Andrzej Żuławski

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Andrzej Żuławski, a sinistra, con l'ex presidente polacco Aleksander Kwaśniewski

Andrzej Żuławski (Leopoli, 22 novembre 1940) è un regista polacco.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Suo padre era il diplomatico e scrittore Mirosław Żuławski, fu a lungo addetto culturale presso l'Ambasciata di Parigi per poi essere nominato ambasciatore presso l'UNESCO.

Żuławski ha quindi trascorso la sua giovinezza nella capitale francese dove ha anche frequentato la scuola. Decide di seguire contemporaneamente i corsi universitari alla Sorbona e presso l'Università di Varsavia.

In questo stesso periodo inizia la carriera come assistente del regista Andrzej Wajda. La sua prima opera è un medio metraggio televisivo "Pieśń triumfującej miłości" (il canto dell'amore trionfante) grazie al quale ottenne il Diploma d'Onore dalla Los Angeles Academy of Television Arts and Sciences nel 1968.

Il suo primo lungometraggio "Trzecia część nocy" viene distribuito nel 1971 e ottiene molto successo in diversi festival internazionali.

A seguito della censura imposta al suo film Diabel (1972) in Polonia (ritirata solo 16 anni più tardi) si è stabilito in Francia dove ha girato L'importante è amare (1975) con Romy Schneider.

Tornato poi in Polonia ha lavorato per due anni al film Na srebnym globie (Il globo d'argento), basato su un libro scritto dallo zio Jerzy Żuławski, che le autorità polacche non gli hanno permesso di completare; il film ha potuto uscire nelle sale solo nel 1987 in una versione quasi completa.

Zulawski si trasferirà quindi definitivamente in Francia ottenendo il successo commerciale con due film, Possession (1981) e soprattutto Amour braque - Amore balordo (L'Amour braque, 1985) dove lancerà la sua attrice musa, Sophie Marceau in ruoli corposi e maturi. L'attrice, di 26 anni più giovane, sarà sua compagna per ben 17 anni e gli darà un figlio Vincent. La fine del rapporto sarà l'argomento di ben due libri inediti in Italia: O niej e L’Infidélité.

La carriera di regista è proseguita con un altro fortunato Le mie notti sono più belle dei vostri giorni e un controverso adattamento dell'Opera lirica di Modest Musorgskij Boris Godunov nel film Boris Godunov (1989).


In Italia le sue opere hanno trovato raramente una distribuzione, ma nel 2003 è stato omaggiato con una retrospettiva completa dal Festival Alpe Adria di Trieste.

Filmografia[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: (EN101743698 · LCCN: (ENnr94012076 · ISNI: (EN0000 0000 7825 7106 · GND: (DE121414272 · BNF: (FRcb11929752m (data)