Se riscontri problemi nella visualizzazione dei caratteri, clicca qui

Mobile Suit Z Gundam

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Mobile Suit Z Gundam
機動戦士Zガンダム
(Kidō Senshi Zēta Gandamu)
ZGundam.jpg
Generemecha
Serie TV anime
AutoreYoshiyuki Tomino, Hajime Yatate
RegiaYoshiyuki Tomino (regia generale)
SceneggiaturaHiroshi Ohonogi, Yumiko Suzuki, Yoshiyuki Tomino, Akinori Endoh
Char. designYoshikazu Yasuhiko
Mecha designKunio Okawara, Mamoru Nagano, Kazumi Fujita
MusicheShigeaki Saegusa
StudioSunrise
ReteNagoya Broadcasting Network
1ª TV2 marzo 1985 – 22 febbraio 1986
Episodi50 (completa)
Durata ep.25 min
Rete it.Hiro (prima visione), Italia 2 (prima visione in chiaro ep. 1-14, dal 29 novembre 2011)
1ª TV it.2 febbraio – 10 aprile 2009
Episodi it.50 (completa)
Preceduto daGundam 0083: Stardust Memory
Seguito daGundam ZZ
Manga
Mobile Suit Z Gundam
AutoreKazuhisa Kondo
EditoreKodansha
RivistaComic Bom Bom
Targetkodomo
1ª edizionemarzo 1985 – febbraio 1986
Tankōbon3 (completa)
Editore it.Panini Comics - Planet Manga
1ª edizione it.8 maggio – 3 ottobre 2002
Periodicità it.mensile
Volumi it.6 (completa)
Manga
Mobile Suit Z Gundam Define
AutoreHiroyuki Kitazume
Mecha designKyoshi Takigawa
EditoreKadokawa Shoten
RivistaGundam Ace
Targetshōnen
1ª edizione25 giugno 2011 – in corso
Tankōbon11 (in corso)

Mobile Suit Z Gundam (機動戦士 Z ガンダム, Kidō Senshi Zēta Gandamu?) è una serie televisiva anime di 50 puntate, prodotta dalla Sunrise nel 1985; appartiene alla saga dell'Universal Century di Gundam.

Originariamente trasmessa dal 2 marzo 1985 al 22 febbraio 1986 sul canale Nagoya Broadcasting Network, vede la regia e la sceneggiatura di Yoshiyuki Tomino, il character design di Yoshikazu Yasuhiko, mentre il mecha design è frutto della collaborazione tra Kunio Okawara, Mamoru Nagano e Kazumi Fujita.

In Giappone fu un discreto successo di pubblico, ottenendo il 6,6% di share medio, il più alto tra gli anime dell'universo di Gundam.[1] Ne esiste anche l'adattamento manga, realizzato da Kazuhisa Kondo nel 1994.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Lo Z Gundam rappresentato su un francobollo delle poste giapponesi

Anno 0087 UC, sette anni dopo la fine della Guerra di un anno. All'indomani degli eventi narrati in Mobile Suit Gundam 0083: Stardust Memory (prequel realizzato successivamente), l'esercito della Federazione Terrestre crea un corpo speciale di élite denominato Titani per dare la caccia ed eliminare le sacche di resistenza di Zeon. La brutalità dei metodi terroristici adottati dai Titani per raggiungere i loro scopi fa nascere in risposta due gruppi di resistenza, l'AEUG (Anti-Earth Union Group - Gruppo anti Unione Terrestre) e la sua emanazione terrestre Karaba (guidata dall'ex membro della Base Bianca Hayato Kobayashi e del quale farà parte anche Amuro Ray), che affronteranno la Federazione in quella che viene chiamata la Guerra di Gryps. La serie inizia con Char Aznable, diventato membro dell'AEUG con l'alias "Quattro Bajeena", che attacca una base militare dei Titani nella colonia occupata di Green Noah a Side 7 per raccogliere informazioni sul nuovo prototipo di mobile suit federale, il tipo RX-178 Gundam Mark II. Kamille Bidan, un giovane ed impulsivo newtype che vive nella colonia, si ritrova coinvolto suo malgrado ed aiuta l'AEUG a trafugare il Mark II. Infine si unisce all'AEUG, prima come pilota del Mark II, quindi come pilota del nuovo Mobile Suit Z Gundam (creato dall'AEUG e basato su un'idea di Kamille). Lo scontro tra le parti vedrà in un secondo momento l'ingresso in campo di una terza forza, quella di Axis, l'asteroide su cui alla fine della Guerra di un anno si erano rifugiati i sostenitori degli Zabi e della restaurazione del Principato di Zeon, guidati dalla giovane Haman Karn, reggente della piccola Mineva Zabi.

Personaggi e doppiatori[modifica | modifica wikitesto]

L'adattamento ed i dialoghi italiani sono stati curati da Fabrizio Mazzotta, Davide Quatraro, Giorgio Locuratolo, Rosalba Castaldo e Simona Esposito sulla base dell'adattamento americano, mentre il doppiaggio è stato eseguito dalla E.T.S. European Television Service nel 2007, sotto la direzione di Fabrizio Mazzotta.[2]

Kamille Bidan raffigurato su un francobollo delle poste giapponesi.
Personaggio Doppiatore giapponese Doppiatore italiano
Kamille Bidan Nobuo Tobita Fabrizio De Flaviis
Char Aznable/Quattro Bajeena Shuichi Ikeda Fabio Boccanera
Bright Noah Hirotaka Suzuoki Vittorio Guerrieri
Mirai Yashima Fuyumi Shiraishi Emanuela D'Amico
Fa Yuiry Miyuki Matsuoka Letizia Scifoni
Emma Sheen Maya Okamoto Maura Cenciarelli
Reccoa Londe Masako Katsuki Alessandra Chiari
Kai Shiden Toshio Furukawa Stefano Crescentini
Hayato Kobayashi Kiyonobu Suzuki Gianluca Crisafi
Amuro Ray Tohru Furuya Davide Perino
Haman Karn Yoshiko Sakakibara Cinzia De Carolis
Paptimus Scirocco Bin Shimada Riccardo Niseem Onorato
Jerid Messa Kazuhiko Inoue Mauro Gravina
Bask Om Daisuke Gouri Diego Reggente
Jamitov Hyman Tomomichi Nishimura Sergio Tedesco
Four Murasame Saeko Shimazu Federica Bomba
Rosamia Badam Kayoko Fujii Emanuela Baroni
Haro You Inoue Monica Vulcano

Film[modifica | modifica wikitesto]

Per celebrare il 25º anniversario della prima serie, nonché il 20º anniversario di Z Gundam, è stata realizzata una trilogia cinematografica sottotitolata: A New Translation. Per l'occasione le sigle di apertura e chiusura sono state affidate a Gackt, mentre per il resto sono state utilizzate scene tratte dalla vecchia serie e nuove animazioni. Questi i titoli dei tre lungometraggi:

Mobile Suit Z Gundam I - Heirs to the Stars (機動戦士Zガンダム -星を継ぐ者, Kidō Senshi Z Gundam - Hoshi wo tsugu mono?)
Mobile Suit Z Gundam II - Lovers (機動戦士ZガンダムⅡ-恋人たち, Kidō Senshi Z Gundam II - Koibitotachi?)
Mobile Suit Z Gundam III - Love is the Pulse of the Stars (機動戦士ZガンダムⅢ-星の鼓動は愛, Kidō Senshi Z Gundam III - Hoshi no kodō wa ai?)

La trilogia cinematografica è stata distribuita anche negli Stati Uniti, mentre in Italia i 3 film sono stati pubblicati anch'essi dalla Dynit direttamente in DVD, con i titoli:

  • Mobile Suit Z Gundam I - A New Translation - Eredi delle stelle: Film della durata di circa 90 minuti che narra gli eventi più importanti dal primo episodio fino al 14: ovvero da Green Noah fino all'incontro fra Amuro e Char.
  • Mobile Suit Z Gundam II - A New Translation - Amanti: Film della durata di circa 90 minuti che narra gli eventi più importanti dall'episodio 15 fino al 32: ovvero dall'arrivo di Beltorchika fino alla prima apparizione di Haman Karn.
  • Mobile Suit Z Gundam III - A New Translation - L'amore fa palpitare le stelle: Film della durata di circa 90 minuti che narra gli eventi più importanti dall'episodio 33 in poi: ovvero dall'incontro fra Char e Mineva fino a un nuovo finale.

Edizione italiana[modifica | modifica wikitesto]

In Italia, nel 2002 la Planet Manga ne ha pubblicato il manga in 6 volumi, mentre i diritti della serie TV sono stati acquistati dalla Mediaset, che l'ha trasmessa sul canale digitale terrestre Hiro dal 2 febbraio 2009, in un'edizione curata da Ludovica Bonanome.[3] Il 1º dicembre 2010 Dynit ha invece pubblicato direttamente in DVD l'edizione italiana della trilogia cinematografica.[4]

Episodi[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito i titoli italiani dei 50 episodi.[5]

Titolo italiano
GiapponeseKanji」 - Rōmaji
In onda
GiapponeseItaliano
1Sette anni dopo
「黒いガンダム」 - Kuroi Gandamu
2 marzo 1985
2 febbraio 2009
2Fuga
「旅立ち」 - Tabidachi
9 marzo 1985
3 febbraio 2009
3Dentro la capsula
「カプセルの中」 - Kapuseru no naka
16 marzo 1985
4 febbraio 2009
4La decisione di Emma
「エマの脱走」 - Ema no dassō
23 marzo 1985
5 febbraio 2009
5Padre e figlio
「父と子と…」 - Chichi to ko to...
30 marzo 1985
6 febbraio 2009
6Sulla Terra
「地球圏へ」 - Chikyū ken he
6 aprile 1985
9 febbraio 2009
7Fuga da Side 1
「サイド1の脱出」 - Side 1 no dasshutsu
13 aprile 1985
10 febbraio 2009
8Il lato oscuro della Luna
「月の裏側」 - Gatsu no uragawa
20 aprile 1985
11 febbraio 2009
9Un nuovo legame
「新しい絆」 - Atarashi i kizuna
27 aprile 1985
12 febbraio 2009
10Riunione
「再会」 - Saikai
4 maggio 1985
13 febbraio 2009
11Entrando nell'atmosfera
「大気圏突入」 - Taikiken totsunyū
11 maggio 1985
16 febbraio 2009
12I venti di Jaburo
「ジャブローの風」 - Jaburo no kaze
25 maggio 1985
17 febbraio 2009
13Il lancio dello shuttle
「シャトル発進」 - Shuttle hasshin
1º giugno 1985
18 febbraio 2009
14Amuro vola ancora
「アムロ再び」 - Amuro futatabi
8 giugno 1985
19 febbraio 2009
15La fuga di Kats
「カツの出撃」 - Katsu no shutsugeki
15 giugno 1985
20 febbraio 2009
16Attraverso la nebbia delle tenebre
「白い闇を抜けて」 - Shiroi yami wo nuke te
22 giugno 1985
23 febbraio 2009
17La città di Hong Kong
「ホンコン・シティ」 - Hong Kong City
29 giugno 1985
24 febbraio 2009
18La cattura di Mirai
「とらわれたミライ」 - Torawareta Mirai
6 luglio 1985
25 febbraio 2009
19Cenerentola Four
「シンデレラ・フォウ」 - Cinderella Four;
13 luglio 1985
26 febbraio 2009
20Tragica fuga
「灼熱の脱出」 - Shakunetsu no dasshutsu
20 luglio 1985
27 febbraio 2009
21Un segno di Zeta
「ゼータの鼓動」 - Zeta no kodō
27 luglio 1985
2 marzo 2009
22Gli occhi di Scirocco
「シロッコの眼」 - Shirokko no me
3 agosto 1985
3 marzo 2009
23Attacco alla Luna
「ムーン・アタック」 - Moon Attack
10 agosto 1985
4 marzo 2009
24Contrattacco
「反撃」 - Hangeki
17 agosto 1985
5 marzo 2009
25La caduta della colonia
「コロニーが落ちる日[24]」 - Colony ga ochiru nichi [24]
24 agosto 1985
6 marzo 2009
26Il fantasma di Zeon
「ジオンの亡霊」 - Jion no bōrei
31 agosto 1985
9 marzo 2009
27Appuntamento con Char
「シャアの帰還」 - Shaa no kikan
7 settembre 1985
10 marzo 2009
28L'infiltrazione della Jupitoris
「ジュピトリス潜入」 - Jupitorisu sennyū
14 settembre 1985
11 marzo 2009
29Side 2 in pericolo
「サイド2の危機」 - Side 2 no kiki
21 settembre 1985
12 marzo 2009
30L'attacco disperato di Jerid
「ジェリド特攻」 - Jierido tokkō
28 settembre 1985
13 marzo 2009
31Una bomba sulla Luna
「ハーフムーン・ラブ」 - Halfmoon Love
5 ottobre 1985
16 marzo 2009
32Mobile suit non identificati
「謎のモビルスーツ」 - Nazo no mobile suit
12 ottobre 1985
17 marzo 2009
33Il messaggero da Axis
「アクシズからの使者」 - Axis karano shisha
19 ottobre 1985
18 marzo 2009
34Il richiamo delle tenebre
「宇宙が呼ぶ声」 - Uchū ga yobu koe
26 ottobre 1985
19 marzo 2009
35Tempesta sul Kilimanjaro
「キリマンジャロの嵐」 - Kilimanjaro no arashi
2 novembre 1985
20 marzo 2009
36Amore eterno
「永遠のフォウ」 - Eien no fō
9 novembre 1985
23 marzo 2009
37Il giorno di Dakar
「ダカールの日」 - Dakar no nichi
16 novembre 1985
24 marzo 2009
38L'ombra di Reccoa
「レコアの気配」 - Rekoa no kehai
23 novembre 1985
25 marzo 2009
39Vicino al lago
「湖畔」 - Kohan
30 novembre 1985
26 marzo 2009
40Il dilemma di Reccoa
「グリプス始動」 - Gryps shidō
7 dicembre 1985
27 marzo 2009
41Risveglio
「目覚め」 - Mezame
14 dicembre 1985
30 marzo 2009
42Addio, Rosamia!
「さよならロザミィ」 - Sayonara Rozamii
21 dicembre 1985
31 marzo 2009
43La vittoria di Haman
「ハマーンの嘲笑」 - Haman no chōshō
28 dicembre 1985
1º aprile 2009
44La Porta di Zedan
「ゼダンの門」 - Zedan no mon
11 gennaio 1986
2 aprile 2009
45In arrivo dai cieli
「天から来るもの」 - Ten kara kuru mono
18 gennaio 1986
3 aprile 2009
46L'ascesa di Scirocco
「シロッコ立つ」 - Shirokko tatsu
25 gennaio 1986
6 aprile 2009
47Una discesa nel vortice
「宇宙の渦」 - Uchū no uzu
1º febbraio 1986
7 aprile 2009
48Lo specchio di Rosamia
「ロザミアの中で」 - Rozamia no naka de
8 febbraio 1986
8 aprile 2009
49Vittime di guerra
「生命散って」 - Seimei chitte
15 febbraio 1986
9 aprile 2009
50Solcando i cieli
「宇宙を駆ける」 - Uchū wo kake ru
22 febbraio 1986
10 aprile 2009

Altre edizioni[modifica | modifica wikitesto]

Oltre che in Giappone ed in Italia, la serie è uscita ufficialmente solo negli USA, il 14 dicembre 2004, anche se direttamente in DVD e senza essere trasmessa in televisione.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ (EN) Scheda sull'anime Mobile Suit Z Gundam, Anime News Network.
  2. ^ Mobile Suit Z Gundam, Il mondo dei doppiatori. URL consultato il 7-1-2009.
  3. ^ Cartoon News Anteprima: le novità del 2009 di Hiro!, AntonioGenna.net Blog. URL consultato il 7-1-2009.
  4. ^ Scheda prodotto, Dynit.
  5. ^ Z Gundam, i titoli italiani della serie prossimamente su Hiro, AnimeClick. URL consultato il 7-1-2009.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Anime e manga Portale Anime e manga: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di anime e manga