Vita Sackville-West

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Vita Sackville West

Victoria Mary Sackville-West, Lady Nicolson, CH (Sevenoaks, 9 marzo 1892Sissinghurst, 2 giugno 1962), è stata una poetessa e scrittrice inglese, meglio nota come Vita Sackville-West, famosa per la sua relazione tempestosa con Virginia Woolf, per i suoi scritti sul giardinaggio e per la realizzazione del Giardino del Castello di Sissinghurst nel Kent.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Scorcio del White Garden nel Giardino di Sissinghurst

Nacque nella Knole House, nel Kent, figlia di Lionel Edward Sackville-West, III barone Sackville e Victoria Sackville-West (quest'ultima era una cugina del marito, nata da una relazione extraconiugale del padre con una ballerina spagnola). Nel 1913 sposò Harold Nicolson, diplomatico, giornalista, membro del Parlamento e autore di biografie e racconti.

Il suo poema The Land vinse l'Hawthornden Prize nel 1927. Sia Vita che il marito ebbero varie e consecutive relazioni omosessuali extra matrimoniali. La relazione che ebbe gli effetti più profondi e duraturi nella storia personale di Vita fu quella con Violet Trefusis.

Appena i figli crebbero, Vita e Violet ebbero spesso occasione di realizzare piccole "fughe" (a partire dal 1918, in particolare in Francia, dove Vita usava vestirsi in abiti maschili in pubblico). Vita raccontò di questo periodo in un resoconto autobiografico che fu in seguito pubblicato dal figlio Nigel col titolo Portrait of a Marriage (il titolo fu deciso da Nigel, in quanto era sua intenzione distrarre l'attenzione dal fatto che si trattava del ritratto di una relazione extraconiugale). Il racconto Challenge, da lei pubblicato, fornisce un'ulteriore testimonianza della relazione: Vita e Violet avevano cominciato a scrivere il testo come opera a quattro mani. Un'altra storia, meno coinvolgente, l'ebbe con Virginia Woolf alla fine degli anni venti. Anche di questa relazione rimangono echi in un libro scritto dalla Woolf, Orlando.

La frequenza di tali relazioni (diverse altre si potrebbero menzionare) non impedì comunque una stretta relazione con il marito, come si può verificare da uno scambio di lettere quotidiano (il carteggio fu pubblicato anch'esso dal figlio Nigel), e da un'intervista che la coppia rilasciò alla BBC radio poco dopo la fine della seconda guerra mondiale.

La passione per i giardini[modifica | modifica wikitesto]

La passione di Vita Sackville-West per le piante e l'architettura dei giardini la rese molto più famosa delle sue opere letterarie. Nel 1946 divenne collaboratrice per il giornale Observer per cui curò una rubrica di giardinaggio che, oltre a renderla famosa al suo tempo, ha influenzato la pratica dell'arte inglese nella cura dei giardini in maniera profonda. Dopo aver sviluppato e messo in pratica le sue idee nel giardino della prima casa con cui visse assieme al marito (suo collaboratore nella progettazione e nella cura), Long Barn, assieme crearono da zero il Giardino del Castello di Sissinghurst. Il Castello di Sissinghurst è oggi proprietà del National Trust. È il giardino più visitato d'Inghilterra, con circa 200.000 visitatori all'anno nonostante la chiusura invernale.

Opere[modifica | modifica wikitesto]

Poesia[modifica | modifica wikitesto]

  • Chatterton (1909)
  • A Dancing Elf (1912)
  • Constantinople: Eight Poems (1915)
  • Poems of West and East (1917)
  • Orchard and Vineyard (1921)
  • The Land (1927)
  • King's Daughter (1929)
  • Sissinghurst (1931)
  • Invitation to Cast out Care (1931)
  • Solitude (1938)
  • The Garden (1946)

Narrativa[modifica | modifica wikitesto]

Biografie e altre opere[modifica | modifica wikitesto]

Arte del giardino[modifica | modifica wikitesto]

  • Some Flowers
  • Country Notes
  • Country Notes in Wartime
  • In Your Garden
  • In Your Garden Again
  • More for your Garden
  • Even more for your Garden
  • A Joy of Gardening
  • V. Sackville-West's Garden Book
  • Midcote Manor Garden
  • Un giardino per tutte le stagioni (The Illustrated Garden Book)
  • "Il libro illustrato del giardino", Elliot Edizioni, 2013

Approfondimenti biografici[modifica | modifica wikitesto]

  • Victoria Glendinning, Vita: The Life of V. Sackville-West (1983)
  • Robert Cross and Ann Ravenscroft-Hulme, Vita Sackville-West: A Bibliography (Oak Knoll Press, 1999) ISBN 1-58456-004-5
  • David Cannadine, "Portrait of More Than a Marriage: Harold Nicholson and Vita Sackville-West Revisited. From Aspects of Aristocracy", pp. 210-42, (Yale University Press, 1994) ISBN 0-300-05981-7

Voci correlate[modifica | modifica wikitesto]

Altri progetti[modifica | modifica wikitesto]

Controllo di autorità VIAF: 22148366 LCCN: n80003934