Vincenzo Maria Strambi

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
San Vincenzo Maria Strambi
Strambi.jpg

Vescovo

Nascita 1º gennaio 1745
Morte 1º gennaio 1824
Venerato da Chiesa cattolica
Beatificazione 26 aprile 1925
Canonizzazione 11 giugno 1950
Ricorrenza 1º gennaio

Vincenzo Maria Strambi (Civitavecchia, 1º gennaio 1745Roma, 1º gennaio 1824) fu un religioso della Congregazione della Passione di Gesù Cristo vissuto fra il XVIII ed il XIX secolo; divenuto vescovo, resse le diocesi di Macerata e Tolentino; è venerato come santo dalla Chiesa cattolica.

Biografia[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1762, nonostante le resistenze famigliari, entra nel seminario di Montefiascone. Frequenta il Collegio Nuovo di Roma. A Bagnoregio diventa diacono nel 1767 e nello stesso viene consacrato sacerdote.

Entra nella Congregazione dei Passionisti di San Paolo della Croce. Diventa famoso come predicatore, fino a diventare nel 1792 postulatore generale, viene poi nominato vescovo di Macerata e Tolentino nel 1801.

Si deve a lui la costruzione di un nuovo seminario e di un nuovo ricovero per gli anziani, l'ampliamento dell'orfanotrofio e del Conservatorio di Tolentino.

Avendo rifiutato di giurare fedeltà all'imperatore Napoleone, nel 1808 viene relegato prima a Novara e poi a Milano l'anno successivo. Alla fine del 1823 il papa lo vuole come consigliere.

Muore nel 1824 e viene sepolto nella basilica dei Santi Giovanni e Paolo.

Culto[modifica | modifica wikitesto]

Nel 1957 il suo corpo viene trasferito nella chiesa di San Filippo di Macerata.

Viene beatificato da Pio XI il 26 aprile 1925 e canonizzato da Pio XII l'11 giugno 1950. La sua Memoria liturgica cade il 1º gennaio.

Collegamenti esterni[modifica | modifica wikitesto]

Successioni[modifica | modifica wikitesto]

Predecessore Vescovo di Macerata Successore BishopCoA PioM.svg
Alessandro Alessandretti
1796 - 1800
1801 - 1823 Francesco Ansaldo Teloni
1824 - 1846

Controllo di autorità VIAF: 56209098 LCCN: no96055726