Turn It On Again

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Turn It On Again
Artista Genesis
Autore/i Genesis
Genere Rock progressivo
Edito da Charisma Records/Virgin Records[1]
Data 1980
Durata 3:51
Tracce
Precedente Successiva
Heathaze Alone Tonight

Turn It On Again è un singolo del gruppo progressive rock inglese Genesis, tratto dal loro album Duke del 1980.

Il testo parla di un uomo ossessionato dalla televisione e dalle persone che vede sullo schermo, tanto da credere che questi divi televisivi siano suoi amici.

La canzone è caratterizzata da una struttura ritmica insolitamente complessa per la musica pop, con la strofa e il ritornello in sezioni alternate in 6/8 e 7/8 (13/8), mentre l'intro e i bridge sono in 4/4 e 5/4 (9/4). Mike Rutherford, autore della musica di strofa e ritornello, non si era accorto di aver composto una sezione in 13/8 fino a che non glielo fece notare Phil Collins [2].

Turn It On Again è stato suonato in tutti i Tour dei Genesis successivi alla sua pubblicazione. Nel tour dell'album "Genesis" e in quello successivo in coda al brano viene eseguito un lungo medley di canzoni di altri artisti (tra le quali (I Can't Get No) Satisfaction, Twist and Shout e You Really Got Me). L'ultimo tour della band prende il nome da questo brano. Registrazioni dal vivo si trovano negli album Three Sides Live e Live Over Europe 2007. È stato eseguito anche nel "reunion concert" a Milton Keynes nel 1982, dove Rutherford, Collins e Banks l'hanno eseguito assieme a Peter Gabriel, che suonava la seconda batteria.

Il brano è stato utilizzato anche come colonna sonora di uno spot pubblicitario della General Motors ed è presente anche nel videogioco Grand Theft Auto: Vice City Stories.

I Dream Theater hanno eseguito il brano nel Big Medley dell'album A Change of Seasons.

Note[modifica | modifica sorgente]

  1. ^ GENESIS The Lamb Lies Down On Broadway music reviews and MP3
  2. ^ Mario Giammetti, Musical Box. Le canzoni dei Genesis dalla A alla Z, Roma, Arcana, 2010.
Rock progressivo Portale Rock progressivo: accedi alle voci di Wikipedia che trattano di Rock progressivo