Alice Superiore

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
Alice Superiore
ex comune
Alice Superiore – Stemma
Alice Superiore – Veduta
Il lago di Alice in inverno
Localizzazione
StatoItalia Italia
RegioneRegione-Piemonte-Stemma.svg Piemonte
Città metropolitanaCittà metropolitana di Torino - Stemma.png Torino
Amministrazione
SindacoRemo Minellono (lista civica) dal 25-5-2014
Data di soppressione31-12-2018
Territorio
Coordinate45°28′N 7°47′E / 45.466667°N 7.783333°E45.466667; 7.783333 (Alice Superiore)Coordinate: 45°28′N 7°47′E / 45.466667°N 7.783333°E45.466667; 7.783333 (Alice Superiore)
Altitudine610 m s.l.m.
Superficie7,38 km²
Abitanti711[1] (31-10-2018)
Densità96,34 ab./km²
FrazioniGauna
Comuni confinantiFiorano Canavese, Issiglio, Lessolo, Lugnacco, Meugliano, Pecco, Rueglio, Trausella, Vico Canavese, Vistrorio
Altre informazioni
Cod. postale10010
Prefisso0125
Fuso orarioUTC+1
Codice ISTAT001005
Cod. catastaleA199
TargaTO
Cl. sismicazona 4 (sismicità molto bassa)
Cl. climaticazona F, 3 146 GG[2]
Nome abitantialicesi
Patronosan Martino
Giorno festivo11 novembre
Cartografia
Mappa di localizzazione: Italia
Alice Superiore
Alice Superiore
Alice Superiore – Mappa
Localizzazione del comune di Alice Superiore nella città metropolitana di Torino.
Sito istituzionale

Alice Superiore (Àlice, /'aliʧe supeˈrjore/[3]; Àles in piemontese) è stato un comune italiano di 711 abitanti della città metropolitana di Torino, in Piemonte. Dal 1º gennaio 2019 si è fuso con i comuni di Pecco e Lugnacco per dare vita al nuovo comune di Val di Chy.[4]

Geografia fisica[modifica | modifica wikitesto]

Si trova in Val Chiusella. Noto per il suggestivo lago a valle del borgo, è posto su di un rilievo morenico a 15 km da Ivrea. Il centro abitato sorge sulla riva sinistra del torrente Chiusella, da cui prende il nome la valle, ed è posto sopra una collina a 2 km dal lago di Alice di origini moreniche.

Nel 2009 i "Laghi di Meugliano e Alice" sono stati riconosciuti sito di interesse comunitario (codice: IT1110034).

Toponimo[modifica | modifica wikitesto]

Il toponimo non è certo: si credeva che nei termini, riportati negli antichi dizionari, Al e Ich, il cui significato è Alto e Acqua. Lo studioso Du Cange si rifaceva al termine Halex, poi Alex, che attraverso una forzatura significa Acquarii officia. Tutte le etimologie si richiamano ovviamente all'abbondanza di acque presenti nella zona.

Storia[modifica | modifica wikitesto]

Nel Medioevo, verso la fine del millennio, Alice apparteneva al vescovo di Vercelli, che ne aveva la giurisdizione in virtù di donazioni imperiali; successivamente subentrò il dominio dei vescovi di Ivrea i quali, nel 1041, la donarono all'Abbazia eporediese di Santo Stefano. Nel 1385 gli alicesi parteciparono alla rivolta antifeudale del tuchinaggio che insanguinò le terre del Canavese.

Nel nucleo del borgo si possono ancora osservare le caratteristiche architettoniche medioevali: in particolare le mura di case composte da ciottoli disposti a spina di pesce, tipiche porte a "bandiera", con un battente fino a terra, di solito chiuso, e l'altro più breve, utilizzato come sportello per la bottega.

Il 27 maggio 2018, gli abitanti di Alice Superiore, Pecco e Lugnacco son stati chiamati alle urne per votare la fusione dei tre comuni nel nuovo comune di Val di Chy, comune istituito il 1º gennaio successivo. I "Sì" hanno prevalso con oltre il 67% dei voti.

Monumenti e luoghi d'interesse[modifica | modifica wikitesto]

Durante lo sbancamento delle torbiere, largamente sfruttate, vennero rinvenuti oggetti preistorici risalenti a più di 3.000 anni fa.
In frazione Gauna si può visitare la chiesetta dedicata a San Rocco le cui celebrazioni (16 agosto) sono occasione di festeggiamenti ed iniziative culturali organizzate dall'amministrazione e dal "Club del Lilla'" che qui ha sede e raccoglie i migliori giovani della splendida frazione.
Pregevole dal punto di vista artistico è da ricordare la Parrocchiale di San Martino, i cui registri risalgono al 1376: nel corso dei secoli subì alcune modifiche. Dominante rispetto al borgo, possiede due facciate: una, detta solitamente "dei vivi", l'altra, rivolta a sera detta "dei morti". Nella parrocchiale si possono ammirare affreschi dei fratelli Stornone, mentre l'ancona del coro è del Vacca. È a tre navate, come la Chiesa dei Santi San Sebastiano e Rocco, edificata nel 1420 come cappella ed ampliata nelle attuali forme alla fine del Seicento.

Società[modifica | modifica wikitesto]

Evoluzione demografica[modifica | modifica wikitesto]

Abitanti censiti[5]


Amministrazione[modifica | modifica wikitesto]

L'ex-municipio
Periodo Primo cittadino Partito Carica Note
2004 2009 Remo Minellono lista civica sindaco
2009 2014 Paola Faletto lista civica sindaco
2014 2018 Remo Minellono lista civica sindaco

Altre informazioni amministrative[modifica | modifica wikitesto]

Il comune faceva parte della Comunità montana Val Chiusella, Valle Sacra e Dora Baltea Canavesana.

Note[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Piemonte Portale Piemonte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Piemonte