Than Shwe

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera.
Than Shwe
Than Shwe 2010-10-11.jpg
2 febbraio 1933 - vivente
Nato a Kyaukse
Dati militari
Paese servito Birmania Birmania
Anni di servizio 1953 - 2011
Grado generale
Comandanti Tatmadaw

[senza fonte]

voci di militari presenti su Wikipedia

Than Shwe (Kyaukse, 2 febbraio 1933) è un politico e militare birmano, è stato Capo del Consiglio di Stato per la Pace e lo Sviluppo (l'organismo supremo del regime dittatoriale che tuttora persiste nel Paese) dal 23 aprile 1992 al 30 marzo 2011,.

Sempre nel periodo 1992-2011 è stato a capo delle forze armate birmane e della Associazione per l'Unione, la solidarietà e lo sviluppo.

Arruolatosi nell'esercito a vent'anni (1953), lavorò inizialmente presso il dipartimento per la guerra psicologica diventando capitano nel 1960. Dopo il colpo di stato del 1962 occupò posti importanti nell'esercito, passando al ruolo di colonnello nel 1978. Nel 1985 diventò viceministro della difesa, e allo stesso tempo raggiunse il grado di generale, ottenendo anche un seggio nel comitato centrale esecutivo del Partito del programma socialista della Birmania.

Quando in risposta ai disordini del 1988 susseguitisi al colpo di stato del 18 settembre dello stesso anno, si costituì la giunta militare sotto il nome di Consiglio per la restaurazione della legge e dell'ordine nello stato,Than Shwe venne nominato tra i 21 componenti. Il 23 aprile 1992, in seguito alle dimissioni di Saw Maung, divenne capo dello stato e comandante dell'Esercito della Birmania.

Inizialmente Than Shwe dimostrò una maggior apertura politica, liberando alcuni membri dell'opposizione e facendo alcune concessioni democratiche. Cambiò il nome dello stato da Birmania a Myanmar e iniziò il processo di redazione di una nuova costituzione sebbene questa sia ancora in redazione. Allo stesso tempo aprì il paese agli organismi internazionali, come l'ASEAN e permise alla Croce Rossa e a Amnesty International di compiere visite in Myanmar.

Nonostante questo progresso, a partire fondamentalmente dal 1996 si passò ad una situazione di forte repressione contro le minoranze etniche e religiose (Karen, Shan, Rakhine, Chin ecc.), rendendo esuli almeno 250.000 persone. Inoltre ha continuato la repressione della stampa libera ed ha fatto incarcerare i giornalisti oppositori del regime.

Quando ha raggiunto 60 anni, l'età prevista per la pensione obbligatoria, ha esteso semplicemente tale termine, confermando le ipotesi che intende rimanere come capo di stato per il resto della sua vita. Inoltre è stato collegato al rovesciamento ed all'arresto del Primo Ministro Khin Nyunt, evento che ha aumentato significativamente il potere di Than Shwe.

Nonostante abbia incontrato il sottosegretario per gli affari politici dell'ONU Ibrahim Gambari nel maggio e novembre 2006 e gli abbia permesso di incontrare Aung San Suu Kyi è chiaro che Than Shwe è un sostenitore della linea dura ed è fortemente contrario a un processo di democratizzazione del Myanmar.

Voci sulla salute di Than Shwe si sono diffuse dopo che il 31 dicembre 2006 è stato ricoverato per un check-up presso il General Hospital di Singapore e successivamente non ha partecipato al pranzo ufficiale del giorno dell'indipendenza del 4 gennaio 2007. È stata la prima volta da quando ha preso il potere nel 1992 che Than Shwe non ha partecipato all'evento. Nella primavera del 2007 è tuttavia apparso alla parata per la Giornata del Tatmadaw che si è tenuta a Naypyidaw.

Predecessore Presidente del Consiglio di Stato per la Pace e lo Sviluppo Successore
Saw Maung 1992–2011 Thein Sein
Predecessore Primo ministro della Birmania Successore
Saw Maung 1992–2003 Khin Nyunt

Controllo di autorità VIAF: 46671993 LCCN: nr97043011