Ušišir

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Isole Ušišir
Острова Ушишир
Yankicha ryponkichaISS005-E-18472.PNG
Immagine delle Ušišir viste dallo spazio
Geografia fisica
LocalizzazioneMare di Okhotsk
Coordinate47°31′00″N 152°49′00″E / 47.516667°N 152.816667°E47.516667; 152.816667Coordinate: 47°31′00″N 152°49′00″E / 47.516667°N 152.816667°E47.516667; 152.816667
ArcipelagoIsole Curili
Superficie5 km²
Altitudine massima388 m s.l.m.
Classificazione geologicavulcanica
Geografia politica
StatoRussia Russia
Circondario federaleEstremo Oriente
Oblast'Sachalin Sachalin
RajonFlag of Severo-Kurilsk (Sakhalin oblast).png Severo-Kuril'skij
Demografia
Abitanti0
Cartografia
Kuriles Ushishir.PNG
Mappa di localizzazione: Distretto Federale dell'Estremo Oriente
Isole Ušišir
Isole Ušišir
voci di isole della Russia presenti su Wikipedia

Le isole Ušišir (in russo острова Ушишир; in giapponese 宇志知島, Ushishiru-tō) sono due isole russe che fanno parte dell'arcipelago delle Isole Curili e sono situate tra il Mare di Ochotsk e l'Oceano Pacifico settentrionale. Amministrativamente fanno parte del Severo-Kuril'skij rajon dell'oblast' di Sachalin, nel Circondario federale dell'Estremo Oriente. Il loro nome viene dalla lingua ainu e significa "sorgenti termali". Le isole sono disabitate.

Geografia[modifica | modifica wikitesto]

Le isole Ušišir si trovano nella parte centrale delle Curili, 26 km a nord-est di Ketoj, da cui le separa lo stretto di Rikord[1] (пролив Рикорда). Si tratta di due isole: Ryponkiča e Jankiča (Рыпонкича e Янкича), che sono la parte emersa di un vulcano attivo, e di alcuni scogli. La loro superficie totale è di 5 km².

Le isole[modifica | modifica wikitesto]

Isole adiacenti[modifica | modifica wikitesto]

Flora e fauna[modifica | modifica wikitesto]

Le isole sono coperte di boschetti e vegetazione erbacea. Vi nidificano molte specie di uccelli: gabbiani, urie, cormorani, la pulcinella di mare e il fulmaro. E sono presenti alcune specie meno comuni come l'Aethia, l'Anthus cervinus, la Tringa nebularia e la poiana calzata.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Al momento del contatto con gli europei, le isole non avevano una popolazione permanente; erano visitate nel periodo estivo dalle tribù degli Ainu che provenivano da Rasšua. Gli Ainu consideravano Jankiča una terra sacra e la identificavano come la casa del dio del tuono. Sono stati trovati resti di capanne sulle pendici settentrionali della baia Kraternyj.

Rivendicate dall'Impero russo, sono passate all'Impero del Giappone, secondo il Trattato di San Pietroburgo (1875)[3], insieme al resto delle isole Curili. Amministrativamente facevano parte della sottoprefettura di Nemuro, nella prefettura di Hokkaidō. Dopo la seconda guerra mondiale, le Ušišir passarono sotto il controllo dell'Unione Sovietica e attualmente fanno parte della Federazione Russa.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Ha preso il nome dall'ammiraglio russo Pëtr Ivanovič Rikord (1776-1855) Рикорд, Петр Иванович
  2. ^ a b c (EN) Global Volcanism Program Ushishur
  3. ^ Le Isole Curili – la vecchia contesa tra la Russia e il Giappone, su jointhewip.com. URL consultato il 15 aprile 2012 (archiviato dall'url originale l'8 novembre 2017).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]