Chiese protestanti in Italia

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Chiese evangeliche in Italia)
Chiesa valdese di Firenze

Le chiese protestanti (o evangeliche) in Italia, sono suddivisibili in "storiche" (valdesi, luterani, calvinisti/riformati, anglicani, battisti, metodisti), restaurazioniste (chiese di Cristo), libere, pentecostali, holiness e movimenti minori.[1]

Secondo le stime del Centro studi sulle nuove religioni (Cesnur), nel 2012 tra i cittadini italiani (escludendo i cittadini stranieri residenti in Italia) vi erano 435.000 protestanti. Molto più incerto risulta il calcolo se si vuole avere un dato che includa anche gli stranieri, a causa dell'impossibilità di avere dati certi sull'immigrazione irregolare: in questo caso, il Cesnur elabora una stima che ha valore di semplice congettura e prevede un incremento del numero dei protestanti di 212.200 unità.[1]

Diffusione geografica[modifica | modifica wikitesto]

Le comunità evangeliche, in tutto 4.169, sono presenti su tutto il territorio italiano, in maggior numero nell'Italia meridionale (1.136). I dati della diffusione regionale sono i seguenti:[senza fonte]

Regione Comunità
Sicilia 692
Campania 478
Lombardia 457
Lazio 351
Piemonte 344
Puglia 293
Emilia-Romagna 231
Calabria 196
Toscana 191
Veneto 183
Liguria 124
Friuli Venezia Giulia 77
Abruzzo 76
Basilicata 72
Marche 62
Sardegna 60
Umbria 32
Trentino-Alto Adige 30
Molise 21
Val d'Aosta 10
Totale Comunità 4.169

Di questo numero fanno parte 800 chiese etniche, ovvero composte quasi esclusivamente da immigrati.

Denominazioni protestanti in Italia[modifica | modifica wikitesto]

Le Chiese storiche (luterani, metodisti, valdesi, battisti), le Chiese libere, la Chiesa apostolica e altre Chiese minori sono riunite in un organismo denominato Federazione delle Chiese evangeliche in Italia, i cui membri sono:[2]

Al di fuori della FCEI è l' Alleanza di Chiese cristiane evangeliche in Italia e la Chiesa Protestante Unita "Agape" - Metropolitan Community Church (MCC) di Firenze[4] anche se quest'ultima, pur aderendo alla Universal Fellowship of Metropolitan Community Church (UFMCC), ha manifestato, essendo di matrice teologica luterana, di voler entrare a far parte della Federazione: tale richiesta di adesione è stata, fino ad ora, disattesa.

Altre chiese, seppur di area protestante, ufficialmente si dichiarano esclusivamente di area evangelicale, pentecostale o neopentecostale sottolineando in tal modo, la loro differenza con le chiese protestanti storiche in campo etico-dottrinale. Di queste chiese sono da citare:

Recentemente, nel 2013, si è costituita la Conferenza evangelica nazionale COEN che raccoglie chiese cristiane evangeliche aderenti o non aderenti a denominazioni nazionali o straniere (chiese libere).

La sua funzione è quella di rappresentare presso istituzioni pubbliche e private le chiese aderenti e collegarle spiritualmente, nel pieno rispetto della loro autonomia dottrinale all'interno dei fondamenti protestanti.

È membro della CCERS, ed opera attualmente nel centro-nord Italia.

Molte delle chiese elencate fanno parte dell'Alleanza evangelica italiana (AEI) o dell'Alleanza di Chiese cristiane evangeliche in Italia (ACEI), altre ancora non hanno alcun collegamento e sono in tutti i sensi "chiese libere".[senza fonte]

Vi sono infine alcune confessioni religiose diffuse in Italia che sono sorte nell'ambito dell'evangelismo, ma non possono essere considerate in alcun modo protestanti o evangeliche né desiderano essere considerate tali: gli unitariani (anche se il CESNUR inserisce gli unitariani tra le Chiese di matrice protestante radicale), i mormoni e i testimoni di Geova[5]. Tali gruppi non vengono considerati neppure autenticamente cristiani dalle altre chiese cristiane (cattoliche, ortodosse e protestanti) in quanto non riconoscono il dogma della Trinità, nonché la deità di Gesù Cristo, considerato una sua creatura e non Dio stesso,[6] e di conseguenza non si riconoscono nelle confessioni di fede antiche, comuni a cattolici, ortodossi, protestanti ed evangelici[7].

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ a b Introvigne, Zoccatelli
  2. ^ F C E I - sito web ufficiale della Federazione delle Chiese evangeliche in Italia
  3. ^ La Chiesa cristiana avventista del settimo giorno non è riconosciuta come "evangelica" dalla maggior parte delle chiese cristiane riunite nell'Alleanza evangelica mondiale a causa di alcune divergenze teologiche. Si veda in proposito (ES) La Alianza Evangélica Mundial no considera `evangélica´ a la Iglesia Adventista, Alianza Evangélica Española. URL consultato il 22 agosto 2014.
  4. ^ Italialaica - Firenze, È NATA IN ITALIA LA PRIMA CHIESA MCC, su www.italialaica.it. URL consultato il 25 marzo 2015.
  5. ^ Giorgio Bouchard, Chiese e movimenti evangelici del nostro tempo, Torino, Claudiana, 2006, ISBN 978-88-7016-670-5, p.171
  6. ^ Chi è Gesù Cristo? - Testimoni di Geova: Sito ufficiale della Watchtower Society
  7. ^ Fulvio Ferrario e Pawel Gajewski, Il protestantesimo contemporaneo. Storia e attualità, Roma, Carocci, 2007, pp. 73-74.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Giorgio Bouchard, Chiese e movimenti evangelici del nostro tempo, Claudiana, Torino, 2006 (3. edizione)
  • Massimo Introvigne e Pierluigi Zoccatelli (sotto la direzione di), Le religioni in Italia, CESNUR. URL consultato il 16 agosto 2014.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cristianesimo Portale Cristianesimo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cristianesimo