XIII (videogioco)

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
XIII
XIII.jpg
Sviluppo Ubisoft, Feral Interactive
Pubblicazione Ubisoft, Gameloft
Data di pubblicazione 25 novembre 2003
Genere Sparatutto in prima persona
Tema Fumetto
Modalità di gioco Singolo giocatore Multiplayer
Piattaforma Nintendo GameCube, PlayStation 2, Xbox, Mac OS X, Microsoft Windows, Telefono cellulare
Motore grafico Unreal Engine 2.0
Supporto CD-ROM, DVD-ROM

XIII è un videogioco di tipo sparatutto in prima persona sviluppato da Ubisoft, dotato di grafica in stile cartone animato grazie all'utilizzo della tecnica del cel-shading. Il gioco è basato sui primi cinque episodi del fumetto Franco-Belga XIII, ideato e sceneggiato da Jean Van Hamme nel 1976 e disegnato da William Vance.

È stato pubblicato nel 2003 per PlayStation 2, Xbox, Nintendo GameCube, Game Boy Advance, Microsoft Windows e Mac OS X.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Il gioco inizia con un uomo, Steve Rowland (il protagonista che si comanderà nel gioco) svenuto che, risvegliatosi nel bagnasciuga di una spiaggia, viene trovato da una bagnina; i due constatano che lui ha perso la memoria e la bagnina lo invita a riposarsi un po' in infermeria, dopo uno svenimento dato dalla spossatezza e da ricordi intensi ma offuscati (in questo videogioco i ricordi si vedono come se si stesse giocando nel flash-back).

Nel risveglio dallo svenimento, vede la bagnina che gli mostra una chiave, quella di una banca, ed il suo tatuaggio sul petto, un numero romano: XIII (da cui il videogame prende il nome). Appena la bagnina dà le spalle a XIII, viene ammazzata con una raffica di colpi dall'esterno del capanno e XIII, dopo aver eliminato i criminali sulla spiaggia, prende una macchina e si dirige verso la Winslow Bank, dove detiene appunto una cassetta. Da questo punto vari ricordi incominceranno a tormentarlo, ricordi fatti venire a galla da frasi sentite, da oggetti, luoghi già vissuti, eccetera. Gli obiettivi del gioco sono sostanzialmente due: scoprire chi è veramente il protagonista e scoprire chi sono i venti cospiratori che si celano dietro l'assassinio del presidente degli Stati Uniti William Sheridan. Infatti il gioco si apre con l'assassinio del presidente Sheridan durante un corteo (chiaramente riferito all'assassinio di John Kennedy) e l'FBI che fa delle ricerche confrontandosi con l'esecutivo del governo. Dopo lunghi combattimenti contro i suoi nemici, si scopre che il personaggio interpretato non è Steve Rowland ma un suo sosia (Jason Fly) e che il mandante dell'assassinio del presidente degli Stati Uniti, e quindi anche Numero I, è il fratello di Sheridan.

Doppiaggio[modifica | modifica sorgente]

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]