Boccadifalco

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Boccadifalco
Asc.JPG
Un aereo fermo presso la pista di Boccadifalco
Stato Italia Italia
Regione Sicilia Sicilia
Provincia Palermo Palermo
Città Palermo-Stemma uff.png Palermo
Circoscrizione IV Circoscrizione
Codice postale 90121
Superficie 11,617665 km²
Mappa dei quartieri di

Coordinate: 38°06′29″N 13°18′20″E / 38.108056°N 13.305556°E38.108056; 13.305556

Boccadifalco (Vuccheifaiccu in siciliano) è il sedicesimo quartiere di Palermo, sito nella zona centro-meridionale della città.

Il quartiere è compreso nella IV Circoscrizione[1].

Il toponimo (Boccadifalco-Baida) indica anche la ventiquattresima unità di primo livello di Palermo.

Superficie: 11,617665 km²

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Boccadifalco-Baida

Il borgo di Boccadifalco nasce attorno alla Riserva Reale borbonica realizzata tra il 1799 e il 1815, fautore dell'opera fu il principe Francesco, figlio di Ferdinando IV, i quali si erano rifugiati in Sicilia. Il parco fu una risposta di Francesco al padre[2] che nel frattempo stava costruendo la riserva di caccia della Favorita. A differenza del parco della favorita, la riserva di Boccadifalco non era utilizzata soltanto per la caccia, al suo interno infatti venivano sperimentate nuove tecnologie e tecniche agricole, zootecniche e botaniche. Attorno al parco nacquero ben presto attività che si affiancarono all'attività del parco stesso come macellerie, taverne e le abitazioni dei lavoratori della riserva. Quando i regnanti si ritrasferirono a Napoli il parco cadde lentamente in disgrazia, ma le attività e le abitazioni che lo circondavano rimasero in loco. Attualmente il parco risulta abbastanza degradato ed in parte edificato. Negli anni trenta l'area venne scelta per la costruzione dell'Aeroporto di Palermo-Boccadifalco, questo stravolse completamente la conformazione e l'economia della zona, l'aeroporto divenne in breve tempo il terzo aeroporto nazionale per traffico passeggeri. Nel 1960 il traffico passeggeri venne spostato presso il nuovo Aeroporto di Palermo-Punta Raisi e quello di Boccadifalco trasformato in aeroporto militare.

Luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Il quartiere è noto per la presenza dell'omonimo storico Aeroporto civile e per il campo Tenente Onorato, area sportiva attrezzata militare nella quale si allena la squadra di calcio cittadina, il Palermo.

L'AMAT vi fornisce il suo servizio tramite le linee 307 e 327.

Tra i monumenti è pregevole il Convento di Baida, risalente al 1388, costruito per volontà di Manfredi III Chiaramonte e successivamente donato all'Ordine cistercense e i due ponti ferroviari(uno presente in via Boccadifalco ed un altro in via Torrente d'Inverno),di stile fascista, costruiti negli anni trenta per la mai completata Ferrovia Palermo-Salaparuta e che attraversa il centro della borgata.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Panormus 2008, pag. 34 (PDF), comune.palermo.it. URL consultato il 09-08-2010 (archiviato dall'url originale il 22 luglio 2011). (PDF)
  2. ^ Fonte?

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Palermo Portale Palermo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Palermo