Blizzard of Ozz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Blizzard of Ozz
album in studio
ArtistaOzzy Osbourne
Pubblicazione20 settembre 1980
Durata39:19
Dischi1
Tracce9
GenereHeavy metal
Hard rock
EtichettaJet Records, Epic Records (riedizione)
ProduttoreOzzy Osbourne, Randy Rhoads, Bob Daisley, Lee Kerslake
Registrazione22 marzo - 19 aprile 1980
Certificazioni
Dischi d'argentoRegno Unito Regno Unito[1]
(vendite: 60 000+)
Dischi d'oroAustralia Australia[2]
(vendite: 35 000+)
Dischi di platinoCanada Canada[3]
(vendite: 100 000+)
Stati Uniti Stati Uniti (4)[4]
(vendite: 4 000 000+)
Ozzy Osbourne - cronologia
Album precedente
Album successivo
(1981)

Blizzard of Ozz è il primo album in studio del cantautore britannico Ozzy Osbourne, pubblicato il 20 settembre 1980 dalla Jet Records.

Descrizione[modifica | modifica wikitesto]

Dopo il suo licenziamento dai Black Sabbath, Osbourne dà vita alla sua band, inizialmente chiamata come il disco in questione Blizzard of Ozz e in seguito semplicemente Ozzy Osbourne. La traduzione letterale è Bufera di Ozz e si basa sull'assonanza con The Wizard of Oz, il "Mago di Oz" del romanzo di Lyman Frank Baum e del film del 1939 con Judy Garland. Il cantante recluta il giovane chitarrista Randy Rhoads, il tastierista Don Airey, il batterista Lee Kerslake e il bassista Bob Daisley. Il disco contiene alcune delle canzoni più note di Ozzy, come Crazy Train, Mr. Crowley e Goodbye to Romance. A circa 23 anni dalla sua pubblicazione, datata 1980, Blizzard of Ozz ha venduto oltre 10.000.000 di copie in tutto il mondo.[5]

Nel giugno del 2017 la rivista Rolling Stone ha collocato l'album alla nona posizione dei 100 migliori album metal di tutti i tempi.[6]

Nella versione del 2002, dopo le battaglie legali di Lee Kerslake e Bob Daisley contro di lui per mancati diritti d'autore, Ozzy ha cancellato le parti strumentali dei due musicisti. Esse sono state ri-registrate dal bassista Robert Trujillo e dal batterista Mike Bordin.

Blizzard of Ozz Tour[modifica | modifica wikitesto]

Ozzy durante il Blizzard of Ozz Tour a Cardiff nell'81 (prima tappa del tour in Regno Unito)

Ozzy Osbourne, prima della pubblicazione del disco, lanciò un tour promozionale iniziato il 12 settembre 1980, della durata di un anno. Il tour comprendeva 121 spettacoli (4 poi annullati). La band iniziò il tour in Inghilterra, e fu accompagnata dalla band heavy metal Budgie. Dopo la fine della prima tappa nel Regno Unito, furono licenziati dalla band il bassista Bob Daisley e il batterista Lee Kerslake, subito sostituiti dal bassista Rudy Sarzo dei Quiet Riot e dal batterista Tommy Aldridge. Durante il tour nordamericano Ozzy fu accompagnato anche dai Motörhead, ed insieme a loro Ozzy fece un breve ritorno nel Regno Unito per partecipare all'Heavy Metal Holocaust allo stadio Vale Park, il 1º agosto 1981, per poi ritornare negli Stati Uniti d'America per concludere il suo tour, accompagnato dai Def Leppard che stavano promuovendo il loro secondo album High 'n' Dry. Il Blizzard of Ozz Tour si conclude definitivamente il 13 settembre 1981.

Tracce[modifica | modifica wikitesto]

Testi e musiche di Osbourne, Rhoads, Daisley, eccetto dove indicato.

  1. I Don't Know – 5:16
  2. Crazy Train – 4:50
  3. Goodbye to Romance – 5:37
  4. Dee – 0:50 (Rhoads)
  5. Suicide Solution – 4:16
  6. Mr. Crowley – 4:55
  7. No Bone Movies – 3:52 (Osbourne, Rhoads, Daisley, Kerslake)
  8. Revelation (Mother Earth) – 6:08
  9. Steal Away (the Night) – 3:28
Tracce bonus nella riedizione del 2002
  1. You Lookin' at Me, Lookin' at You – 4:20
Tracce bonus nell'edizione estesa del 2011
  1. You Looking at Me, Looking at You – 4:15
  2. Goodbye to Romance – 5:42
  3. RR - Outtake from "Blizzard of Ozz" Sessions – 1:13 (Rhoads)

Formazione[modifica | modifica wikitesto]

Gruppo
Altri musicisti

Classifiche[modifica | modifica wikitesto]

Classifica (1980) Posizione
massima
Regno Unito[7] 7
Classifica (1981) Posizione
massima
Stati Uniti[8] 21
Classifica (1986) Posizione
massima
Nuova Zelanda[9] 47
Classifica (2021) Posizione
massima
Grecia[10] 2

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Blizzard of Ozz, su British Phonographic Industry. URL consultato il 2 luglio 2015.
  2. ^ (EN) ARIA Accreditations - February 2021 (XLSX), su dropbox.com, Australian Recording Industry Association. URL consultato il 27 aprile 2021 (archiviato dall'url originale il 27 aprile 2021).
  3. ^ (EN) Blizzard of Ozz – Gold/Platinum, su Music Canada. URL consultato il 2 luglio 2015.
  4. ^ (EN) Ozzy Osbourne - Blizzard of Oz – Gold & Platinum, su Recording Industry Association of America. URL consultato il 2 luglio 2015.
  5. ^ Art Music Cinema: Ozzy Osbourne Blizzard of Ozz 30th Anniversary
  6. ^ (EN) Christopher R. Weingarten, Tom Beaujour, Hank Shteamer, Kim Kelly, Steve Smith, Brittany Spanos, Suzy Exposito, Richard Bienstock, Kory Grow, Dan Epstein, J.D. Considine, Andy Greene, Rob Sheffield, Adrien Begrand, Ian Christe, The 100 Greatest Metal Albums of All Time, su rollingstone.com, Rolling Stone, 21 giugno 2017. URL consultato il 13 ottobre 2017.
  7. ^ (EN) Ozzy Osbourne, su Official Charts Company. URL consultato il 22 novembre 2022.
  8. ^ (EN) Ozzy Osbourne, su Billboard. URL consultato il 22 novembre 2022.
  9. ^ (EN) Ozzy Osbourne - Blizzard of Ozz, su Charts.org.nz. URL consultato il 22 novembre 2022.
  10. ^ (EN) Official IFPI Charts - Top-75 Albums Sales Chart (Combined) - Week: 23/2021, su ifpi.gr, IFPI Greece. URL consultato il 21 giugno 2021 (archiviato dall'url originale il 21 giugno 2021).

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

  Portale Heavy metal: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di heavy metal