Anton Grot

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Statuetta dell'Oscar Oscar alla tecnica 1941

Anton Grot, nome americanizzato di Antocz Franziszek Groszewski (Kielbasin, 18 gennaio 1884Stanton, 21 marzo 1974), è stato uno scenografo polacco naturalizzato statunitense.

Fu candidato cinque volte agli Oscar, ottenendo nel 1941 l'Oscar alla tecnica (Technical Achievement Award).

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nato nel 1884 in quella che oggigiorno è la Cuiavia-Pomerania, emigrò negli Stati Uniti dove lavorò come scenografo, architetto e arredatore con alcuni dei più noti registi della sua epoca. Tra questi, Cecil B. DeMille, Alexander Korda, Mervyn LeRoy, William A. Wellman, Michael Curtiz, William Dieterle.

Premi e riconoscimenti[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1941, ottenne l'Oscar alla tecnica dopo cinque candidature. Fu candidato per Svengali di Archie Mayo, Avorio nero (Anthony Adverse) di Mervyn LeRoy, Emilio Zola di William Dieterle e Il conte di Essex (The Private Lives of Elizabeth and Essex) di Michael Curtiz.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Note[modifica | modifica wikitesto]


Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN31000758 · LCCN: (ENn85378930 · GND: (DE1061479579 · ULAN: (EN500248773