Marina Hands

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marina Hands al Festival di Cannes 2008

Marina Hands (Parigi, 10 gennaio 1975) è un'attrice francese.

Cenni biografici[modifica | modifica wikitesto]

Figlia del regista britannico Terry Hands e dell'attrice francese Ludmila Mikaël, studiò recitazione alla scuola privata Cours Florent e al Conservatoire national supérieur d'art dramatique in Francia, alla London Academy of Music and Dramatic Art in Inghilterra. Dopo alcuni ruoli in teatro, si dedicò al cinema: i personaggi più significativi della sua carriera sono stati Lysia Verhareine in Les âmes grises di Yves Angelo, per il quale venne candidata al Premi César 2006 nella categoria migliore promessa femminile, e Constance in Lady Chatterley, con cui si aggiudicò nell'edizione 2007 il Premio César come migliore attrice.

Nel 2006 è divenuta membro nella Comédie-Française.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Cinema[modifica | modifica wikitesto]

Televisione[modifica | modifica wikitesto]

  • Un pique-nique chez Osiris - film TV (2001)
  • Phèdre - film TV (2003)
  • Partage de midi - film TV(2011)
  • Pour Djamila - film TV (2011)

Cortometraggi[modifica | modifica wikitesto]

  • Sans regrets, regia di Guillaume Canet (1996)
  • Á la fenêtre, regiadi Marianne østengen (2003)
  • Mon homme, regia di Edward Burns (2004)

Doppiatrici italiane[modifica | modifica wikitesto]

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Marina Hands è stata doppiata da:

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Premio César per la migliore attrice Successore
Nathalie Baye
per Le petit lieutenant
2007
per Lady Chatterley
Marion Cotillard
per La vie en rose
Controllo di autorità VIAF: (EN59345888 · ISNI: (EN0000 0001 1765 659X · LCCN: (ENno2007091669 · GND: (DE140694757 · BNF: (FRcb14656570s (data)