Worlds of Ultima: The Savage Empire

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Worlds of Ultima: The Savage Empire
Sviluppo Origin Systems
Pubblicazione Origin Systems
Serie Ultima
Data di pubblicazione 1990
Genere Videogioco di ruolo
Modalità di gioco Giocatore singolo
Periferiche di input Tastiera, mouse

Worlds of Ultima: The Savage Empire è un videogioco di ruolo della serie Ultima, sebbene considerato uno spin off dato che non è ambientato a Britannia. Sviluppato da Origin Systems utilizzando un motore grafico simile a quello di Ultima VI, è uscito nel 1990 per MS-DOS e Super Nintendo Entertainment System.

Trama[modifica | modifica sorgente]

Dopo gli eventi di Ultima VI l'Avatar viene trasportato, a causa di un esperimento fallito, a Eodon: un mondo simile alla terra della preistoria, popolata da dinosauri e da diverse tribù che provengono dalle diverse epoche storiche. Il mondo è sotto la minaccia di una razza di creature simili a insetti chiamata Myrmidex: l'Avatar dovrà cercare di alleare tutte le tribù contro il nemico comune, ma ognuna di essa avrà prima una richiesta da esaudire. Proseguendo nel gioco si scoprirà che Eodon è in realtà la Terra, modificata da una enorme pietra magica chiamata moonstone, e dovrà essere distrutta prima che diventi troppo instabile.

Collegamenti esterni[modifica | modifica sorgente]