Chernobyl Diaries - La mutazione

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
(Reindirizzamento da Chernobyl Diaries)
Chernobyl Diaries - La mutazione
Chernobyl Diaries.jpg
Titolo originale Chernobyl Diaries
Lingua originale Inglese, Ucraino, Russo
Paese di produzione USA
Anno 2012
Durata 86 min
Colore Colore
Audio Sonoro
Rapporto 1,85:1
Genere thriller, orrore
Regia Bradley Parker
Soggetto Basato sul romanzo The Diary of Lawson Oxford di Oren Peli
Sceneggiatura Oren Peli, Carey Van Dyke, Shane Van Dyke
Produttore Oren Peli, Brian Witten
Produttore esecutivo Rob Cowan, Broderick Johnson, Ildiko Kemeny, Andrew A. Kosowe, Milan Popelka, Richard Sharkey, Allison Silver, Andjelija Vlaisavljevic
Casa di produzione Alcon Entertainment, FilmNation Entertainment
Distribuzione (Italia) Warner Bros.
Fotografia Morten Søborg
Montaggio Mina Buric, Zsuzsa Mihalek
Effetti speciali Muhamed M'Barek
Musiche Diego Stocco
Scenografia Aleksandar Denic, Matthew Sullivan
Costumi Momirka Bailovic
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

Chernobyl Diaries - La mutazione (Chernobyl Diaries) è un film del 2012 diretto da Bradley Parker.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Tre ragazzi americani, Chris, la sua fidanzata Natalie ed un'amica dei due, Amanda, decidono di partire da Los Angeles per intraprendere un lungo viaggio attraverso le più grandi e famose città d'Europa. Dopo aver visitato Londra, Budapest, Parigi, Praga, Roma, Venezia ed altre, i tre arrivano infine a Kiev, in Ucraina, dove si è stabilito Paul, il fratello maggiore di Chris. Il loro intento è pernottare da lui per poi ripartire il giorno seguente per Mosca, capitale della Russia ed ultima tappa del loro viaggio, dove Chris ha in programma di chiedere a Natalie di sposarlo. Il mattino successivo, invece, Paul convince gli amici a fare un'escursione "estrema" a Prypjat, città fantasma divenuta famosa in seguito all'esplosione della centrale nucleare di Chernobyl che nel 1986 terrorizzò il Mondo. Dopo un'iniziale tentennamento da parte di Chris, che reputa la cosa troppo pericolosa, il gruppo di reca da Yuri, un amico di Paul, che gestisce da solo una piccola agenzia di turismo estremo. A loro, si aggiungono anche Michael e Zoe, due ragazzi europei fidanzati da poco e, dopo essere saliti sul pulmino al seguito di Yuri, si mettono in viaggio. Arrivati a destinazione, vengono tuttavia bloccati ad un checkpoint da un gruppo di guardie, le quali intimano al gruppo di lasciare la zona, poiché non accessibile. Di fronte alle conseguenti proteste dei suoi viaggiatori, Yuri, che conosce il territorio, riesce ad accedere comunque alla città grazie ad una tortuosa strada secondaria, che passa attraverso i boschi. Una volta arrivati, i ragazzi scendono, per catapultarsi in quell'ambiente molto particolare. Grazie ad un contatore Geiger posseduto da Yuri, che li mette al corrente della quantità di radiazioni nell'aria e nel terreno, riescono a visitare un ex condominio, dei giardini pubblici e la famosa area dov'era stata installata la ruota panoramica che avrebbe dovuto segnare l'inizio della festa di primavera, il 1° maggio. Qualche ora dopo, quando ormai è tardo pomeriggio, il gruppo ritorna al pulmino per fare rientro a Kiev. Nel metterlo in moto, però, Yuri si accorge che qualcosa non va, in quanto il mezzo non risponde ai suoi comandi. Dopo aver dato una controllata al motore, si accorge che i cavi dell'alimentazione sono stati danneggiati, a suo dire, da morsi di animali, fra i quali cani randagi, che solitamente escono per cacciare solo dopo il tramonto. Ciò fa scattare il panico fra i suoi viaggiatori che, nel frattempo, a notte ormai arrivata, sembrano udire provenire dalla città deserta delle grida e dei pianti di origine umana. Per cercare di tranquillizzare i ragazzi, Yuri decide allora di uscire dal pulmino, armato di pistola, portando con sé un walkie-talkie per tenersi in contatto con il gruppo, allo scopo di andare a controllare la situazione. Non volendolo lasciare solo, Chris decide di seguirlo, intimando agli altri di restare nel pulmino e di aspettarli. Dopo pochi minuti però, il gruppo ode degli spari provenire dalla pistola dell'uomo. Paul allora, preoccupato per il fratello, si precipita fuori dal mezzo per andare a cercarlo, tornando poco dopo con Chris che presenta una profonda ferita ad una gamba, mentre Yuri è scomparso. Rinchiusisi nuovamente dentro il pulmino, i giovani si persuadono a passare la notte lì dentro, per cercare aiuto il mattino successivo. Fattasi mattina, Paul, Michael e Amanda decidono di andare a cercare Yuri e capire cosa sia successo, lasciando Natalie e Zoe a badare a Chris, aggravatosi nel frattempo a causa delle ferite riportate. Poco lontano dal luogo in cui la sera prima avevano udito i colpi di arma da fuoco, trovano il walkie-talkie di Yuri e, successivamente, delle lunghe tracce di sangue. Seguendole, entrano in un edificio (una sorte di locale notturno), dove trovano il cadavere di Yuri, per metà divorato. Spaventati proprio in quel momento da un rumore che gli fa capire di non essere soli, dopo essere riusciti ad impadronirsi della pistola dell'uomo e di un caricatore, i tre riescono a fuggire, non prima di avere scorto una figura umanoide cibarsi dei resti dell'uomo. Tornati al pulmino, raccontano a Chris, Natalie e Zoe la loro esperienza. Ancora più impauriti, soprattutto dai gruppi di cani randagi che più volte cercano di attaccarli, i ragazzi fanno passare un'altra notte. Giunto il mattino successivo, Paul, Michael, Amanda e Zoe decidono nuovamente di uscire, per andare a cercare dei cavi dell'alimentazione sostitutivi e quindi provare a rimettere in moto il pulmino. Dopo essersi spinti oltre la zona visitata con Yuri due giorni prima, con loro grande stupore, arrivano in un parcheggio dove sostano, abbandonate, decine di auto. Trovati presto in una di loro un gruppo di cavi apparentemente ancora in buono stato che credono possano sostituire quelli rovinati del pulmino, tornano dove si erano fermati con il mezzo, ma al loro arrivo non lo trovano più. Increduli, dopo essersi guardati intorno, lo scorgono poco distante, ribaltato, mentre degli amici non vi è più traccia. Precipitatisi dentro la carcassa del mezzo, trovano la fotocamera di Amanda, che sta ancora registrando. Decidono allora di stoppare e riguardare il video, dove si vede Natalie che filma Chris mentre questi gli da l'anello che avrebbe voluto consegnarli a Mosca. Dopo aver sentito la ragazza tranquillizzare il fidanzato, dicendogli che tutto sarebbe andato bene e che per accettare il suo regalo avrebbe aspettato l'indomani, quando sarebbero arrivati nella capitale russa, vedono i ragazzi venire attaccati e successivamente trascinati via da indistinte figure. A questo punto, presa coscienza del fatto di non essere soli in quanto qualcuno vive ancora in quella città, i ragazzi si mettono alla ricerca dei due amici, venendo però continuamente attaccati da gruppi o da solitari mutanti. Più tardi, ritrovata Natalie in stato di shock, il gruppo viene spinto dai mutanti che gli danno la caccia sempre più nei pressi della centrale nucleare. Dopo aver perso Michael, Zoe e Natalie per mano degli umanoidi, Paul e Amanda finiscono per entrare all'interno dello stabile, dove gli alti livelli di radiazioni ben presto brucia la loro pelle e causa cecità a Paul. Riusciti comunque a ritornare al livello della strada, trovano un checkpoint presieduto da alcune guardie in tuta anti-radiazioni. Dopo svariati tentativi di chiedere loro aiuto ed aver ottenuto solamente l'intimazione dell'alt, i militari sparano in pieno petto a Paul, uccidendolo all'istante. Prelevata invece Amanda, i soldati la mettono subito al corrente che ciò che ha visto altro non sono che pazienti di un laboratorio segreto scappati e lasciati perciò vivere allo stato brado a Prypjat. Dopo essersi fatti dire dalla ragazza di aver perso tutti i suoi amici e che nessuno sa dove si trovi, con la scusa di volerla curare, un gruppo di finti medici trasporta la ragazza nello stesso laboratorio segreto dalla quale i mutanti erano scappati, intrappolandola alla fine in una stanza dove sono rinchiusi gli umanoidi superstiti. Il film si chiude con la giovane aggredita dalle creature.

Riprese[modifica | modifica wikitesto]

Le riprese sono state effettuate in Serbia ed Ungheria dove la città di Pripjat' è stata fedelmente ricostruita.

Data di uscita[modifica | modifica wikitesto]

Il film è uscito nei seguenti paesi il:

Titoli[modifica | modifica wikitesto]

Titoli di uscita nei diversi paesi:

  • Stati Uniti d'America (titolo originale): Chernobyl Diaries
  • Spagna: Atrapados en Chernobyl
  • Lituania: Cernobylio dienorasciai
  • Francia: Chroniques de Tchernobyl
  • Polonia: Czarnobyl. Reaktor strachu
  • Serbia: Dnevnici iz Černobilja
  • Ungheria: Ideglelés Csernobilban
  • Portogallo: Os diarios de Cernobyl
  • Messico: Terror en Chernobil
  • Cile: Terror en Chernobyl
  • Italia: Chernobyl Diaries - La mutazione

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Cinema