11 donne a Parigi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Jump to navigation Jump to search
11 donne a Parigi
11 donne a Parigi.jpeg
Titolo originaleSous les jupes des filles
Lingua originalefrancese
Paese di produzioneFrancia
Anno2014
Durata116 min
Rapporto2.35:1
Generecommedia, drammatico
RegiaAudrey Dana
SceneggiaturaAudrey Dana, Raphaëlle Desplechin, Murielle Magellan
ProduttoreOlivier Delbosc, Marc Missonnier
Casa di produzioneFidélité Films, Wild Bunch, M6 Films
Distribuzione (Italia)Microcinema
FotografiaGiovanni Fiore Coltellacci
MontaggioIsmael Gomez III, Julien Leloup
MusicheImany
Interpreti e personaggi
Doppiatori italiani

11 donne a Parigi (Sous les jupes des filles) è un film francese del 2014 diretto da Audrey Dana (il suo primo film da regista). Il film tratta la storia di 11 donne e il loro intrecciarsi.

Trama[modifica | modifica wikitesto]

Rose è un'influente imprenditrice che ha sacrificato tutto per la sua vita professionale. Non avendo amici, né marito né figli, lei cerca di cambiare il corso delle cose il giorno in cui impara di avere un testosterone anormalmente alto per una donna. La sua giovane assistente, Adeline, deve districarsi dalla sua vita professionale e vive un dramma personale, sua madre ha ucciso suo padre ed è finita in tribunale. L'avvocato in questo caso è Agathe, una donna bella e brillante con una spiacevole sensibilità intestinale, che risulta particolarmente fastidiosa quando è attratta da un uomo. È la migliore amica di Jo, single, che tende ad essere ninfomane durante metà del suo ciclo mestruale e gelida durante l'altra metà. Jo è anche l'amante di Jacques, il marito di Ines, miope come una talpa e incapace di capire che viene tradito. Lavora per Lili, una stilista che non accetta la possibilità di essere in menopausa, né il fatto che sua figlia adolescente possa essere abbastanza grande per fare sesso. Tra i suoi collaboratori c'è Pierre, il marito di Ysis, una giovane madre di quattro figli che è impantanata nella sua routine familiare al punto di dimenticare di prendersi cura di se stessa. Ysis cade un giorno sotto l'incantesimo di Marie, la sua babysitter lesbica, che le fa scoprire i piaceri tra le donne. Sam, sorella di Lili, scopre che lei ha il cancro al seno. Sophie, vicina di Jo, è un'altra dipendente di Lili. Sa che Inès è cornuta e lo fa felicemente conoscere agli altri dipendenti. Tuttavia, non ha mai sperimentato l'orgasmo e per ciò soffre. Anche Fanny soffre anche ma non è consapevole, la sua frustrazione si manifesta in molti tic sul suo viso; conduttore della linea di autobus 81 RATP, è stata con lo stesso uomo dall'età di 15 anni e sembra non avere né complicità né vita sessuale con lui. Uno shock violento rivela i suoi desideri e le sue fantasie.[1][2][3][4]

Per quasi un mese, queste undici donne attraversano o interagiscono, avvolte formando relazioni tra loro.

Soundtrack[modifica | modifica wikitesto]

  1. "The Seasons Lost Their Jazz" - Natalia Doco - 3:13
  2. "The Good the Bad & the Crazy" - Imany - 2:48
  3. "Try Again" (Theme) - Imany - 1:00
  4. "Don't Be So Shy" - Sherika Sherard - 3:17
  5. "Dropped Down" - Emilie Gassin - 3:10
  6. "The Seasons Lost Their Jazz" (Theme) - Imany - 1:42
  7. "Sitting on the Ground" - Axelle Rousseau - 3:16
  8. "Try Again" - Imany, Emilie Gassin, Natalia Doco, Axelle Rousseau & Sherika Sherard - 3:19
  9. "Don't Be so Shy" - Imany - 3:02
  10. "The Good the Bad & the Crazy" (Jazz Theme) - Imany - 2:02
  11. "The Seasons Lost Their Jazz" (Choral Version) - Imany, Natalia Doco, Axelle Rousseau & Sherika Sherard - 3:13
  12. "The Good the Bad & the Crazy" (Movie Version) - Imany - 3:52

Box-office[modifica | modifica wikitesto]

A fronte di un budget di 7 millioni di dollari il film ha incassato 21,8 millioni di dollari americani.

Critica[modifica | modifica wikitesto]

Il film ha ricevuto delle critiche basse assestandosi in una media tra il 4,6/10 e i 5,7/10 (secondo gli aggretatori FilmAffinity[5], IMDb[6], KinoPoisk[7], Allociné[8] e Filmweb[9]).

Premi[modifica | modifica wikitesto]

  • Prix Henri-Langlois 2015: Revelation Trophy per Audrey Dana[10]
  • Trofei cinematografici francesi 2015: trofeo der il regista esordiente[11]

Selezioni[modifica | modifica wikitesto]

  • Paris Cinema Festival 2014: sezione French Touch[12]
  • Festival del cinema francese Helvetia 2014: selezione ufficiale[13]
  • Hamburg Film Festival 2014: selezione per il premio pubblico[14]
  • Festival Varilux del cinema francese in Brasile 2015: selezione ufficiale[15]

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Frédéric Foubert, « Sous les Jupes des Filles », sur premiere.fr (consulté le 6 mars 2016).
  2. ^ Guillemette Odicino, « Sous les jupes des filles », sur telerama.fr (consulté le 6 mars 2016).
  3. ^ Jacky Bornet, « "Sous les jupes des filles" : la comédie girly événement », sur culturebox.francetvinfo.fr, .
  4. ^ Nicolas Schaller, « "Sous les jupes des filles" : un navet sans nom », sur nouvelobs.com, .
  5. ^ Pour consulter la situation actuelle : (PL) Spódnice w górę!, su filmweb.pl. URL consultato il 23 aprile 2016.
  6. ^ Pour consulter la situation actuelle : Sous les jupes des filles - Critiques Spectateurs, su AlloCiné.fr. URL consultato il 23 aprile 2016.
  7. ^ Pour consulter la situation actuelle : (RU) Все оценки - Красотки в Париже, su kinopoisk.ru. URL consultato il 23 aprile 2016.
  8. ^ Pour consulter la situation actuelle : (EN) User ratings for Sous les jupes des filles (2014), su akas.imdb.com. URL consultato il 23 aprile 2016 (archiviato dall'url originale il 24 giugno 2016).
  9. ^ Pour consulter la situation actuelle : (ES) French Women, su FilmAffinity.com. URL consultato il 23 aprile 2016.
  10. ^ Prix et nominations : Rencontres Internationales du Cinéma de Patrimoine - Prix Henri Langlois 2015, su Allociné. URL consultato il 4 marzo 2016..
  11. ^ Trophées du Film français 2015 : Qu'est-ce qu'on a fait au bon dieu triomphe, su commeaucinema.com. URL consultato il 13 febbraio 2015..
  12. ^ Christophe Brangé, Paris Cinéma 2014 - Programme, su abusdecine.com. URL consultato il 6 luglio 2014..
  13. ^ Programme FFFH 2014 (PDF), su fffh.ch. URL consultato il 5 aprile 2016..
  14. ^ Sous les jupes des filles (2014) - Awards, su imdb.com. URL consultato il 4 marzo 2016..
  15. ^ Festival Varilux de Cinéma Français au Brésil Edition 2015, su unifrance.org. URL consultato il 5 aprile 2016..

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]