Carlo Ciattini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Carlo Ciattini
vescovo della Chiesa cattolica
Coat of arms of Carlo Ciattini.svg
Omnia Christus nobis
 
TitoloMassa Marittima-Piombino
Incarichi attualiVescovo di Massa Marittima-Piombino
 
Nato20 marzo 1951 (69 anni) a Cerreto Guidi
Ordinato presbitero14 maggio 1989
Nominato vescovo15 dicembre 2010 da papa Benedetto XVI
Consacrato vescovo13 febbraio 2011 dal vescovo Fausto Tardelli
 

Carlo Ciattini (Cerreto Guidi, 20 marzo 1951) è un vescovo cattolico italiano.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nasce a Cerreto Guidi, nella diocesi di San Miniato.

Formazione e ministero sacerdotale[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il diploma all'istituto commerciale di Empoli, frequenta la facoltà di giurisprudenza all'Università degli Studi di Firenze e parallelamente svolge un'attività lavorative nel settore commerciale.[1]

Alunno dell'Almo collegio Capranica, riceve l'ordinazione presbiterale, a 38 anni, il 14 maggio 1989 per la diocesi di San Miniato.

Presso la Pontificia Università Lateranense, consegue il baccalaureato in filosofia e sacra teologia e licenza e dottorato in diritto canonico (2004).

Ha avuto molti incarichi diocesani fra cui quello di segretario generale del XIII sinodo diocesano, vicario giudiziale (dal 1995), vicario episcopale per le aggregazioni laicali (dal 2000) e dal 2005 rettore del seminario diocesano.

Ministero episcopale[modifica | modifica wikitesto]

Il 15 dicembre 2010 papa Benedetto XVI lo nomina vescovo di Massa Marittima-Piombino.[2]

Riceve la consacrazione episcopale il 13 febbraio 2011 dal vescovo di San Miniato Fausto Tardelli, co-consacranti il vescovo Giovanni Santucci di Massa Carrara-Pontremoli, suo predecessore, e l'arcivescovo metropolita di Firenze Giuseppe Betori. Entra in diocesi il 5 marzo 2011.[3]

Particolarmente impegnato nell'ambito sociale, ha seguito da vicino le vicende dell'acciaieria Lucchini di Piombino.[4][5]

Dal 1º febbraio 2016 è delegato per i problemi sociali e il lavoro, la giustizia e la pace, la salvaguardia del creato nell'ambito della Conferenza episcopale toscana.[6]

Genealogia episcopale[modifica | modifica wikitesto]

La genealogia episcopale è:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Vescovi toscani - Carlo Ciattini, su toscanaoggi.it. URL consultato il 19 febbraio 2017.
  2. ^ Rinunce e nomine: Nomina del vescovo di Massa Marittima-Piombino (Italia), su press.vatican.va. URL consultato il 19 febbraio 2017.
  3. ^ Biografia ufficiale - Diocesi di Massa Marittima
  4. ^ Acciaierie Lucchini di Piombino, intervista al vescovo Carlo Ciattini: immediato il disagio delle famiglie, su fattitaliani.eu. URL consultato il 19 febbraio 2017 (archiviato dall'url originale il 20 febbraio 2017).
  5. ^ Arriva il vescovo degli operai, su lanazione.it. URL consultato il 19 febbraio 2017.
  6. ^ Conferenza episcopale toscana, le nuove deleghe, su toscanamedianews.it. URL consultato il 19 febbraio 2017.

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Massa Marittima-Piombino Successore BishopCoA PioM.svg
Giovanni Santucci dal 15 dicembre 2010 in carica
Controllo di autoritàVIAF (EN76100661 · ISNI (EN0000 0001 1575 4276 · LCCN (ENno2007095675 · BNF (FRcb16600320g (data) · BAV (EN495/313449 · WorldCat Identities (ENlccn-no2007095675