Atleti Olimpici Indipendenti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.

Atleti Olimpici Indipendenti è la denominazione di una delegazione di atleti che partecipano ai Giochi olimpici non facendo parte di alcuna delegazione nazionale a causa ad esempio di assenza del comitato olimpico nel proprio paese o per situazioni di guerra o di transizione politica che rendono impossibile l'attività del comitato olimpico nazionale.

In passato questa delegazione ha avuto altri nomi:

  • Partecipanti Olimpici Indipendenti per una rappresentanza all'Olimpiade di Barcellona 1992, degli atleti provenienti da quei paesi della (ormai ex) Repubblica Socialista Federale di Jugoslavia sostanzialmente ancora in guerra o il cui comitato olimpico nazionale non fosse stato ancora riconosciuto dal CIO.
  • Atleti Olimpici Individuali ai Giochi di Sydney 2000 per una rappresentanza di atleti di Timor Est, paese la cui indipendenza era in corso di definizione,

Situazione particolare fu quella dei Giochi olimpici invernali del 2014. Prima dell'inizio dei Giochi, il CIO aveva sospeso il Comitato Olimpico Indiano per alcune inadempienze ai precetti della Carta Olimpica e come misura di protezione a causa delle ingerenze fatte dal governo indiano nel processo di elezione dei membri del comitato nazionale. Per questa ragione gli atleti capaci di guadagnare la qualificazione ai Giochi di Soči avrebbero partecipato sotto la bandiera olimpica e con la denominazione "Partecipanti Olimpici Indipendenti", non potendo partecipare per i colori dell'India[1][2]. Tuttavia l'11 febbraio, per la prima volta nella storia dei Giochi, il CIO ha revocato la sospensione, permettendo così agli atleti indiani di gareggiare per l'India, e di sfilare sotto la bandiera indiana durante la cerimonia di chiusura[3].

La dizione "Atleti Olimpici Indipendenti" è stata utilizzata per i giochi olimpici del 2012 e del 2016:

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Final Executive Board meeting of 2012 gets under way in Lausanne, www.olympic.org, 4 dicembre 2012. URL consultato il 30 gennaio 2014.
  2. ^ (EN) First IOC Executive Board meeting under President Bach, www.olympic.org, 10 dicembre 2013. URL consultato il 30 gennaio 2014.
  3. ^ (EN) IOC Executive Board lifts suspension of NOC of India, olympic.org. URL consultato l'11 febbraio 2014.