Astro Boy (serie animata 1963)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Astro Boy, Astroboy
鉄腕アトム
(Tetsuwan Atomu)
Astro boy serie 63.png
Serie TV anime
AutoreOsamu Tezuka
RegiaOsamu Tezuka
SoggettoYoshiyuki Tomino
SceneggiaturaYoshiyuki Tomino
MusicheTatsuo Takai
StudioMushi Productions
ReteFuji TV
1ª TV1º gennaio 1963 – 31 dicembre 1966
Episodi193 (completa)

Astro Boy (鉄腕アトム Tetsuwan Atomu) è la prima serie televisiva anime dedicata al personaggio immaginario di Astro Boy, protagonista di un famoso manga creato da Osamu Tezuka - famoso autore di manga noto anche come "il dio dei manga"[1] - tra il 1952 e il 1968. Realizzata in bianco e nero, è composta da 193[2] episodi complessivi suddivisi in quattro stagioni, andate in onda tra il 1963 e il 1966. Trasmessa nei paesi anglosassoni, rimane invece inedita in Italia. La serie ha debuttato su Fuji TV il primo gennaio 1952 e fu la prima serie animata della storia a divenire popolare dentro e fuori il Giappone - primo anime trasmesso anche all'estero. Ha determinato l'estetica che fu la prima ad avere quelle caratteristiche che sarebbero poi divenute peculiari della produzione giapponese, tanto da meritarsi il nome specifico di anime.[3][4]

È stata seguita da un remake omonimo, Astro Boy, prodotto nel 1980 a colori, con variazioni parziali alla trama rendendo la storia ancora più tragica e cupa.

Personaggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Atom/Astro Boy/Astor: un robot-bambino creato e modellato dal dottor Tenma con le sembianze del figlioletto morto;
  • Ochanomizu: succede a Tenma alla guida del ministero della scienza dopo questo si dimise. Figura paterna e mentore di Astro, ha creato per lui un'intera famiglia di robot (madre, padre e sorella)
  • Unmataro Tenma: ex capo del ministero della scienza. Dopo aver perduto il suo unico figlio in un incidente stradale, sopraffatto dal dolore, si ripromise i creare un potente robot ed utilizza a tal fine tutte le risorse disponibili del ministero. Astro sarà la sua più grande creazione; una volta attivatolo, rimase però presto frustrato vedendo che il piccolo non cresceva fisicamente come tutti gli altri bambini umani; dopo aver venduto Astro al proprietario di un circo, si dimise da ministero e scomparve;
  • Uran: sorella-robot di Astro, viene a lui consegnata come regalo in occasione del suo compleanno. Solitamente si comporta come un vero e proprio maschiaccio.
  • Cobalt: vecchio prototipo-gemello fallito di Astro, gettato via da Tenma come un rottame, viene riattivato dal dottor Elefun;
  • Mustachio: insegnante di Astro e suo vicino di casa nel manga originale e nella serie 1980, mentre qui è un investigatore privato e suo zio adottivo;
  • Tawashi/Gumshoe: ispettore di polizia che prova un enorme disgusto nei confronti di tutti gli esseri meccanici; non ha molta fiducia in Astro fino a che questi non riesce a dimostrargli il proprio valore e coraggio;
  • Nakamura/McLaw: partner di Tawashi; riconosce immediatamente le capacità di Astro e cerca spesso di difenderlo dalle accuse rivoltegli contro dal collega;
  • Tobio/Toby: il figlio di Tenma che muore durante il primo episodio;
  • ATLAS: un robot creato dal dottor Ram con lo scopo di commettere innumerevoli reati; finirà per ribellarsi contro il proprio creatore;
  • Ram: un inca che desidera vendicarsi contro i bianchi per la schiavitù subita per secoli dal suo popolo; ha un profondo rancore verso tutto quel che richiama l'occidente.

Controversie[modifica | modifica wikitesto]

A Tezuka è capitato di esprimere la propria frustrazione nei confronti dei tagli censori operati dalle reti televisive statunitensi[5]; la versione adattata in lingua inglese non ha a esempio mandato in onda un episodio in cui viene mostrato un cane che sta per essere operato, in quanto si credette troppo crudele e grottesco da mostrare. L'autore ha criticato tutto ciò come ipocrisia, sottolineando che molti occidentali durante i safari in Africa ammazzano invece allegramente gli animali per sport[6].

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

La serie è composta da 193 episodi complessivi suddivisi in quattro stagioni, andate in onda tra il 1963 e il 1966[7].

GiapponeseKanji」 - RōmajiIn onda
Giapponese
1「アトム誕生」 - Atomu tanjō1º gennaio 1963
2「フランケン」 - Furanken8 gennaio 1963
3「火星探検」 - Kasei tanken15 gennaio 1963
4「ゲルニカ」 - Gerunika22 gennaio 1963
5「スフィンクス」 - Sufinkusu29 gennaio 1963
6「電光人間」 - Denkō ningen5 febbraio 1963
7「アトム大使」 - Atomu-taishi12 febbraio 1963
8「幽霊製造機」 - Yūrei seizōki19 febbraio 1963
9「ブラックルックス」 - Burakku rukkusu26 febbraio 1963
10「イワンの馬鹿」 - Iwan no baka5 marzo 1963
11「タイムマシン」 - Taimu mashin12 marzo 1963
12「十字架島」 - Jūjika shima19 marzo 1963
13「キリストの眼」 - Kirisuto no me26 marzo 1963
14「人工太陽」 - Jinkō taiyō2 aprile 1963
15「植物人間」 - Shokubutsu ningen9 aprile 1963
16「白い惑星号」 - Shiroi wakusei gō16 aprile 1963
17「ロボットランド」 - Robotto rando23 aprile 1963
18「ガデム」 - Gademu30 aprile 1963
19「アトム対魔神」 - Atomu tai majin7 maggio 1963
20「気体人間」 - Kitai ningen14 maggio 1963
21「人工衛星R-45」 - Jinkō-eisei r-4521 maggio 1963
22「海蛇島」 - Umihebi shima28 maggio 1963
23「ミュータント」 - Myūtanto4 giugno 1963
24「海底王国」 - Kaitei ōkoku11 giugno 1963
25「地底戦車」 - Chitei sensha18 giugno 1963
26「アトラス」 - Atorasu25 giugno 1963
27「パール星」 - Pāru hoshi2 luglio 1963
28「マッドマシン」 - Maddo mashin9 luglio 1963
29「想い出の日」 - Omoide no hi16 luglio 1963
30「ZZZ総統」 - Zē zē zē sōtō23 luglio 1963
31「黒い宇宙線」 - Kuroi uchūsen30 luglio 1963
32「ホットドッグ兵団」 - Hotto doggu heidan6 agosto 1963
33「三人の魔術師」 - Sannin no majutsushi13 agosto 1963
34「ミドロが沼」 - Midoro ga numa20 agosto 1963
35「ヒューマンファーム」 - Ningen bokujō27 agosto 1963
36「プイプイ教」 - Pui pui kyō3 settembre 1963
37「ウランちゃん」 - Uran-chan10 settembre 1963
38「狂った小惑星」 - Kurutta shōwakusei17 settembre 1963
39「赤い猫」 - Akai neko24 settembre 1963
40「ネオ・シーザー」 - Neo shiza1º ottobre 1963
41「X爆弾」 - Ekkusu bakudan8 ottobre 1963
42「黄色い馬」 - Kīroi uma15 ottobre 1963
43「デッドクロス殿下」 - Deddo kurosu denka22 ottobre 1963
44「エジプト陰謀団」 - Ejiputo inbō-dan29 ottobre 1963
45「クレオパトラの首飾り」 - Kureopatora no kubikazari5 novembre 1963
46「ロボット宇宙艇」 - Robotto uchū-tei12 novembre 1963
47「宇宙ガニ」 - Uchū gani19 novembre 1963
48「天馬族」 - Tenba-zoku26 novembre 1963
49「透明巨人」 - Tōmei kyojin3 dicembre 1963
50「アトム西部へ行く」 - Atomu seibu e iku10 dicembre 1963
51「子象プーラ」 - Kozō pura17 dicembre 1963
52「雪ライオン」 - Yuki raion24 dicembre 1963
53「さようなら1963年」 - Sayōnara sen kyūhyaku roku san-nen31 dicembre 1963
54「アルプスの決闘」 - Arupse no kettō4 gennaio 1964
55「若返りガス」 - Wakagaeri gasu18 gennaio 1964
56「地球防衛隊」 - Chikyū bōei tai25 gennaio 1964
57「ロボット学校」 - Robotto gakkō1º febbraio 1964
58「13の怪神像」 - 13 no kai kami zō8 febbraio 1964
59「白熱人間」 - Hakunetsu ningen15 febbraio 1964
60「ダーマの宮殿」 - Daama no kyūden22 febbraio 1964
61「宇宙の寄生虫」 - Uchū no kiseichū29 febbraio 1964
62「幽霊船」 - Yūreisen7 marzo 1964
63「人工氷山」 - Jinkō hyōzan14 marzo 1964
64「こうもり伯爵」 - Kōmori hakushaku21 marzo 1964
65「勇敢な脱走者」 - Yūkan na dassō mono28 marzo 1964
66「スペースバイキング」 - Supeesubaikingu4 aprile 1964
67「ナイトの英雄」 - Yoru no yūshi tachi11 aprile 1964
68「恐龍人の反乱」 - Kyōryū nin no hanran25 aprile 1964
69「時計塔の秘密」 - Tokeitō no himitsu2 maggio 1964
70「ラフレシア」 - Rafureshia9 maggio 1964
71「地球最後の日」 - Chikyū no saigo no hi16 maggio 1964
72「宇宙の漂流7日間」 - Uchū no hyōryū 7 hiai23 maggio 1964
73「ビッグタイタン」 - Biggutaitan6 giugno 1964
74「地球探検」 - Chikyū tanken13 giugno 1964
75「空とぶ町」 - Sora tobu machi20 giugno 1964
76「モンスターマシーン」 - Monsutaamashiin27 giugno 1964
77「ケープタウンの子守歌」 - Keeputaun no komoriuta4 luglio 1964
78「50万年後の世界」 - 50 man nen no chino sekai11 luglio 1964
79「ドクター脳」 - Dokutaa nō18 luglio 1964
80「ヒューマノイドピル」 - Hyūmanoidopiru25 luglio 1964
81「夢みる機械」 - Yumemiru kikai1º agosto 1964
82「ロボット競技大会」 - Robotto kyōgitaikai15 agosto 1964
83「怪鳥ガルダ」 - Kaichō garuda22 agosto 1964
84「イルカ文明」 - Iruka bunmei29 agosto 1964
85「狂ったベルトウェイ」 - Kurutta berutōei5 settembre 1964
86「時間銃」 - Jikan jū12 settembre 1964
87「新かぐや姫」 - Shin kaguya hime19 settembre 1964
88「細菌部隊」 - Saikin butai26 settembre 1964
89「ゴメスの亡霊」 - Gomesu no bōrei3 ottobre 1964
90「ロボット砦」 - Robotto toride10 ottobre 1964
91「ガロン逆襲」 - Garon gyakushū24 ottobre 1964
92「ロボット三銃士」 - Robotto sanjūshi31 ottobre 1964
93「コバルト」 - Kobaruto7 novembre 1964
94「アルプスの天使」 - Arupusu no tenshi14 novembre 1964
95「魔のパンチカード」 - Ma no panchikaado21 novembre 1964
96「ロボットヒューチャー」 - Robottohyūchaa28 novembre 1964
97「宇宙の対決」 - Uchū no taiketsu5 dicembre 1964
98「ゼオの遺産」 - Zeo no isan12 dicembre 1964
99「小さなコロンブス」 - Chiisana koronbusu19 dicembre 1964
100「ロボットハウス」 - Robottohausu26 dicembre 1964
101「地図にない世界」 - Chizu ni nai sekai2 gennaio 1965
102「魔境の女王」 - Makyō no joō9 gennaio 1965
103「宇宙への階段」 - Uchū e no kaidan16 gennaio 1965
104「悪魔の風船」 - Akuma no fūsen23 gennaio 1965
105「アトム将軍」 - Atomu shōgun30 gennaio 1965
106「宇宙から来た少年」 - Uchū kara kita shōnen6 febbraio 1965
107「地球解放」 - Chikyū kaihō13 febbraio 1965
108「サターンマン」 - Sataanman20 febbraio 1965
109「不死鳥」 - Fushichō27 febbraio 1965
110「水星探検」 - Suisei tanken6 marzo 1965
111「ロボットポリマー」 - Robottoporimaa13 marzo 1965
112「サムソンの髪の毛」 - Samuson no kami no ke27 marzo 1965
113「笑わぬバック国」 - Warawanu bakku kuni3 aprile 1965
114「メトロモンスター」 - Metoromonsutaa10 aprile 1965
115「逃げだした大金庫」 - Nigedashita taikin ko17 aprile 1965
116「史上最大のロボット(前)」 - Shijōsaidai no robotto (mae)24 aprile 1965
117「史上最大のロボット(後)」 - Shijōsaidai no robotto (nochi)1º maggio 1965
118「ロボットラグビー」 - Robottoragubii8 maggio 1965
119「空とぶレンズ」 - Sora tobu renzu15 maggio 1965
120「タイムハンター」 - Taimuhantaa22 maggio 1965
121「ガニメート号」 - Ganimeeto gō29 maggio 1965
122「モンスターマントラー」 - Kaijū mantoraa5 giugno 1965
123「ドッグ隊長」 - Doggu taichō19 giugno 1965
124「おきみやげ」 - Okimiyage3 luglio 1965
125「細菌をさがせ」 - Saikin wo sagase10 luglio 1965
126「ロボイド」 - Roboido17 luglio 1965
127「実験ロボット」 - Jikken robotto24 luglio 1965
128「インカ帝国の宝」 - Inka teikoku no takara31 luglio 1965
129「アトム対アトム」 - Atomu tai atomu14 agosto 1965
130「火星の嵐」 - Kasei no arashi21 agosto 1965
131「ムーンチャンピオン」 - Mūnchanpion28 agosto 1965
132「ルイ王子」 - Rui ōji4 settembre 1965
133「10年目の復讐」 - 10 nen me no fukushū11 settembre 1965
134「脱出作戦」 - Dasshutsu sakusen18 settembre 1965
135「ロボット犬バッキー」 - Robotto inu bakkii25 settembre 1965
136「ジャガー警部」 - Jagaa keibu2 ottobre 1965
137「小さいクーリー」 - Chīsai kūrii9 ottobre 1965
138「長い1日」 - Nagai 1 hi16 ottobre 1965
139「盗まれたアトム」 - Nusumareta atomu23 ottobre 1965
140「王様とアトム」 - Ōsama to atomu30 settembre 1965
141「機関車行進曲」 - Kikansha kōshinkyoku6 novembre 1965
142「ミーニャの星」 - Miinya no hoshi13 novembre 1965
143「バードストリート物語」 - Baadosutoriito monogatari20 novembre 1965
144「失われた友情」 - Ushinawareta yūjō27 novembre 1965
145「アトム深海を行く」 - Atomu shinkai wo iku4 dicembre 1965
146「未来からの報告」 - Mirai kara no hōkoku11 dicembre 1965
147「空中スクリーン」 - Kūchū sukuriin18 dicembre 1965
148「ロビオとロビエット」 - Robio to robietto25 dicembre 1965
149「缶カプリッチョ」 - Kandume kyō sō kyoku1º gennaio 1966
150「マグネットちゃん」 - Magunetto-chan8 gennaio 1966
151「ひとりぼっちのアトム」 - Hitoribocchi no atomu15 gennaio 1966
152「ロボット爆弾」 - Robotto bakudan22 gennaio 1966
153「赤い木馬」 - Akai mokuba29 gennaio 1966
154「青い鳥物語」 - Aoi tori monogatari5 febbraio 1966
155「狂った国境線」 - Kurutta kokkyōsen12 febbraio 1966
156「ロボット市長」 - Robotto shichō19 febbraio 1966
157「ジプシーの星」 - Jipushii no hoshi26 febbraio 1966
158「おかしな道づれ」 - Okashina michizure5 marzo 1966
159「悪魔と天使」 - Akuma to tenshi19 marzo 1966
160「黄金のフルート」 - Ōgon no furūto26 marzo 1966
161「夢販売エイリアン」 - Yume wo uru uchūjin2 aprile 1966
162「キャンデー作戦」 - Kyandee sakusen9 aprile 1966
163「別世界への道」 - Bessekai e no michi16 aprile 1966
164「宇宙ぐも」 - Uchū gumo23 aprile 1966
165「赤ん坊騒動」 - Akanbō sōdō30 aprile 1966
166「ジュエルの魔像」 - Jueru no ma zō7 maggio 1966
167「風船がいっぱい」 - Fūsen ga ippai14 maggio 1966
168「おどりあがった島」 - Odori agatta shima21 maggio 1966
169「未来人の贈り物」 - Miraijin no okurimono28 maggio 1966
170「二人の王女」 - Futari no ōjo4 giugno 1966
171「永遠のクッチャー」 - Eien no kucchaa11 giugno 1966
172「ヘラルド兄弟」 - Herarudo kyōdai25 giugno 1966
173「ロボッティ」 - Robotti2 luglio 1966
174「海底大運河」 - Kaitei daiun kawa9 luglio 1966
175「ロボット大戦争(前)」 - Robotto daisensō (mae)23 luglio 1966
176「ロボット大戦争(後)」 - Robotto daisensō (nochi)30 luglio 1966
177「ばかでかいロボット」 - Bakadekai robotto6 agosto 1966
178「カイたんの夜間冒険」 - Chiitan yoru no bōken20 agosto 1966
179「青騎士(前)」 - Ao kishi (mae)27 agosto 1966
180「青騎士(後)」 - Ao kishi (nochi)3 settembre 1966
181「幽霊製造機」 - Yūrei seizōki (2 sakume)10 settembre 1966
182「狂ったコバルト」 - Kurutta kobaruto24 settembre 1966
183「宇宙から日本人」 - Uchū kara kita nihonjin1º ottobre 1966
184「タイム戦争」 - Taimu sensō8 ottobre 1966
185「アフリカの星」 - Afurika no hoshi22 ottobre 1966
186「おばけは夜来る」 - Obake wa yoru kuru29 ottobre 1966
187「べーリーの伝説」 - Beerii no densetsu5 novembre 1966
188「鞍馬の天狗」 - Kurama no tengu19 novembre 1966
189「撮影スタジオで混乱」 - Satsueijo sōdō26 novembre 1966
190「メソポタミアの奇蹟」 - Mesopotamia no kiseki3 dicembre 1966
191「さすらいのロッピ」 - Sasurai no roppi17 dicembre 1966
192「メドッサの館」 - Medossa no kan24 dicembre 1966
193「地球最大の冒険」 - Chikyū saidai no bōken31 dicembre 1966

Doppiaggio[modifica | modifica wikitesto]

Personaggio Doppiatore giapponese
Atom/Astro Boy/Astor Mari Shimizu

Kazue Tagami (ep. 97-106)

Dr. Ochanomizu Hisashi Katsuta
Uran Yoko Mizugaki (1^ voce)

Reiko Mutoh (2^ voce)

Kazuko Yoshikawa (3^ voce)

Atlas Akihiko Mitsueda
Higeoyaji Masaaki Yajima (1^ voce)

Ayao Wada (2^ voce)

Dr. Tenma Hisashi Yokomori
Skunk Iemasa Kayumi
Sultan Kei Tomiyama
Cobalt Kiyoshi Komiyama
Police Inspector Tawashi Shingo Kanemoto (1^ voce)

Koichi Chiba (2^ voce)

Pluto Shingo Kanemoto
Police Inspector Nakamura Shinpei Sakamoto
Ethanol Takuya Fujioka
Blue Knight Yoshio Kaneuchi
Narratore Isao Yatsu

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Griveton, Profile: Tezuka Osamu, su Anime Academy. URL consultato il 30 settembre 2007 (archiviato dall'url originale il 1º ottobre 2007).
  2. ^ Astroboy: An Anime Legend, in IGN. URL consultato il 9 ottobre 2010.
  3. ^ (EN) David Labert, Astroboy - Press Release for Astro Boy (anime 1963) - Ultra Collector's Edition Set 1 DVDs!, Tvshowsondvd.com, 1º luglio 2006. URL consultato il 18 giugno 2014 (archiviato dall'url originale il 25 aprile 2009).
  4. ^ David Lambert, Astroboy - Press Release for Astro Boy (1963) - Ultra Collector's Edition Set 1 DVDs!, in TVShowsOnDVD.com, 1º luglio 2006. URL consultato il 3 gennaio 2009 (archiviato dall'url originale il 25 aprile 2009).
  5. ^ Frederik L. Schodt, "Introduction." Astro Boy Volume 1 (Comic by Osamu Tezuka). Dark Horse Comics and Studio Proteus. p. 2-3 (The introduction section has 3 pages). ISBN 1-56971-676-5.
  6. ^ Tezuka, Osamu. Astro Boy Volume 1 (Comic by Osamu Tezuka). Dark Horse Comics and Studio Proteus. 34-35. ISBN 1-56971-676-5.
  7. ^ Frederik Schodt, The Astro Boy essays: Osamu Tezuka, Mighty Atom, and the manga/anime revolution, Stone Bridge Press, 2007, p. 185–196.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga