Volto su Marte

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Marte
Mars.jpg
Questo box:  v. · d. · m.
Foto originale del "volto su Marte" scattata dalla sonda Viking

Il Volto su Marte (talvolta anche detto Faccia su Marte o Volto di Cydonia) è un'ampia area della superficie del pianeta Marte, situata nella regione di Cydonia. Misura approssimativamente 3 km in lunghezza e 1,5 km in larghezza e si trova 10° a nord dell'equatore marziano. Venne fotografata per la prima volta il 25 luglio 1976 dalla sonda spaziale Viking 1 che si trovava in orbita sul pianeta. Venne portata all'attenzione del pubblico dalla NASA, che la pubblicò sei giorni dopo.

La foto raffigura uno dei molti altopiani disseminati nella regione marziana di Cydonia. Le sembianze antropomorfe sono dovute ad una combinazione di angolo d'illuminazione (la foto venne scattata con il Sole basso sull'orizzonte marziano), bassa risoluzione della foto (che tende ad ammorbidire le irregolarità della superficie), e tendenza del cervello umano a riconoscere motivi familiari, specialmente volti (pareidolia). Infine, un'interruzione nella trasmissione dati inviati sulla Terra dalla Viking 1 creò una macchia nera esattamente in corrispondenza dell'ipotetica narice.

Questa interpretazione è supportata da successive prove fotografiche prodotte dalla sonda Mars Global Surveyor nel 1998 e nel 2001, e dalla sonda Mars Odyssey nel 2002. Fotografata sotto un'illuminazione completamente differente, e con una risoluzione molto più alta, la zona in questione ricorda molto meno una faccia.

Interpretazioni non scientifiche precedenti al 1998 individuavano nella fotografia un monumento artificiale che alcuni sostengono possa essere la prova che forme di vita extraterrestri intelligenti, abbiano abitato o visitato Marte in un certo momento nel lontano passato. Il principale sostenitore di questa teoria è Richard Hoagland. Nel suo libro del 1987: The Monuments of Mars: A City on the Edge of Forever, Hoagland interpreta altre caratteristiche circostanti della superficie marziana, come i presunti resti di una città in rovina e di piramidi. Il libro ha contribuito alla diffusione della leggenda sulla natura artificiale del volto. Altri sostenitori di questa teoria sono lo scrittore azero Zecharia Sitchin (che sostiene che vi sono riferimenti a questa formazione marziana nella letteratura sumerica) ed Ennio Piccaluga.

Anche alcune conformazioni del panorama terrestre possono essere interpretate come raffiguranti una faccia. Per esempio, questa immagine del Monte St. Helens, ripresa dalla ISS, sembra mostrare un ritratto capovolto di Richard Nixon.

La didascalia originale[modifica | modifica wikitesto]

Di seguito la didascalia originale della foto (in inglese) e la traduzione:[1]

« This picture is one of many taken in the northern latitudes of Mars by the Viking 1 Orbiter in search of a landing site for Viking 2.
The picture shows eroded mesa-like landforms. The huge rock formation in the center, which resembles a human head, is formed by shadows giving the illusion of eyes, nose and mouth. The feature is 1.5 kilometers (one mile) across, with the sun angle at approximately 20 degrees. The speckled appearance of the image is due to bit errors, emphasized by enlargement of the photo. The picture was taken on July 25 from a range of 1873 kilometers (1162 miles). Viking 2 will arrive in Mars orbit next Saturday (August 7) with a landing scheduled for early September. »
« Questa fotografia è una delle tante fatte nelle latitudini settentrionali di Marte dalla Viking 1 in ricerca di un punto d'atterraggio per Viking 2.
L'immagine mostra i terreni a forma di tavolati (mesa) erosi. L'immensa formazione rocciosa centrale, che rassomiglia a una testa umana, è formata da ombre che danno l'impressione di occhi, naso e bocca. Le fattezze sono larghe 1.5 chilometri (un miglio), con l'angolo solare a circa 20 gradi. L'aspetto punteggiato dell'immagine è dovuto a errori di trasmissione, enfatizzati dall'ingrandimento della foto. La fotografia fu scattata il 25 luglio ad una distanza di 1873 chilometri (1162 miglia). Viking 2 arriverà all'orbita di Marte il prossimo Sabato (7 agosto) con un atterraggio programmato per i primi di settembre. »

La conclusione[modifica | modifica wikitesto]

Immagine della "faccia" scattata dalla Mars Global Surveyor nel 1998

Il 21 settembre 2006, l'ESA, l'ente spaziale europeo, ha reso pubbliche nuove immagini ad altissima risoluzione della regione di Cydonia[2]. In esse un pixel copre una dimensione di soli 14 metri. Dalle immagini appare l'origine naturale della cosiddetta "faccia". Dalle immagini ad alta risoluzioni fornite dalla sonda Mars Express è stato possibile ricostruire una immagine 3D della conformazione.[3]

In conclusione, l'origine artificiale del volto di Cydonia, ripresa dal Viking appariva soltanto a causa di una pareidolistica interpretazione visiva di immagini spaziali a bassa risoluzione.

Il volto nella finzione[modifica | modifica wikitesto]

  • Nel film Mission to Mars gli astronauti che atterrano sul pianeta riescono ad entrare dentro la faccia (che dispone di un sofisticato sistema di sicurezza), scoprendo che si tratta di un rifugio contenente un'antica astronave.
  • Nell'episodio La pietra dello scandalo della terza stagione della serie Futurama di Matt Groening, i protagonisti fanno visita al pianeta, il quale è diventato un "ranch" di proprietari terrieri. Si scopre che il nascondiglio sotterraneo dei nativi marziani è proprio accessibile dalle narici della famosa faccia, che si rivelerà solo la punta dell'iceberg, infatti grazie ad una folata di vento verrà scoperto anche il resto del corpo.
  • "La faccia su Marte" è la protagonista anche di un episodio della serie tv X-Files (prima stagione) intitolato Sabotaggio alieno (Space). Nell'episodio la faccia sembra essersi impossessata di un ex astronauta rendendosi responsabile di diversi omicidi.

Note[modifica | modifica wikitesto]

  1. ^ Caption of JPL Viking Press Release P-17384
  2. ^ Immagine dal sito ESA
  3. ^ Discover magazine: Hoagland still wrong about “Face” on Mars.

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Formazioni geologiche marziane
Catenae · Cavi · Chaos · Chasmata · Colles · Crateri · Dorsa · Fluctūs · Fossae · Labēs · Labyrinthi · Lingulae · Mensae · Montes · Paludes · Paterae · Planitiae · Plana · Rupēs · Scopuli · Sulci · Terrae · Tholi · Undae · Valles · Vastitates
Voci correlate: Marte · Superficie di Marte · Esogeologia
Marte Portale Marte: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Marte