Cristianesimo ortodosso in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search

Il Cristianesimo ortodosso in Italia presenta 1.187.130 fedeli, secondo le stime del Dossier 2008 Caritas/Migrantes, costituendo così la terza confessione religiosa in Italia dopo cattolicesimo e Islam. Buona parte della crescita dei fedeli ortodossi in Italia negli anni 2000 è dovuta all'immigrazione dall'Est Europa, soprattutto dalla Romania.

Le chiese[modifica | modifica wikitesto]

Il Cristianesimo ortodosso in Italia è composto da diverse chiese:

Il Consiglio episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il Consiglio Episcopale Ortodosso d'Italia e Malta è composto dai vescovi metropolitani delle seguenti chiese:[2]

Chiese cattoliche di rito orientale[modifica | modifica wikitesto]

Storicamente in Italia, derivanti dalle migrazioni albanesi dal XV secolo che appartenevano al momento di ricongiungimento della Chiesa con il Concilio di Ferrara e Firenze, esistono due eparchie cattoliche di rito orientale in piena comunione con la Chiesa Cattolica, ma che conservano il rito bizantino. Inoltre, esiste una abbazia territoriale fondata prima dallo Scisma i quali monaci erano provenienti in maggioranza dalle comunità albanesi del sud Italia:

Recentemente, legate ai fenomeni di immigrazione, esistono altre piccole comunità con parrocchie cattoliche di rito orientale, diverse per storia ed origine rispetto a quella italo-albanese e dipendenti da eparchie straniere, soprattutto della Chiesa greco-cattolica rumena e della Chiesa greco-cattolica ucraina.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]