Amanti imperiali

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Amanti imperiali
Titolo originaleKronprinz Rudolfs letzte Liebe
Lingua originaletedesco
Paese di produzioneAustria
Anno1956
Durata99 min
Rapporto1,37 : 1
Generedrammatico, storico, biografico
RegiaRudolf Jugert
SceneggiaturaErna Fentsch
Produttore esecutivoHerbert Gruber
Casa di produzioneLux-Film e Sascha-Filmproduktion
FotografiaGünther Anders
MontaggioHerma Sandtner
MusicheWilly Schmidt-Gentner
CostumiCharlotte Flemming
Interpreti e personaggi

Amanti imperiali (Kronprinz Rudolfs letzte Liebe) è un film del 1956 diretto da Rudolf Jugert.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Magnifici e solenni, nella Vienna del 1889 si svolgono gli imponenti funerali del principe ereditario Rodolfo.

La storia torna indietro: rigida e fredda, Rodolfo soffre l'atmosfera della corte imperiale. Il principe ereditario cerca di sfuggire a quell'ambiente, allontanandosi anche dalla moglie Stefania. Sua cugina, la contessa Larisch, gli presenta la giovane e ingenua Maria Vetsera, figlia della baronessa Helene, una sua amica. La ragazza incanta il principe che se ne innamora. Vorrebbe sposarla ma, per farlo, deve sciogliere il vincolo che lo lega a Stefania. La sua richiesta di annullamento del matrimonio, presentata al papa, cade nel vuoto.

La depressione induce Rodolfo a una soluzione disperata: accompagnato dal fedele Bratfisch e dalla giovane amante, si reca nella residenza di Mayerling, deciso a porre fine alla propria vita. Maria gli è accanto. Bratfisch, dopo aver suonato un'ultima volta la cetra per il principe, si ritira e i due amanti restano soli, davanti alla morte.

Produzione[modifica | modifica wikitesto]

Il film fu prodotto dalla Lux-Film e Sascha-Filmproduktion.

Cast[modifica | modifica wikitesto]

Distribuzione[modifica | modifica wikitesto]

Distribuito dalla Sascha Filmverleih, uscì nelle sale cinematografiche austriache con il titolo originale Kronprinz Rudolfs letzte Liebe. Nella Germania Ovest, venne proiettato per la prima volta il 28 febbraio 1956[1].

Note[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Cinema Portale Cinema: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di cinema