata 4:20
'Paradise' – tracce
Precedente
American
(2)
Successiva

Cola è un brano musicale della cantautrice statunitense Lana Del Rey, terza traccia del suo terzo EP, Paradise, scritta da Lana Del Rey e Rick Novels

Il brano[modifica | modifica wikitesto]

Cola è stata scritta da Elizabeth Grant e Rick Nowels. Quando le fu chiesto quali fossero le origini della canzone, lei spiegò: «Il mio fidanzato [Barrie-James O'Neill] è scozzese, lui trova le ragazze americane molto esotiche. Una volta mi disse: 'Voi ragazze americane andate in giro come se la vostra figa sapesse di Pepsi-Cola, come se vi copriste con una bandiera americana per dormire.' Ci trova tutte molto patriottiche.».[1][2] La canzone, prodotta da Nowels, è stata co-prodotta dal team di produzione DK. L'arrangiamento comprende una batteria elettronica a cura di Kieron Menzies, il quale è stato anche produttore esecutivo. La canzone è stata registrata presso The Green Building a Santa Monica, con la post-produzione di Chris Garcia e Jordan Stilwell John Davis infine missò la traccia presso il the Metropolis Mastering a Londra.[3] La traccia era originariamente intitolata con il secondo titolo di "(Pussy", in base a quanto testimoniano il database della American Society of Composers, Authors and Publishers (ASCAP) edHarry Fox Agency.[4][5]

In seguito al rilascio di "Ride" il 25 settembre 2012, Lana Del Rey pubblicò un trailer contenente l'anteprima di alcune canzoni dell'EP Paradise.[6] Nella breve clip canta «My pussy tastes like Pepsi Cola/My eyes are wide like cherry pies.».[7][8][9] Nel trailer e nella prima edizione della tracklist, Cola è riportata con il titolo alternativo Pussy,[10] che venne eliminato dalla tracklist definitiva. Il 14 novembre 2012, Digital Spy annunciò che Lana Del Rey avrebbe rilasciato la canzone come secondo singolo dell'EP.[11] Lei disse che la casa discografica era dubbiosa al riguardo.[12] Questa infine scelse a sorpresa di pubblicare Dark Paradise come ultimo singolo estratto da Born to Die.

Accoglienza della critica[modifica | modifica wikitesto]

Cola ha ricevuto critiche miste.[13] Hindustan Times ha criticato l'anteprima della canzone, dicendo che dava prova del fatto che lei fosse ormai a corto di idee e che il brano suonasse stranamente simile alle altre dell'album.[14] Robert Copsey di Digital Spy ha notato che gli hook sono eleganti ma non compromettono l'immagine sfacciata della cantante.[15] Notando quanto ritmicamente simili siano le altre tracce in Paradise, Slant Magazine dice: «"Cola" è diversa, portando la pop-art della Del Rey ad un'estrema femme fatality nel regno dell'impudenza, ma anche mandando in frantumi un alter ego che già esiste in una sala degli specchi.».[16]

Successo commerciale[modifica | modifica wikitesto]

Il brano si è classificato inizialmente in Irlanda, in cui è arrivato alla posizione numero 99 prima ancora che il rilascio ufficiale del singolo fosse annunciato.[17] Ha debuttato alla United Kingdom singles chart al numero 120 nella settimana del 18 novembre 2012. Con il rilascio Paradise, varie tracce di dell'EP trovarono posto nella Billboard Top Rock Songs chart, tra cui "Cola", collocata alla 22.[18]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Lana Del Rey, "Ich spiele keine Lolita-Rolle", Die Zeit, 4 gennaio 2013. URL consultato il 3 agosto 2014.
  2. ^ Lana Del Rey, 18 Things You Learn After Two Long Days With Lana Del Rey, Rolling Stone, 24 luglio 2014. URL consultato il 3 agosto 2014.
    «... He was talking about American girls, his vision of American girls was that all their pussies tasted like Pepsi-Cola, and that they were such a dream. ...'».
  3. ^ Paradise, Lana Del Rey, Music CD, Barnes & Noble. URL consultato il 1º giugno 2014.
  4. ^ Work ID: 884495151/ISWC: T9128180687, su ASCAP, 2012. URL consultato il 26 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 6 marzo 2013).
  5. ^ HFA Song Code: P72741, su Harry Fox Agency, 2012. URL consultato il 26 settembre 2012 (archiviato dall'url originale il 3 ottobre 2012).
  6. ^ (EN) Lana Del Rey's Paradise Edition Of Debut Features Eight New Songs, in MTV News. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  7. ^ (EN) Lana Del Rey Releases 'Ride' Single From 'Born To Die' Deluxe Edition, in Billboard. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  8. ^ (EN) 6 Unbelievable Lyrics From Lana's New Album, su The Huffington Post, 24 settembre 2012. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  9. ^ (EN) Listen to a New Lana Del Rey Song, "Ride", su pitchfork.com. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  10. ^ (EN) Lana Del Rey debuts new single 'Ride' – listen, in NME, 25 settembre 2012. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  11. ^ (EN) Lana Del Rey confirms new single, in Digital Spy, 14 novembre 2012. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  12. ^ (EN) Lana Del Rey defends 'p**sy cola' lyric, in Digital Spy, 8 novembre 2012. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  13. ^ (EN) Genevieve Rosen, Lana Del Rey releases afterthought, in Stuff.co.nz, 25 settembre 2012. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  14. ^ (EN) Lana Del Rey floats latest album sampler, in news.yahoo.com. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  15. ^ (EN) Lana Del Rey: 'Paradise' review, in Digital Spy, 13 novembre 2012. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  16. ^ (EN) Lana Del Rey Paradise | Album Review | Slant Magazine, in Slant Magazine. URL consultato il 21 febbraio 2017.
  17. ^ (EN) Top 100 Singles – Week Ending 15th November 2012, su irma.ie. URL consultato il 21 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 16 novembre 2012).
  18. ^ (EN) Lana Del Rey - Chart history | Top Rock Songs, su billboard.com. URL consultato il 21 febbraio 2017.