Carlo Gaetano Stampa

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Carlo Gaetano Stampa
cardinale di Santa Romana Chiesa
C.G.Stampa.jpg
Ritratto del cardinale Stampa
St.Card.Stampa.JPG
Incarichi ricoperti
Nato 1º novembre 1667, Milano
Ordinato presbitero 31 ottobre 1717
Nominato arcivescovo 6 dicembre 1717 da papa Clemente XI
Consacrato arcivescovo 23 gennaio 1718 dal cardinale Ferdinando d'Adda
Creato cardinale 23 febbraio 1739 da papa Clemente XII
Deceduto 23 dicembre 1742, Milano

Carlo Gaetano Stampa (Milano, 1º novembre 1667Milano, 23 dicembre 1742) è stato un cardinale e arcivescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Carlo Gaetano Stampa nacque a Milano nel 1667 da un'antica e nobile famiglia patrizia della città, figlio del conte Cristiano Stampa e di Giustina Borromeo.

Intrapresi gli studi giuridici all'Università di Pavia, il 10 luglio 1698 si laureò in utroque iure e l'anno successivo fu ammesso nel Collegio degli Avvocati di Milano.

Tomba del cardinale Carlo Gaetano Stampa nel Duomo di Milano.

Nel 1693 ottenne la nomina ad abate commendatario di Sant'Antonio di Valenza e nel 1703 fu nominato cameriere segreto di Sua Santità con il titolo di Monsignore.

Referendario del Supremo tribunale della Segnatura apostolica il 28 maggio 1705, divenne prelato domestico di Sua Santità nel 1705 e successivamente abate commendatario di Sant'Abbondio a Como e di Sant'Ambrogio ad Nemus a Milano. Vice-legato di Romagna dal 10 dicembre 1706 sino al 1709, fu in seguito governatore di Spoleto (18 maggio 1709) e di Ancona (19 maggio 1714). In ultimo fu abate commendatario di San Silano in Romagnano, prima di conseguire la nomina ad inquisitore generale dell'Isola di Malta (1716-1717).

Eletto arcivescovo titolare di Calcedonia il 6 dicembre del 1717 fu consacrato a Roma il 23 gennaio 1718 dal cardinale Ferdinando d'Adda. Fu nominato in seguito nunzio apostolico a Firenze (29 aprile 1718-12 ottobre 1720) e poi a Venezia (23 settembre 1720-7 maggio 1735). Nominato Segretario della Congregazione dei vescovi e regolari il 12 dicembre 1734, venne in seguito inviato a Milano come successore alla cattedra arcivescovile di quella sede, il 6 maggio 1737.

Papa Clemente XII lo elevò al rango di cardinale nel concistoro del 23 febbraio 1739.

Morì a Milano il 23 dicembre 1742. Il suo cuore è conservato nella chiesa parrocchiale di Tromello, in provincia di Pavia, sotto l'altare dedicato alla Madonna della Donzellina, venerata dai tromellesi.

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Successione apostolica[modifica | modifica wikitesto]

Araldica[modifica | modifica wikitesto]

Stemma Descrizione Blasonatura
St.Card.Stampa.JPG
Carlo Gaetano Stampa
Cardinale presbitero dei Santi Bonifacio e Alessio
Arcivescovo di Milano
Inquartato, al 1° e 4° d'oro, all'aquila di nero, coronata del campo, al 2° e 3° partito di nero e d'argento, al mastio merlato di due pezzi, dall'uno all'altro e dell'uno nell'altro. Lo scudo, accollato a una croce astile patriarcale d'oro, posta in palo, è timbrato da un cappello con cordoni e nappe di rosso. Le nappe, in numero di trenta, sono disposte quindici per parte, in cinque ordini di 1, 2, 3, 4, 5.

Bibliografia[modifica | modifica wikitesto]

  • Karttunen, Liisi Les nonciatures apostoliques permanentes de 1650 à 1800, Genève, E. Chaulmontet, 1912, p. 262-263;
  • Ritzler, Remigium e Pirminum Sefrin, Hierarchia Catholica Medii et Recentioris Aevi, Volumen V (1667-1730), Padova, Typis et Sumptibus Domus Editorialis "Il Messaggero di S. Antonio" apud Basilicam S. Antonii, 1952, pp. 155–156;
  • Ritzler, Remigium, e Pirminum Sefrin, Hierarchia Catholica Medii et Recentioris Aevi, Volumen VI (1730-1799), Padova, Typis et Sumptibus Domus Editorialis "Il Messaggero di S. Antonio" apud Basilicam S. Antonii, 1968, pp. 9, 41 e 284;
  • Weber, Christoph Legati e governatori dello Stato Pontificio : 1550-1809, Roma, Ministero per i beni culturali e ambientali, Ufficio centrale per i beni archivistici, 1994.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Arcivescovo titolare di Calcedonia Successore Archbishop CoA PioM.svg
Carlo Montecatini 6 dicembre 1717 - 23 febbraio 1737 Giorgio Doria
Predecessore Nunzio apostolico nel Granducato di Toscana Successore Emblem Holy See.svg
Pier Luigi Carafa 29 aprile 1718 - 12 ottobre 1720 Lazzaro Opizio Pallavicini
Predecessore Nunzio apostolico nella Repubblica di Venezia Successore Emblem Holy See.svg
Alessandro Aldobrandini 23 settembre 1720 - 7 maggio 1735 Giacomo Oddi
Predecessore Segretario della Congregazione dei Vescovi e Regolari Successore Emblem Holy See.svg
Giuseppe Spinelli 12 dicembre 1734 - 6 maggio 1737 Raffaele Cosimo de' Girolami
Predecessore Arcivescovo metropolita di Milano Successore ArchbishopPallium PioM.svg
Benedetto Erba Odescalchi 6 maggio 1737 - 23 dicembre 1742 Giuseppe Pozzobonelli
Predecessore Cardinale presbitero dei Santi Bonifacio e Alessio Successore CardinalCoA PioM.svg
Giberto Borromeo 16 settembre 1740 - 23 dicembre 1742 Antonio Andrea Galli, C.R.L.
Controllo di autorità VIAF: (EN19991700 · BNF: (FRcb15538985z (data)