Atletica leggera ai Giochi della XXVII Olimpiade - Lancio del giavellotto femminile

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Bandiera olimpica Athletics pictogram.svg
Lancio del giavellotto femminile
Sydney 2000
Informazioni generali
Luogo Stadio Olimpico di Sydney
Periodo 29 e 30 settembre 2000
Partecipanti
Podio
Medaglia d'oro Trine Hattestad Norvegia Norvegia
Medaglia d'argento Miréla Manjani Grecia Grecia
Medaglia di bronzo Osleidys Menéndez Cuba Cuba
Edizione precedente e successiva
Atlanta 1996 Atene 2004
Atletica leggera ai
Giochi di Sydney 2000
Athletics pictogram.svg
Corse piane
100 metri   uomini   donne
200 metri uomini donne
400 metri uomini donne
800 metri uomini donne
1500 metri uomini donne
5000 metri uomini donne
10000 metri uomini donne
3000 m siepi uomini
Corse ad ostacoli
110/100 m ostacoli uomini donne
400 m ostacoli uomini donne
Staffette
Staffetta 4×100 m uomini donne
Staffetta 4×400 m uomini donne
Prove su strada
Maratona uomini donne
Marcia 20 km uomini donne
Marcia 50 km uomini
Concorsi
Salto in alto uomini donne
Salto con l'asta uomini donne
Salto in lungo uomini donne
Salto triplo uomini donne
Getto del peso uomini donne
Lancio del disco uomini donne
Lancio del martello uomini donne
Lancio del giavellotto uomini donne
Prove multiple
Decathlon uomini
Eptathlon donne

Il lancio del giavellotto ha fatto parte del programma di atletica leggera femminile ai Giochi della XXVII Olimpiade. La competizione si è svolta nei giorni 29-30 settembre 2000 allo Stadio Olimpico di Sydney.

L'eccellenza mondiale[modifica | modifica wikitesto]

Campionessa olimpica 1996 67,94 Finlandia Heli Rantanen Assente
Campionessa europea 1998 69,10 Germania Tanja Damaske Infortunata
Campionessa mondiale 1999 67,09 Grecia Miréla Manjani Presente
Primatista stagionale 69,48[E 1] Norvegia Trine Hattestad Presente
  1. ^ Stabilito il 28 luglio.

La gara[modifica | modifica wikitesto]

Al primo lancio Osleidys Menéndez fa un buon 66,03. Ma la sua soddisfazione dura solo un paio di minuti. Trine Hattestad sfodera un lancio a 68,91, che le vale il nuovo record olimpico. Per lei e le altre atlete la corsa all'oro diventa molto difficile.

La Menendez ha un calo vistoso nei turni successivi. Miréla Manjani invece al terzo turno lancia a 67,51 (record nazionale) e si porta al secondo posto. Intanto la Hattestad si rilassa con lanci tra 64 e 66 metri. All'ultima prova la Menéndez si migliora a 66,18, ma non basta neanche per l'argento. La Manjani tenta il tutto per tutto ma conferma esattamente il lancio di 67,51.

Trine Hattestad è la prima atleta norvegese a vincere un titolo olimpico nell'atletica leggera.

Risultati[modifica | modifica wikitesto]

Turno eliminatorio[modifica | modifica wikitesto]

La misura di qualificazione è fissata a 61,00 m; la raggiungono in 6. Ad esse vengono aggiunti i 6 migliori lanci.

La miglior misura è di Osleidys Menéndez (67,34).

Finale[modifica | modifica wikitesto]

Stadio Olimpico, sabato 30 settembre, ore 20:00.

Pos Paese Atleta Tempo
Gold medal.svg Norvegia Norvegia Trine Hattestad 68,91 m Record olimpico
Silver medal.svg Grecia Grecia Miréla Manjani 67,51 m Record nazionale
Bronze medal.svg Cuba Cuba Osleidys Menéndez 66,18 m
4 Germania Germania Steffi Nerius 64,84 m
5 Cuba Cuba Sonia Bisset 63,26 m
6 Cuba Cuba Xiomara Rivero 62,92 m
7 Russia Russia Tatiana Shikolenko 62,91 m
8 Rep. Ceca Rep. Ceca Nikola Tomeckova 62,10 m