Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Broutona

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Broutona
Броутона
Broutona Landsat.jpg
Immagine di Broutona vista dallo spazio
Geografia fisica
LocalizzazioneMare di Okhotsk
Coordinate46°43′N 150°44′E / 46.716667°N 150.733333°E46.716667; 150.733333Coordinate: 46°43′N 150°44′E / 46.716667°N 150.733333°E46.716667; 150.733333
ArcipelagoIsole Curili
Superficie7 km²
Altitudine massima800 m s.l.m.
Classificazione geologicavulcanica
Geografia politica
StatoRussia Russia
Circondario federaleDistretto Federale dell'Estremo Oriente
Oblast'Sachalin Sachalin
RajonFlag of Severo-Kurilsk (Sakhalin oblast).png Severo-Kuril'skij
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Kuriles Broutona.PNG
Mappa di localizzazione: Distretto Federale dell'Estremo Oriente
Broutona
Broutona
voci di isole della Russia presenti su Wikipedia

Broutona o isola di Broughton (in russo остров Броутона; in giapponese 武魯頓島, Buroton-tō) è un'isola russa che fa parte dell'arcipelago delle Isole Curili ed è situata nel Mare di Ochotsk. Amministrativamente fa parte del Severo-Kuril'skij rajon dell'oblast' di Sachalin, nel Distretto Federale dell'Estremo Oriente. Ha preso il nome in onore dell'esploratore britannico William Robert Broughton; il suo nome originale Ainu era Makanruru, che si traduce approssimativamente "isola in una forte corrente". Broutona è disabitata.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Broutona si trova nella parte centrale delle isole Curili, 69 km a sud-ovest di Simušir, al di là dello stretto Bussol' (пролив Буссоль); 20 km a sud ci sono le isole Čërnye Brat'ja.

L'isola è la parte emergente di un vulcano spento che si erge fino a 800 m s.l.m.[1], il monte Broutona (гора Броутона); ha una forma arrotondata con una superficie di 7 km². La costa ha pareti rocciose scoscese, che raggiungono i 274 m d'altezza.

Attorno all'isola, a una distanza di 3,7 km c'è una forte anomalia magnetica[2].

Fauna[modifica | modifica wikitesto]

Su Broutona ci sono colonie del leone marino di Steller, della lontra di mare e di foche. Sulle scogliere nidifica l'uria, la fratercula dai ciuffi, il fulmaro e specie di Larus; sulle alture ci sono falchi, corvi, regulidi e specie di Motacilla.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Broutona sembra non essere mai stata abitata. L'isola appare su una mappa ufficiale dei territori del clan Matsumae, un dominio feudale del periodo Edo in Giappone (1644)[3], domini confermati ufficialmente dallo shogunato Tokugawa nel 1715.

La sovranità passò all'Impero russo, in base ai termini del Trattato di Shimoda nel 1855[3][4], poi all'Impero giapponese (nel 1875) con il Trattato di San Pietroburgo[5], insieme al resto delle isole Curili. Amministrativamente l'isola faceva parte della sottoprefettura di Nemuro, nella prefettura di Hokkaidō. Dopo la seconda guerra mondiale, passò sotto il controllo dell'Unione Sovietica e attualmente fa parte della Federazione Russa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ TopoMapper
  2. ^ (RU) Курильские острова: Остров Броутона
  3. ^ a b (EN) The Kurile Islands Dispute Archiviato il 9 giugno 2012 in Internet Archive.
  4. ^ EURASIA A proposito di Isole Curili, propaganda giapponese e “pudore” di Stalin[collegamento interrotto]
  5. ^ Le Isole Curili – la vecchia contesa tra la Russia e il Giappone

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  • Mappa russa: L-56 (JPG), su maps.vlasenko.net. URL consultato l'8 novembre 2017.