Chiese protestanti in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Chiesa valdese di Firenze

Le chiese protestanti (o evangeliche) in Italia, sono suddivisibili in "storiche" (valdesi, luterani, calvinisti/riformati, anglicani, battisti, metodisti), restaurazioniste (chiese di Cristo), libere, pentecostali, holiness e movimenti minori.[1]

Secondo le stime del Centro studi sulle nuove religioni (Cesnur), nel 2012 tra i cittadini italiani (escludendo i cittadini stranieri residenti in Italia) vi erano 435.000 protestanti. Molto più incerto risulta il calcolo se si vuole avere un dato che includa anche gli stranieri, a causa dell'impossibilità di avere dati certi sull'immigrazione irregolare: in questo caso, il Cesnur elabora una stima che ha valore di semplice congettura e prevede un incremento del numero dei protestanti di 212.200 unità.[1]

Denominazioni protestanti in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Le Chiese storiche (luterani, metodisti, valdesi, battisti), le Chiese libere, la Chiesa apostolica e altre Chiese minori sono riunite in un organismo denominato Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, i cui membri sono:[2]

Al di fuori della FCEI ci sono la Chiesa Protestante Unita e l'Alleanza di Chiese cristiane evangeliche in Italia.

Altre chiese, seppur di area protestante, ufficialmente si dichiarano esclusivamente di area evangelicale, pentecostale o neopentecostale sottolineando in tal modo, la loro differenza con le chiese protestanti storiche in campo etico-dottrinale. Di queste chiese sono da citare:

Recentemente, nel 2013, si è costituita la Conferenza evangelica nazionale COEN che raccoglie chiese cristiane evangeliche aderenti o non aderenti a denominazioni nazionali o straniere (chiese libere).

La sua funzione è quella di rappresentare presso istituzioni pubbliche e private le chiese aderenti e collegarle spiritualmente, nel pieno rispetto della loro autonomia dottrinale all'interno dei fondamenti protestanti.

È membro della CCERS, ed opera attualmente nel centro-nord Italia.

Molte delle chiese elencate fanno parte dell'Alleanza evangelica italiana (AEI) o dell'Alleanza di Chiese cristiane evangeliche in Italia (ACEI), altre ancora non hanno alcun collegamento e sono in tutti i sensi "chiese libere".[senza fonte]

Vi sono infine alcune confessioni religiose diffuse in Italia che sono sorte nell'ambito dell'evangelismo, ma non possono essere considerate in alcun modo protestanti o evangeliche né desiderano essere considerate tali: gli unitariani (anche se il CESNUR inserisce gli unitariani tra le Chiese di matrice protestante radicale), i mormoni e i testimoni di Geova[4]. Tali gruppi non vengono considerati neppure autenticamente cristiani dalle altre chiese cristiane (cattoliche, ortodosse e protestanti) in quanto non riconoscono il dogma della Trinità, nonché la deità di Gesù Cristo, considerato una sua creatura e non Dio stesso,[5] e di conseguenza non si riconoscono nelle confessioni di fede antiche, comuni a cattolici, ortodossi, protestanti ed evangelici[6].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Introvigne, Zoccatelli
  2. ^ F C E I - sito web ufficiale della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia
  3. ^ La Chiesa cristiana avventista del settimo giorno non è riconosciuta come "evangelica" dalla maggior parte delle chiese cristiane riunite nell'Alleanza evangelica mondiale a causa di alcune divergenze teologiche. Si veda in proposito (ES) La Alianza Evangélica Mundial no considera `evangélica´ a la Iglesia Adventista, Alianza Evangélica Española. URL consultato il 22 agosto 2014.
  4. ^ Giorgio Bouchard, Chiese e movimenti evangelici del nostro tempo, Torino, Claudiana, 2006, ISBN 978-88-7016-670-5, p.171
  5. ^ Chi è Gesù Cristo? - Testimoni di Geova: Sito ufficiale della Watchtower Society
  6. ^ Fulvio Ferrario e Pawel Gajewski, Il protestantesimo contemporaneo. Storia e attualità, Roma, Carocci, 2007, pp. 73-74.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Bouchard, Chiese e movimenti evangelici del nostro tempo, Claudiana, Torino, 2006 (3. edizione)
  • Massimo Introvigne e Pierluigi Zoccatelli (sotto la direzione di), Le religioni in Italia, CESNUR. URL consultato il 16 agosto 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cristianesimo Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cristianesimo